Racconti di viaggio

A Parigi per la Presa della Bastiglia

Quattro giorni a Parigi in occasione della Festa del 14 Luglio, la Presa della Bastiglia, per visitare, scoprire e innamorarsi di Paris.

 

COSA VEDERE A PARIGI IN QUATTRO GIORNI



Ho due amici italiani che vivono a Parigi e che da parecchi mesi mi chiedevano di andare a trovarli...visto che la capitale francese mi mancava da vedere ho trovato un volo a 44 euro A/R per il weekend della famosa festa della Presa della Bastiglia.

Giorno 1:


La partenza è da Pisa venerdì mattina alle 7:50 per il piccolo aeroporto di Beauvais. Da qui con 16 euro solo andata, dopo un viaggio di circa 80 minuti si arriva alla stazione della metro 1 di Port Maillont. Qui decido di fare l'abbonamento per la metro e per i bus: la scelta è tra il pass per 3 giorni e quello per 5. Visto che starò 4 giorni e utilizzerò molto i mezzi decido di regalare 33,70 euro alla RAT parigina e prendere la Paris Visite da 5 giorni che vale per la zona 1-2-3.

La prima tappa è La Dèfense, un distretto composto da grattacieli di uffici, condomini e centri commerciali dove si trova un imponente e moderno arco, il Grande Arche de la Fraternité ricoperto all'esterno da marmo di Carrara e dal quale si vede in lontananza il ben più famoso arco di Trionfo.

A questo punto avendo problemi di rete e non riuscendo a contattare i miei amici decido di riprendere la metro e con il mio fidato trolley mi dirigo verso l'Arc de Triomphe. Nel sottopasso decido di prendere una lunga baguette con prosciutto e formaggio al prezzo di soli 3.70 euro. Fatte un po' di foto di rito decido di percorrere tutti gli Champs-Élysées, poi attraverso il bellissimo Pont Alexandre III guardando prima il Grand Palais e il Petit Palais per raggiungere l' Hotel des Invalides dove si trova la tomba di Napoleone Bonaparte.

GUARDA ANCHE: COSA VEDERE A PARIGI

Poi torno verso i Campi Elisi e mi dirigo in Place de la Concorde dove stanno allestendo le tribune per la parata del giorno seguente per poi girare a sinistra verso la Eglise de la Madaleine. Camminando ancora insieme al mio trolley sotto un cielo azzurro e un sole cocente raggiungo i Jardin des Tuileries per poi arrivare all'imponente museo del Louvre. Nel vicino Jardin de l'Infante, si dice che uomini si ritrovino con altri uomini per, come dire divertirsi.....bhè il fatto che all'ingresso di questo giardino ci sia un omaccione e dentro vicino alle siepi si vedono strani movimenti mi fa pensare che forse forse non è solo una diceria.

GUARDA ANCHE: COSA FARE GRATIS A PARIGI

Visti ancora i problemi di comunicazione mi dirigo in solitaria verso l'Opèra e quando sono a Place Vendome riesco a comunicare con i miei amici e ci ritroviamo presso la Galleria La Fayette. Dopo i saluti di rito entriamo dentro la galleria, caratterizzata da una bellissima vetrata e saliamo in cima per goderci il panorama dall'alto. Tutti insieme e sempre con l' "amico" trolley decidiamo di salire a Montmartre e di fare un giro per le curiose stradine intorno alla chiesa del Sacro Cuore e i vigneti.

Il pomeriggio sta per finire, i miei amici mi portano al loro appartamento perchè è il momento di pettirnarsi per la serata. E' in programma un pic-nic sul lungo Senna sull'isoletta St-Louis insieme ad altra gente. Essendo Parigi molto più a nord dell'Italia e trovandosi più od ovest avendo però lo stesso fuso, alle 22:15 c'è ancora molta luce infatti rimango stupito dalla quantità di persone che sdraiata beve e mangia sulle sponde del fiume. Mangiamo e beviamo tutti insieme e io non sapendo una parola di francese dopo un po' di vin rosè e champagne mi ritrovo non so come a parlare ovviamente in francese con una ragazza tunisina e un ragazzo togolese!

La serata si conclude con una bevuta al bar e alle 2 è ora di dormire!

Giorno 2:

Dopo aver preso una pasta ad una famosa boulangerie ci dirigiamo verso il parco di Bercy dove numerosi parigini si ritrovano per fare un po' di sport! Da qui poi ci spostiamo verso la Gare de Lyon bellissima stazione ferroviaria al quale arrivano i treni da Firenze che, mi dicono i miei amici, riescono a trovare a 35 euro a tratta per la cuccietta. Sempre a piedi ci avviamo verso Place de la Bastille per poi arrivare nella bella Piazza Luigi XIII che tutti chiamano ancora Place des Vosges, anche qui numerosi parigini stanno distesi sul prato ad abbronzarsi e mangiare! Attraversando tutto l'interessante quartiere Marais , andiamo al quartiere ebraico dove mangiamo un ottimo falafel e arriviamo al Centre Pompidou.