Racconti di viaggio

Tre settimane a Cuba - parte II

Continua il viaggio memorabile di °Sally nell'isola della Revolucion, alla scoperta del volto autentico e contradditorio di Cuba.



DISTURBI AL RIENTRO IN ITALIA..
Non ho avuto nessun disturbo gastro-intestinali rilevante durante la mia permanenza a Cuba ma al rientro in Italia, di lì a tre giorni, mi colpisce dissenteria accompagnata da una leggera febbre. Il medico condotto, saputo del viaggio, mi sottopone ad un'analisi delle feci con fortunato esito negativo.. Si ipotizza in un secondo momento che il virus l'abbia contratto a Milano dato che imperversava in zona e per circa 15 giorni lo stomaco è soggetto a disturbi..

JET LAG (superamento di sei fusi orari): Disturbi maggiori al ritorno, con incubi notturni, spossatezza, disturbi nel sonno e intorpidimento generale per circa quattro/cinque giorni calando di intensità ora dopo ora..

MANCE: Provvidenziale per chi lavora in ambito ristorazione, trasporti o altro.. ma dannosa se concessa per nessun servigio se non a titolo di buonismo: sembra che molti cubani smettano addirittura di lavorare, creando scompenso ad una già disequilibrata società.. con qualche mancia al giorno superano stipendi mensili!! 

DONNE SOLE A CUBA
: Santiago, tra le zone visitate, è stata la più “difficile”.. in ogni caso, quasi impossibile restare sole.. Che il moto perpetuo che stimola chi ti si affianca sorridente e insistente siano i soldi o altro non importa perché concedendo la giusta fiducia dopo aver sottolineato “viaggiatore, non turista, e in più senza soldi” l'affetto, la solidarietà e l'aiuto che ti vengono offerti è insuperabile. Gli uomini, giovanissimi, giovani o meno giovani che siano, sono spaventosamente cavalieri: se in loro presenza, non trascinerai mai nessuna valigia, al primo corrugarsi delle sopracciglia ogni dubbio/perplessità verrà ottimisticamente e fantasiosamente risolto da chi si trova nell'arco di cinque metri. D'altra parte, anche se già in maschile compagnia, ciò non gli impedisce di fischiettare al tuo passaggio, sussurrarti un “Linda..”, o strizzarti l'occhio. Chi hai il piacere di incontrare tramite conoscenze in comune, sorvolando sull'innamoramento istantaneo, per il resto si approccia “normalmente”. A livello di sicurezza rassicurante la presenza della polizia: ogni agente (la capitale ne è affollata) “è lì per te”!

Spesso mi è capitato di perdere indirizzo e direzione della casa privata in cui ero alloggiata. Nessun problema: chi vive nei dintorni ti ha già notata da ore/giorni.. sa esattamente dove dormi, di dove sei e dove hai passato la giornata.. stupefacente! Che si facciano in mille per aiutarti in cambio di una camminata a tuo fianco o del semplice piacere di avere informazioni sul “Paradiso Europa”, secondo la mia esperienza, è garantito!

JINETEROS: Uomini o donne praticanti attività illegali o semi-illegali che vivono di prostituzione o espedienti di qualsiasi natura, in innumerevoli modi. Trafficanti o ladri, accompagnatori di turisti in ristoranti, alloggi, ovunque in cambio di denaro e commissioni da parte della persona favorita (come i padroni delle case private o i ristoratori). Procacciatori di affari. Da evitare.. ? Dipende!

ATTENZIONE AI CASSIERI! In almeno tre occasioni l'incontro con gli addetti cassa è stato un tentativo di furto. Può capitare che giochino sui resti: attenzione all'acquisto di biglietti di autobus, di ricariche telefoniche (capitato alla famiglia cubana di Santa Clara), di generi alimentari.. Per recarmi a Santiago ho rischiato la perdita dell'ultimo autobus notturno perché la cassiera si assentava dallo sportello e fingeva di non capirmi: non voleva rilasciarmi il ticket di viaggio mezz'ora prima della partenza; ha attesa fino ad un minuto prima che il Viazul partisse in modo da non dovermi fare il biglietto (ovviamente richiesto) per garantirsi diretto incasso nelle proprie tasche!!

INTERNET: punti normalmente disponibili in tutte le principali città dell'isola e presso gli alberghi. Molti i siti tristemente bloccati per i cubani.

CASAS PARTICULARES:
Viñales:    Villa Yodalis (045-695199), Calle Rafael Trejo 145 A
Santa Clara:    Hostal Javier (042-217297 – 052474782), Calle Colon 225
Cienfuegos:    Ana Maria (043-517992), Calle 41 4808
Trinidad:    Margarita Cabrales (041-992394 – 053419299), Calle Pedro Zerguera 511 A
Camaguey:    Hostal Carmita (032-298968)
Santiago:    Graciela y Arturo (022-499120), Leonardo (022-652192 - 052548803), “Moris y Yurianela” (morisbonoli@libero.it – Calle Santiago No. 304 e/ Trocha y Puente – Tel. 0053 22 627506 asa destinata ad essere ampliata con possibilità di comida italiana).

 

Autore°Sally
Periodo: Marzo-Aprile

Tre settimane a Cuba I parte

Torna all'inizio pagina 9 di 9 « Pagina Precedente