Idee di viaggio

Cosa vedere nel Cilento, tra mare, spiagge e borghi

Spiagge, scogliere, calette segrete ed anfratti, ma non solo. Cilento è anche archeologia, natura e buona cucina. Ecco cosa non dovete perdervi

Il Cilento, una delle zone meno conosciute e più sottovalutate d'Italia, nasconde in realtà spiagge segrete, scogliere, borghi di pescatori e importanti testimonianze archeologiche. 

LEGGI ANCHE: BORGHI PIU' BELLI IN CAMPANIA

Cilento, cosa vedere?

Dai resti dei complessi monumentali della Magna Grecia, ai paesini di pescatori passando per le spiagge più belle e le calette segrete, ecco quali sono le cose che dovete assolutamente vedere. 

 

Parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano

E' il secondo parco in Italia e si estende dalla costa tirrenica fino ai piedi dell'appennino campano-lucano.

Dai monti fino al mare, dove alla natura si affianca la mitologia con le spiagge dove i destini di Enea e Palinuro si sono separati. Il parco comprende anche i resti delle colonie greche di Elea/Velia, Paestum e la Certosa di Padula.

Visitare Paestum 

Nella Piana del Sele, vicino al litorale raggiungete uno dei più importanti complessi monumentali della Magna Grecia dove potrete trovare reperti e manufatti, specie se fate una visita al Museo Archeologico Nazionale.

Tre sono i templi ancora ben conservati. Il Tempio di Nettuno, il Tempio di Athena e la Basilica, il tempio dedicato ad Hera. Il sito fu scoperto nel diciottesimo secolo grazie alla costruzione della strada che ancora oggi divide in due l'anfiteatro del sito.

cilento-cosa-vedere

Assaggiare le Mozzarelle alla Tenuta Vannulo

Prima o dopo la visita a Paestum, decidete voi, ma non potete non entrare nella Tenuta Vannulo e mangiare mozzarella di bufala.

La Tenuta si trova nella piana del Sele, a Capaccio Scalo. Un luogo dove si producono, oltre alla mozzarella, anche gelati, yogurt e altri prodotti fatti con il latte. Potrete visitare il Museo permanente della civiltà contadina e se volete potrete soggiornare nella Tenuta. 

Santa Maria di Castellabate e Punta Tresino

Da Santa Maria di Castellabate, raggiungete la baia di Punta Tresino una meraviglia di spiagge e calette. Se ne avete voglia potrete percorrere uno spettacolare sentiero di trekking che vi porterà a spiaggette isolate e remote. Il percorso dura circa un'ora. 

castellabate_1

(Gimas / Shutterstock)

Spiagge di Punta Licosa

Protetti dal monte Licosa e superata la pineta potrete accedere a tante piccole spiagge rocciose che fanno parte della riserva marina di Castellabate. All'estremità della baia troverete l'isoletta con il faro che chiude il Golfo di Salerno.

Visitare Acciaroli 

Passando per le Ripe Rosse e il piccolo borgo di Agnone Cilento, dirigetevi verso Acciaroli. Col suo porto antico, la Torre normanna, le belle spiagge, visitate il borgo marinaro dove si dice che Hemingway abbia conosciuto il marinaio che ispirò il suo personaggio de il Vecchio e il Mare.

acciaroli

(Gimas / Shutterstock)

Velia/Elea

Da Acciaroli il viaggio prosegue verso sud, verso Ascea, fare visita a quel che resta di questa incredibile polis della Magna Grecia, di cui restano l'area portuale, Porta Marina, Porta Rosa, le Terme Ellenistiche e le Terme romane, l'Agorà, l'Acropoli, il Quartiere Meridionale e il Quartiere Arcaico. L'accesso al sito è da via di Porta Rosa.

LEGGI ANCHE: TRE GIORNI NEL CILENTO

Pisciotta

Continuate lungo il percorso, tra gli ulivi centenari e la costa e fermatevi a Pisciotta, il paese delle alici di menaica, chiamate così per la particolare tecnica con cui sono pescate. Non potrete non assaggiarle.

Roscigno, il paese abbandonato

E' un piccolo borgo abbandonato a causa delle frane. Il centro storico iniziò a svuotarsi già nei primi anni del 900 quando due ordinanze del genio civile obbligarono i residenti a trasferirsi nell'attuale parte del paese, Roscigno Nuova. Nel paese ora risiede un solo abitante che, dopo la morte di Dorina, unica vera ultima residente, si è trasferito in una delle vecchie case e trascorre le giornate per le vie deserte del paese, in attesa di qualche visitatore a cui raccontare la storia di Roscigno. 

roscigno

Grotte di Castel Civita

Se siete appassionati di speleologia, raggiungete il complesso di grotte che fanno parte del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. L'ingresso avviene da un piazzale situato a 94 metri d'altezza sul livello del mare. Da qui si prosegue con viuzze e gallerie fino ad arrivare ad ammirare stalattiti e stalagmiti. Il primo ingresso è su una grande grotta chiamata Bertarelli.

Cala degli Infreschi

Dirigetevi verso Marina di Camerota alla scoperta di spiagge, calette rocciose e grotte. Recatevi alla scoperta di Cala degli Infreschi, con le sue sorgenti di acqua fresca e dolce che sgorgano dal fondo marino. Si tratta di una caletta nascosta che si raggiunge solo in barca o a piedi lungo il Sentiero del Mediterraneo, che muove dal porticciolo di Marina di Camerota.

Mare e spiagge del Cilento

Protetta dal Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano, la costa del Cilento è ancora un paradiso selvaggio, al riparo dalle orde di turisti. Qui potrete trovare baie, calette e spiagge segrete, ma ci sono anche belle spiagge sabbiose come quella di Marina di Ascea, una delle più belle della regione. Qui abbiamo selezionato le più belle spiagge del Cilento.

 cilento-mare

Costa Cilentana

La costiera cilentana è il tratto di costa campano con più spiagge premiate: si contano 10 località selezionate nella guida blu di Legambiente e 8 località Bandiera Blu FEE. La costa cilentana è tratto racchiuso tra il golfo di Salerno e quello di Policastro. Tra i paesi che meritano una visita lungo la costa vi suggeriamo Agropoli, Casal Velino, Pollica, Velia, Ispani e Vibonati. 

Mappa Cilento

Sul Visit Cilento trovate la mappa delle zone da non perdere: le spiagge più belle, i borghi, i sentieri nella natura, il trekking e i suggerimenti su cosa mangiare. Qui trovate tutti gli itinerari da non perdere se state programmando una vacanza in Cilento.

Borghi del Cilento

Dominati da fortezze difensive, adagiati su colle o a ridosso della costa, il Cilento nasconde bellissimi borghi e paesini che meritano di essere scoperti per conoscere la vera essenza del luogo e per assaggiare la vera cucina tradizionale. 

Raggiungete Castelnuovo Cilento il paese che domina la valle dell'Alento e passeggiate per le sue strette stradine in pietra sulla cui cima svetta un castello medievale. 

Futani si trova lungo il sentiero Sacro, una della strade tracciate in quelle zone. Il santuario che si trova in cima, quello della Madonna del Sacro Monte, è stato meta di pellegrinaggi già dal Medioevo. 

Castellabate è un borgo ricco di memorie e di beni artistici e naturali. Stradine, vicoletti, archi, brevi gradinate, palazzi e case intercomunicanti si rincorrono tra mare e collina. 

Fellitto è una piccola fortezza medievale, circondata da torri e mura di cinta che dovete raggiungere per le bontà gastronomiche, dall'olio alle uve fino al fusillo IGP di cui è produttrice. Dall'alto di uno sperone roccioso il paese domina Gole del Calore.