News di viaggio

Usare la Postepay all'estero

Per tutti quelli che usano la carta Poste Pay in viaggio ecco un utile vademecum su costi delle commissioni dall'estero e possibilità di ricarica della carta fuori dall'Italia.


La Postepay è la ricaricabile, amica di tanti acquisti on line. Non si appoggia su un conto bancario e ha un costo esiguo. Non si pagano bolli e può essere ricaricata al costo di 1 € per ogni ricarica. Il prelievo costa 1 € presso gli ATM di Poste Italiane e di 1,75 € presso gli ATM bancari del circuito Visa Electron.

postepayLa Postepay è anche la compagna fedele di tanti viaggi. In tutti i paesi in cui i bancomat sono diffusi si può prelevare senza problemi e pagare nei negozi con Poste Pay. Basta indirizzarsi verso gli ATM che hanno esposto il logo di Visa e Visa Electron. La dicitura può essere MasterCard per carte Postepay NewGift e Postepay PosteMobile. In questi bancomat non dovrebbero esserci problemi di prelievo. In alcuni paesi, come la Finlandia gli ATM (Otto per i finlandesi) hanno due entrate, per le carte con il chip e per quelle senza. La Postepay rientra nella prima categoria. Seguite le istruzioni, di solito scritte anche in inglese, e non avrete alcun problema.

Diversi ATM in terra straniera sono programmati per l'inserimento di codici con più cifre rispetto alle 5 della prepagata delle Poste Italiane. Non c'è solitamente alcun problema. Basta premere conferma dopo aver inserito il codice. Qui trovate le esperienze più o meno positive dei viaggiatori della Community di Zingarate prelevando con la Postepay all'estero.

Quando sei all'estero, prelevi normalmente come se fossi in Italia
- dice il nostro Nicola Viaggiatore l'unica differenza è il costo dell'operazione. Se prelevi in un Paese della Comunità Europea presso ATM del circuito Visa Electron l'operazione ti costa 1,75 €, se invece sei in un Paese Non UE l'operazione ti può costare anche 5/6 €.  Consultate i documenti che vi sono stati forniti alla consegna della carta per conoscere l'ammontare preciso delle commissioni per le operazioni fuori dalla Comunità Europea. Qui trovate una utile discussione dal Forum di Zingarate sulla convenienza di prelavare con Postepay e il confronto con carte bancomat non ricaricabili.

E se sono all'estero e ho bisogno di ricaricare la Carta Poste Pay
? Disponendo dei codici di un'altra Postepay o in alternativa di un conto Bancoposta sarà possibile ricaricarla da internet. Altrimenti c'è l'opzione ricarica da un ufficio postale italiano o attraverso gli sportelli del circuito Sisal, con l'aiuto di un intermediario. Niente fila in posta se scegliete Sisal ma un'ulteriore commissione di 2 euro sarà applicata alla ricarica (è tra l'altro necessario comunicare il codice fiscale dell'intestatario della carta).

Purtoppo non essendo provvista di un conto corrente la Poste Pay non ha un IBAN. Non è quindi possibile effettuare un bonifico da un conto corrente bancario sulla Poste Pay.


Caricamento in corso: attendere qualche istante...

viaggiatrice

La Postepay all'estero per i pagamenti se accettata e' buona e' per i ritiri al Bancomat sopratutto in zona extra Euro che diventa cara e a quel punto si possono trovare carte decisamente piu' convenienti come la WeSwap Mastercard o Kalixa. In generale le carte italiane sembrano comunque non essere particolaramente convenienti per un utilizzo in zona extra euro e sembra che non ci sia neanche troppo interesse visto che la maggior parte delle carte sembrano piu' o meno contando spese qui e li e commissioni avere la stessa offerta

n° 1
Chiudi
Aggiungi un commento a Usare la Postepay all'estero...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori