Racconti di viaggio

Sei giorni low cost a Parigi

Andiamo a Parigi a visitare la Torre Eiffel, il Louvre, Notre Dame e tanto altro ancora. Una vacanza low cost nella capitale francese con tante indicazioni ed un utile resoconto spese

 

SEI GIORNI A PARIGI



Primo giorno
Arrivati a Parigi Orly Sud da Pisa con un volo Easyjet alle ore 9,40, puntualissimi. Acquistati i biglietti Jetbus per spostarci dall'aeroporto alla linea della metro7 che ci avrebbe condotto al nostro hotel (fermata linea 7: Poissonniere). Arrivo in hotel, registrazione e sistemazione in camera. Usciamo per le ore 12:00 circa e ci dirigiamo verso l'Ile de la Citè (scendendo con la metro all'omonima fermata).

Iniziamo dal Mercato dei Fiori per poi passare alla S.te Chapelle e alla Conciergerie. Passando per Place Dauphine passiamo dall'altro lato della Senna e curiosiamo tra le bancarelle che vendono stampe e acquarelli raffiguranti questa splendida città. Pranziamo poi andiamo alla Cattedrale di Notre Dame, senza però salire alle torri vista la fila lunghissima sotto il sole cocente.

Vediamo il Memoriale alla Deportazione che si trova dietro la cattedrale, poi passiamo all'Ile St. Louis dove giriamo un po' per i vicoletti e visitiamo la chiesa che da il nome all'isola. Non avendo pianificato l'itinerario del primo giorno, scegliamo “a caso”: diamo uno sguardo dall'esterno anche al Louvre poi andiamo ai Giardini delle Tuileries (foto) per riposarci un po'; li attraversiamo fino a  Place de la Concorde. Ceniamo al Mc Donald's in Rue de Rivoli, poi rientriamo in hotel.

 

GUARDA ANCHE: COSA VEDERE A PARIGI

Secondo giorno

Stamattina si va a Versailles! Ci sono i treni regionali che portano lì, non la metro, attenzione alla differenza! Non visitiamo gli appartamenti ma dall'ingresso principale andiamo fino al Petit e Grand Trianon a piedi; da li proseguiamo per visitare il meraviglioso Villaggio della Regina.

Vista la notevole lunghezza dei giardini ed il caldo, per tornare indietro prendiamo il trenino che fa il giro di tutta la tenuta; costa 2 euro e permette di salire e scendere ad ogni fermata, coincidente ai punti principali. Usciamo già verso le 14:30 e ci fermiamo a pranzo nella strada che dalla Reggia porta alla stazione dei treni.

Con la metro ci portiamo all'Arco di Trionfo che non ci aspettavamo così imponente avendolo sempre visto in foto o da lontano; da lì proseguiamo a piedi e percorriamo un bel pezzo degli Champs Elysées. Leggermente defilato dallo splendido viale si trova l'Eliseo.

Ci avviciniamo ma la Gendarmerie impedisce persino di camminare sullo stesso marciapiede del cancello quindi ci accontentiamo di qualche foto e ritorniamo sugli Champs Elysées direzione Grand e Petit Palais, che si trovano di fianco al bellissimo Pont Alexandre III.
Visto che siamo in zona ceniamo sugli Champs Elysées e passeggiamo a lungo dopo cena; la stanchezza è tanta ma il luogo è molto accattivante! Ci divertiamo ad entrare, oltre che negli innumerevoli negozi, negli show room delle case automobilistiche dove vi sono prototipi assurdi di auto, auto da corsa e simulatori di guida.

 


Terzo giorno

La prima tappa di oggi è Palais Royal; dopo qualche foto alla buffissima fermata della metro entriamo nel cortile del palazzo reale. Più tardi raggiungiamo invece la Tour Eiffel, stavolta spostandoci con gli autobus (molto comodi e pratici a Parigi!). Saliamo a piedi e ci riposiamo lungamente al secondo piano della torre più famosa del mondo; scendiamo e attraversiamo a piedi tutto il Campo di Marte, puntando a l'école Militaire. Qui si trova anche una singola e suggestiva struttura: il Memoriale agli Ebrei.

Per pranzo andiamo nella zona del Centre Pompidou dove scopriamo la mitica catena di ristoranti Flunch proprio di fronte all'uscita della metro; lì si paga solo la portata principale e puoi mettere antipasti, primi e contorni (che sono serviti a buffet) nel piatto finché ti entrano. I costi sono bassissimi e le portate ottime!

Dopo pranzo andiamo a visitare l'Eglise S.te Merri dove una fedele capendo che siamo turisti ci racconta in francese tutta la storia della chiesa, davvero gentile! Facciamo shopping nelle vie attorno al Centre Pompidou poi andiamo a Les Invalides dove però ci limitiamo alla visita dell'Esplanade e del cortile.

Essendo mercoledì andiamo all'apertura serale del Louvre. Chi ha meno di 26 anni non paga e per tutti gli altri il biglietto è ridotto; l'apertura è dalle 18 (ingresso mezz'ora prima dalla piramide) alle 22. L'unico rimpianto di aver scelto quel momento per visitare il Louvre è che eravamo molto stanchi e forse non abbiamo apprezzato tutto a dovere...