Racconti di viaggio

Mare e spiagge in Istria: cosa fare e vedere

In Istria al mare alla scoperta delle spiagge più belle e dei paesini medievali sulla costa

La guida alle spiagge e ai bei paesi medievali che puoi trovare in viaggio nella penisola d'Istria

Se state programmando un viaggio nella Croazia più vicina, in questo racconto, Andrea ci porta alla scoperta dell'Istria.

Avendo qualche giorno di ferie, io e miei amici abbiamo deciso di andare in Croazia. Abitando in zona Milano era inevitabile che usassimo l’auto per spostarci.

Quindi, destinazione Istria (avrei preferito andare altrove, dato che in Croazia, come in Italia, più vai a sud e più le spiagge sono belle, ma avendo solo 4 giorni a disposizione, abbiamo optato per ridurre al minimo il viaggio in modo da ottimizzare il tempo a nostra disposizione).

Città famose in Istria sono Pola (Pula) e Rovigno (Rovijo) ma noi abbiamo optato per Parenzo (Porec) in quanto più vicina all’Italia rispetto alle altre e consigliata da un nostro amico.

LEGGI ANCHE: CROAZIA

Comunque, si parte intorno alle 8 (ci metteremo 6 ore per arrivare a destinazione con traffico moderato) e via di autostrada fino in Slovenia (bisogna per forza attraversarla, anche se per pochi minuti). Qui apro una parentesi: avvicinandoci alla Slovenia appaiono dei cartelli dove si sollecita a comprare la Vignetta per circolare sulle sue autostrade (anche solo per il tratto di congiunzione Italia-Istria).

istria

Costa 7.5€ per una settimana. Noi non abbiamo trovato controlli né all’andata né al ritorno. Vedete voi se rischiare o meno di non comprarla…

In più, tra Slovenia e Croazia c’è la dogana. I poliziotti non sono il massimo della simpatia ma alla fine siamo italiani; danno un’occhiata veloce ai documenti  e ci fanno passare senza ulteriori controlli.

Oltrepassato il confine proseguiamo sull’autostrada croata. Come in Italia, ci sono i caselli autostradali con le macchinette automatiche di erogazione del biglietto. Per fortuna si può pagare in euro. Vi ricordo infatti che in Croazia la moneta ufficiale è la Kuna (1€ corrisponde a 7 Kune mentre 10 kune sono 1,3€).

40 chilometri d’autostrada (le strade sono per lo più deserte) e arriviamo a Porec nel primo pomeriggio. Tempo di prendere la camera nel nostro albergo e ci precipitiamo in spiaggia a prendere il primo sole.

porec_1

Rispetto a Milano (dove in questi giorni si muore di caldo e l’umidità ha raggiunto livelli improponibili) qui c’è qualche grado in meno ma soprattutto un venticello che ci accompagnerà per tutta la vacanza rinfrescando i pomeriggi sotto il sole cocente.

Torniamo in albergo per cenare e poi andiamo in città.

Porec si presenta come la classica cittadina di mare, con svariate vie piene di negozi, un centro storico con qualche costruzione degna di una foto e un lungo mare con tanto di bancherelle di souvenir da non sottovalutare. Perdendosi tra le viuzze si raggiunge la città vecchia (è la ‘punta’ della città, quella che dà sul mare), riconoscibile dalle case in stile veneziano.

Ci sono molti giovani e coppiette (in effetti questa città è molto tranquilla. Resterà deluso chi si aspetterà notte brave).

Sempre nella città si trovano ristoranti, birrerie e locali. A parte un paio di eccezioni, tutto chiude all’una, facendo piombare la città nella desolazione.

Per quanto i prezzi siano bassi, i disco-bar spellaturisti ci sono sempre. Quindi occhio ai prezzi, specialmente nei locali alla moda.

Mercoledì 15/07

Abbiamo un’automobile e vogliamo sfruttarla.

Vacanze in Istria al mare

Intorno a Porec ci sono svariate spiagge e cale. Tra quelle più famose: koversada, belvedere, petalon e tn funtani. Facendo una velocissima ricerca su internet ci sembra molto carina Koversada, dato che di fronte alla spiaggia c’è anche un’isola raggiungibile attraversando un ponte.

spiagge-istria_1

Pochi minuti d’auto e arriviamo all’ingresso della spiaggia. È all’interno di un camping e si paga circa 3€ per entrarvi. Sopra l’ingresso c’è un cartello con, a lettere cubitali, la scritta ‘Naturist Park’ che ingenuamente interpretiamo come parco immerso nella natura. Peccato che, lo scopriremo troppo tardi, la scritta in realtà avvisa che stiamo entrando in una spiaggia per nudisti!

Passiamo un’ora a girare per tutto il complesso alla ricerca di una spiaggia non per nudisti (ce ne sono svariate ma risultano le più brutte, con rocce, spuntoni e lungomare in cemento).

Data l’ora già tarda prendiamo posto in una di quelle belle.  Siamo così circondati da nudisti di età avanzata e dal fisico decadente. Le uniche ragazze carine e di età non pensionistica indossano invece il costume.

Decidiamo di seguire l’esempio di queste ultime e lo teniamo anche noi (pur essendoci svariati divieti di indossarlo). Passa meno di un’oretta e arriva un uomo ad informarci che non possiamo restare vestiti (non capiamo perché le ragazze sì e noi no… Ma vabbè) altrimenti dovremo spostarci in una di quelle brutte spiagge non per nudisti. Decidiamo di abbandonare l’intera struttura e tornare alla spiaggia del nostro albergo.

Un’altra oretta tra spiaggia e piscina dell’albergo e poi via a cena. Dopodiché la serata la passiamo di nuovo a Porec. L’impressione di essere in un paese per coppie è riconfermata. Ci prendiamo un cocktail in un locale e poi nanna che domani ci aspetta Rovigno.

GUARDA ANCHE: SPIAGGE CROAZIA

Rovigno si trova a 40 minuti da Porec, verso sud.

Il nostro obiettivo è di andare in una spiaggia limitrofe durante la giornata e fare una capatina in città verso sera.

Delle svariate spiagge consigliate su internet, scegliamo Vestar, a 10 minuti a sud di Rovigno. Anche qui 3€ per entrare con spiaggia nudisti annessa ma per fortuna quest’ultima è dislocata all’estrema destra della spiaggia, lontana da occhi indiscreti. Il resto è spiaggia ‘in costume’, per nostra fortuna!

La baia è molto carina, con tanto verde e lungomare di sassolini fini. L’unica nota negativa è che ci sono alcune barche al largo che deturpano il panorama ma per il resto l’acqua è pulita e non c’è tanta gente così evitiamo l’ammassamento stile piscina comunale.

Qui (come nella spiaggia di ieri) si trovano alcuni bar cosicché uno spuntino o un drink rifocillante è a portata di mano.

Dopo aver passato mattina e primo pomeriggio a cuocerci sotto i raggi del sole, torniamo al nostro mezzo e andiamo a Rovigno.

rovigno_1

È più grande ed invitante di Porec: presenta una città vecchia ‘sopraelevata’ rispetto a quella nuova. Giriamo prima per le vie del centro, piene di negozi e bar, per poi salire verso la città vecchia. La salita non è per nulla faticosa e dopo aver attraversato svariate viuzze si arriva in cima dove domina la chiesa di Sant’Eufemia. Facciamo le classiche foto di rito e poi scendiamo in direzione del mare in modo da raggiungere la spiaggia Baluota/Monte (è proprio sotto la città nuova, alla destra del porto). Tale spiaggia è semplicemente un cumulo di rocce da cui si può fare il bagno. Peccato che l’inciviltà delle persone l’ha resa squallida, con bottiglie di plastica che galleggiano a riva e sporco un po’ ovunque. Evitatela.
Ci è stato detto che questa città è molto bella di sera ma noi dobbiamo tornare a malincuore in albergo. 

Sarà per la prossima volta.

Un’ultima cosa: da Porec a Rovigno bisogna per forza costeggiare un fiordo (Lim Fjord): decisamente un bel vedere. Se ne avete la possibilità fateci un salto perché merita sicuramente una visita e almeno una foto.

GUARDA ANCHE: CROAZIA ISOLE

È ora di tornare a casa. Impieghiamo 8 ore a causa del traffico intenso (in Italia).

In definitiva, una vacanza breve all’insegna del riposo e del relax. Se volete una vacanza tranquilla scegliete Porec o Rovigno perché sono dei paesini piccoli e piacevoli da visitare. Se cercate il divertimento in stile Ibiza però questi non sono proprio adatti per voi.

Qui costa tutto meno rispetto all’Italia (ovviamente a meno che non andate in qualche ristorante spella-turisti. In questi casi i prezzi sono similari a quelli nostrani).

Le spiagge le abbiamo trovate belle e il mare invitante, anche se quelle delle isole e del sud Croazia risultano migliori. Ma se non avete voglia e tempo di macinare migliaia di chilometri, l’Istria fa al caso vostro.

Essendo stata in passato italiana, qui tante persone (anche giovani) parlano italiano (magari non bene ma almeno capiscono e si fanno capire). Quindi anche se non conoscete l’inglese non avrete grossi problemi a comunicare.

L’Istria è stata valorizzata in tanti modi: luoghi da visitare ce ne sono (tra sport acquatici, gite fuori porta, grotte, acquari, città e castelli) e di spiagge ne troverete a iosa anche senza andare troppo distanti dal vostro albergo.

Mare in Istria

Il mare bagna da 3 lati la costa dell'Istria che è lunga 469,5 chilometri. Lungo questa costa potrete trovate baie, calette, spiagge nascoste di ciottoli bianchi e scogli rocciosi. Oltre alla costa e alle spiagge che potrete trovare nei dintorni delle città, non dovete perdere una visita all'arcipelago che si trova sulla costa sud occidentale dell’Istria: quello di Brioni. È un parco nazionale composto da 14 isole.

istria-mare

Istria spiagge

Facciamo un viaggio lungo la costa alla scoperta delle più belle spiagge di tutta la penisola. Lungo tutta la costa potrete trovare spiagge adatte a chi viaggia con i più piccoli, spiagge di ghiaia e ciottoli, terrazzamenti dove stendersi al sole e baie nascoste lontane dalla folla, raggiungibili precorrendo dei sentieri. Se cercate spiagge di sabbia, il consiglio è di dirigervi a Pola: qui troverete spiagge di ciottoli bianchi piatti, spiagge di ghiaia e spiagge sabbiose.

Migliori spiagge Istria

Una delle più belle spiagge è quella di Punta Kamenjak che si trova a Sud di Pola, si tratta di una spiaggia incontaminata circondata da alberi e natura rigogliosa.  La spiaggia fa parte di una riserva naturale protetta.

A nord di Umago raggiungete la spiaggia di Carpignano, una baia ricoperta di ghiaia protetta da pini. 

La spiaggia Kanegra si trova in una delle baie più belle della costa occidentale dell'Istria, nei pressi del paese di Savudrija. 

La spiaggia Valkane si trova invece nella baia lungo la costa di Pula: si tratta di una spiaggia di ghiaia ben attrezzata e piena di servizi. 

Da Rovigno raggiungete l'isola di Caterina, una delle più belle dell'arcipelago, qui troverete baie e spiagge rocciose dove poter fare un bagno. Sempre a Rovigno vale la pena frequentare le spiagge dell’Isola Rossa. L’Isola Rossa è formata da due isole artificiali, quella di Maškin e l’isola di Sv. Andrija. Se siete alla ricerca di zone tranquille e solitarie raggiungete la costa occidentale dell'isola di Sv. Andrija.

Sull'isola di San Niccolò, proprio di fronte a Porec, merita una sosta la spiaggia Oliva, una distesa di ciottoli e ghiaia circondata da alberi di pino e quercia. 

spiagge-pola

Le spiagge di Banjole si trovano a poca distanza dalla città di Pola e sono caratterizzate da ghiaia, ciottoli e scogli. Sulla spiaggia di Fazana invece potrete prendere il sole su delle terrazze di cemento che arrivano fino al mare. 

La spiaggia Pjescana Uvala è una delle poche spiagge sabbiose dell'arcipelago ed è circondata da un bosco, luogo perfetto per ripararsi dal sole. La spiaggia è adatta alle famiglie con bambini. 

Spiagge sabbia Istria

Non sono tante le spiagge sabbiose in Istria. Una delle più belle e frequentate è la spiaggia di Bijeca a Medulin. Il tratto di costa sabbioso è lungo circa 1 km ed è circondata da numerosi alberi. 

A Vrsar la spiaggia Koversada si trova nel più grande campeggio nudista della Croazia. La spiaggia è formata da roccia e sabbia.

Nella zona di Capo Promontore troverete alcune spiagge di sabbia intervallate da tratti di rocciosi. 

La spiaggia di sabbia di Valalta si trova nei pressi del campeggio omonimo a nord della città di Rovigno, è un paradiso per i naturisti. 

Istria spiagge più belle

Nome spiaggia Località
Spiaggia di Katoro Umago
Spiaggia di Kanova Umago
Spiaggia di Mareda Cittanova
Spiaggia Koversada Orsera
Punta Promontore Premantura
Baia di Lone Rovigno
Valalta Rovigno
Spiaggia di Valkane Pola
Stella Maris Umago