Idee di viaggio

Tra le storiche cioccolaterie di Torino

Nei salotti frequentati dai Savoia, da Cavour o da Pavese, alla scoperta delle storiche cioccolaterie di Torino.

CIOCCOLATERIE STORICHE DI TORINO - Alcune mantengono ancora lo stile austero, elegante e lussuoso dell'800, altre offrono esperienze multisensoriali per gustare del buon cioccolato artigianale.


BICERIN, TORINO - Al Bicerin, lo storico caffè nel centro di Torino, a duecento anni di distanza dall'apertura mantiene ancora lo stesso aspetto. 

Entrate nel profumato locale, sedete al tavolo dove sedette Cavour e ordinate un bicerin, la bevanda simbolo di Torino dal gusto dolceamaro, fatta di cioccolata, caffè, crema di latte. La bevanda, nata fra le calde mura di questo piccolo Caffè, si diffuse piano piano anche negli altri locali della città. Viene servita in piccoli bicchieri senza manico, da cui il nome bicerin.

GUARDA ANCHE: COSA VEDERE A TORINO

Indirizzo: piazza della Consolata 5. Orario di apertura: dalle 8:30 alle 19:30. Chiuso il mercoledì fatta esclusione per il mercoledì precedente il 20 giugno, quello fra il 1° e il 4 novembre, e tutti i mercoledì compresi fra il 4 dicembre e il 6 gennaio.

cioccolaterie-storiche-torino

GUIDO GOBINO, TORINO - Nella bottega artigianale Guido Gobino da anni si produce l'eccellenza del cioccolato artigianale della città.


E' il tempio del gianduiotto insieme a Peyrano. Ad attendervi nella cioccolateria artigianale c'è una sala degustazione dove troverete installazioni video e sonore, olfattori, una sala di lettura per approfondire le conoscenze sul mondo del cioccolato e infine un immenso patrimondio, tutto da assaggiare.

Tra le prelibatezze da non perdere troverete i giandujotti classici, i giandujottini Tourinot, cremini all’olio extra vergine di oliva e tante bontà al cioccolato sfuse o confezionate.

Nella sede storica di Via Cagliari, oltre al Laboratorio di produzione, il piano terra ospita il primo negozio di Guido Gobino; altrimenti l'appuntamento è in via Lagrange, dove potrete vivere l'esperienza multisensiorale dedicata al cibo degli dei. 

Indirizzo: Indirizzo: Via Cagliari 15/b, 10153 Torino. Orario: Da Lunedì a Venerdì 08:30 / 12:30 14:30 / 18:00. Sabato mattina 08:30 / 12:30.

Indirizzo: Via Lagrange 1, 10123 Torino. Orario: Lunedì 15:00 / 20:00. Da Martedì a Domenica 10:00 / 20:00.

 

Contemporary art masterpiece or Artisanal Chocolate made in Turin?

Una foto pubblicata da Guido Gobino (@guidogobino) in data: 2 Ott 2016 alle ore 10:02 PDT

 

PEYRANO, TORINO - Lo storico Peyrano conosciuto in tutto il mondo per le fantasie latte e fondente, i grappoli, la crema arancio, i diablottini e diablottoni, le lingue di gatto, i giandujotti e i cremini.

Quello che troverete è un accogliente locale pieno zeppo di cioccolatini e leccornie preparate dai migliori cioccolatieri della scena internazionale. 

Indirizzo: Corso Moncalieri 47. Orari: dal lunedì al sabato dalle ore 9-12,30 e 15-19,30. Chiuso: mercoledì pomeriggio e la domenica tutto il giorno

Indirizzo: Corso Vittorio Emanuele 76. Orari: dal martedì al sabato dalle ore 9-19,30 Domenica 9-13. Chiuso: domenica pomeriggio e lunedì tutto il giorno 

 

 

BARATTI E MILANO, TORINO -  Lo storico locale in Piazza Castello è stato fondato nel 1858 ed è da allora orgoglio della città. Riconosciuto come Locale storico d'Italia, nella caffetteria potrete assaggiare cioccolata e panna montata preparate esclusivamente a mano

Lo storico fornitore della Real Casa ha sempre prodotto confetti, gianduiotti, caramelle e piccola pasticceria, utilizzando lo stemma Sabaudo nelle sue confezioni.

Sarà un piacere assaggiare la densa e cremosa cioccolata calda rivolti verso la Galleria Subalpina, come facevano anni e anni addietro Pietro Mascagni o Guido Gozzano. Nella caffetteria potrete inoltre comprare le tantissime varietà di cioccolato e cioccolatini della casa. 

IndirizzoPiazza Castello 29

 

#turin #barattiemilano

Una foto pubblicata da Valentina (@ualeeeeee) in data: 20 Giu 2015 alle ore 10:03 PDT


PLATTI - Se vi trovate lungo Corso Vittorio fate una sosta allo storico Bar Platti, in attività sin dal 1875. Tra i forniti banconi di prelibatezze torinesi non perdete un assaggio dell'inimitabile cioccolata calda al Cointreau, con scorzetta d’arancia.


E dopo esservi leccati i baffi fate un salto nell'attigua pasticceria che offre un’amplissima scelta di bignole, piccoli pasticcini tipicamente torinesi, e dolci, tra i quali la Torta Platti dalla ricetta segreta, e di golosa pralineria al cioccolato.

Indirizzo: Corso Vittorio Emanuele II, 72

 

|| So happy that Platti keeps on serving us, well all the others escape from this city! || #sweet #lestradeditorino

Una foto pubblicata da Le strade di Torino (@lestradeditorino) in data: 22 Ago 2016 alle ore 07:36 PDT

 

CAFFE' FRATELLI FIORIO"Cosa si dice al Fiorio?" Chiedeva ogni mattina Carlo Alberto negli anni in cui si leggeva, in anteprima, tra quelle mura, lo statuto Albertino. Ancora oggi da allora, il suntuoso caffè punto di incontro di artisti, aristocratici e uomini politici come Massimo D'Azeglio, Giovanni Prati, Cavour, accoglie i visitatori proponendo deliziose cioccolate calde e gustoso gelato artigianale.


Definito come il caffè dei Machiavelli e dei Codini, non perdete un assaggio del buonissimo gelato e dello zabaione oppure concedetevi un sublime assaggio del gianduiotto con crema e panna, o del classico gelato al torroncino e nocciola.

Indirizzo: Via Po 8, Torino

 

PEPINO, TORINO - Se con le fredde temperature è d'obbligo il cioccolato caldo, bollente e denso, per tutto il resto dell'anno ci sono i deliziosi gelati al cioccolato. 


La pasticceria Pepino nel 1939 brevettò il buonissimo e imitatissimo Pinguino, il gelato alla crema vaniglia, al cioccolato o alla nocciola, ricoperto da fine cioccolato amaro. 


Indirizzo: Piazza Carignano, 8, 10123 Torino

 

Il grigio di un mattino, da Pepino! 🐧 #discovertorino #pepinotorino

Una foto pubblicata da Ludovica Megna (@ludovicamegna) in data: 3 Ott 2015 alle ore 02:43 PDT

 

PFATISH, TORINO - Fondato nel 1915 dal maestro Gustavo Pfatish conserva ancora vetrine, banconi, arredi e persino molte attrezzature del laboratorio di pasticceria degli anni venti. E’ un’istituzione torinese della cioccolata e dei cioccolatini, frequentata dal principe Umberto e la principessa Iolanda di Savoia, da Cesare Pavese, Primo Levi e Indro Montanelli.


E' stato proclamato Locale Storico d'Italia. All'ingresso vi troverete di fronte ad elegantissimi arredi e lampadari pregiati ed ad attirare subito la vostra attenzione saranno i must della pasticceria artigianale, le meringhe al cioccolato, simbolo del locale, oppure i maron glacè o la torta festivo con scaglie di cioccolato. Non perdete l'assaggio dello speciale gianduiotto espresso, magari al bancone visto che c'è solo un tavolo nel locale.