Consigli di viaggio

Come E Perché Visitare Lìndos Sull'isola Di Rodi

Lìndos è probabilmente la città più bella dell'isola di Rodi, situata in una splendida posizione montuosa lungo la costa orientale. Ti consiglio di restare qui almeno un paio di giorni per goderti tutta l'atmosfera suggestiva e il l'incantevole fascino di questo posto oppure di inserirla come gita fuori porta se sei in vacanza a Rodi città.

di komelaluna 9 giugno 2011
Istruzioni
Difficoltà
come-e-perche-visitare-lindos-sull-isola-di-rodi
  1. Lìndos dista dalla città di Rodi circa 50 chilometri per cui è possibile raggiungerla in auto nel giro di un'oretta. Il grande fascino di questa cittadina è la sua superba posizione, ma anche l'abitato raccolto di tante piccole e basse case bianche sovrastate dall'imponente Acropoli che si staglia contro il mare blu. Inizia la tua giornata con un tuffo nelle acque limpide: puoi scegliere la baia di Pallade ai piedi della città oppure la, ancora più suggestiva, baia quasi chiusa di Àgios Pàvlos che si apre sull'altro lato dell'Acropoli.
  2. Nel primo pomeriggio passeggia tra le strette e pittoresche viuzze da cui potrai ammirare splendidi panorami e scorci indimenticabili. Le casette bianche con porte e finestre blu o marroni sono disposte intorno a cortili lastricati e hanno una caratteristica disposizione architettonica. La casa più famosa è quella del Capitano che presenta una facciata riccamente decorata con fasce decorative, disegni floreali e figure di animali.
  3. Le cose da vedere non sono moltissime, ma le poche sono decisamente interessanti: vista la Chiesa della Panagìa con bellissimi affreschi seicenteschi, l'Agios Geòrgios Chostòs che è la più antica chiesa di Rodi, i resti del teatro antico, la suggestiva Tomba di Archòkrates, ovvero una tomba a camera nella roccia risalente al 200 a.C. e la bella Tomba di Cleobulo al di là della baia di Pallade.
  4. Una visita a Lìndos non può prescindere dalla Acropoli che si trova in una posizione straordinaria e offre bellissime vedute sulle insenature e su tutta la città, oltre a numerosi reperti datati dal II millennio a.C. al Medioevo. La scalinata che conduce in alto è moderna, ma a sinistra potrai scorgere alcuni resti delle antiche scale.

Consigli di viaggio correlati