Idee di viaggio

Le spiagge segrete d'Italia

Ci sono baie e calette paradisiache, segrete o quasi sconosciute, dove godersi il mare più bello rigorosamente lontani dalla folla e da lunghe file di ombrelloni.

SPIAGGE SEGRETE ITALIA - Dal Salento alla Sardegna, passando per la Toscana e la Sicilia, ecco le spiagge paradisiache meno frequentate d'Italia,  ovvero le spiagge segrete dove godersi il mare più bello, lontani dalla calca.

GUARDA ANCHE: 10 SPIAGGE LOW COST

PUNTA CRENA, LIGURIA -  Fondale basso e acqua cristallina, Punta Crena è una delle spiagge più affascinanti della Riviera di Ponente.

Una caletta isolata, circondata da ripide scogliere e scavata dall'erosione costante del mare, uno scrigno nascosto e poco frequentato anche nei giorni di punta della stagione balneare.

spiagge-segrete-italia

COME RAGGIUNGERE PUNTA CRENA: Dal più affollato molo Varigotti, si raggiunge a nuoto, meglio se con l'aiuto di un materassino, una canoa o un pedalò. I più avventurosi potranno percorrere un sentiero che dalla montagna scende sulla baia. Un tratto del percorso è piuttosto pericoloso ed è raccomandato calarsi con l'aiuto di una corda. 


SPIAGGIA DI REMAIOLO, ISOLA D'ELBA - Un sentiero sterrato lungo più di un km attraversa un'Elba intatta e selvaggia. La spiaggia di Remaiolo, nel comune di Capoliveri, è un angolo paradisiaco di sabbia e ghiaia.

Una roccia la separa da una caletta più piccola e ancora più selvaggia e isolata. Lasciate che l'odore di tamerici risvegli i vostri sensi, ma niente paura, nonostante la vocazione decisamente wild di questa spiaggia, troverete poco lontani un bar e un ristorante per placare sete e improvvisi languorini.

COME RAGGIUNGERE LA SPIAGGIA DI REMAIOLO. Da Capoliveri seguite le indicazioni per Punta Calamita. Superato il Villaggio Costa dei Gabbiani si imbocca il sentiero sterrato che conduce alla spiaggia, da percorrere in bici o a piedi.

spiaggia-di-remaiolo-isola-d-elba


CALA GOLORITZE, SARDEGNA - Se il paradiso terrestre avesse una forma conosciuta sarebbe questa: Acqua piatta color indaco, rocce dalla forma fantasiosa che fanno largo all'immaginazione, imitando figure strane e leggende di pietra. Nel comune di Baunei, in provincia di Ogliastra, Cala Goloritze è al riparo dagli sguardi indiscreti eD appannaggio dei bagnanti meno pigri. Per conquistarvi il paradiso armatevi di spirito e coraggio.

Il suggestivo sentiero di circa un'ora di percorrenza passa attraverso una vecchia mulattiera un tempo usata dai carbonai, battuta dal sole a picco.

COME RAGGIUNGERE CALA GOLORITZE: Il modo più semplice per raggiungere Cala Goloritze è via mare da Cala Gonone o dalla spiaggia di Santa Maria Navarrese o via terra attraverso il sentiero che parte da Golgo.

spiagge-segrete-cala-goloritze-sardegna_edited-1


SPIAGGIA DELLA MARINELLA DI PALMI, CALABRIA - Nella parte settentrionale della Costa Viola, una stradina si inerpica tra la macchia mediterranea, di sotto c'è il mare più azzurro della Calabria. I fondali della Spiaggia della Marinella di Palmi sono i più amati dai sub e da chi fa snorkeling. Nonostante sia facilmente raggiungibile è anche poco frequentata. Dopo una giornata di mare fermatevi al vicino Anfiteatro animato da un ricco calendario di eventi, concerti e manifestazioni.

COME RAGGIUNGERE MARINELLA DI PALMI: Raggiungete Palmi e da lì poseguendo in direzione sud-ovest chiedete indicazioni per Marinella, tutti la conoscono e sapranno aiutarvi!

 

SPIAGGIA DI MARINELLO, SICILIA - Una bellezza selvaggia e paradisiaca, una donna miscredente e una Madonna nera: gli elementi per un fascino leggendario sono al completo.

Secondo la tradizione gli scenografici laghetti di Marinello si sono formati  per abbracciare la bambina che, caduta dalle braccia della madre miscredente, venne avvolta dalla sabbia bianca e soffice che si materializzò per volere della Vergine Nera di Tindari al posto del mare turbolento. In questi due km di litorale il mare è calmo e l'acqua trasparente e tiepida. Verso ovest si apre l'incantevole spiaggia di Valle Tindari, tra i promontori di Mongiove e Tindari.

COME RAGGIUNGERE LA SPIAGGIA DI MARINELLO: Da Messina, uscendo all'uscita Falcone si raggiunge il bivio per Tindari. Seguire poi le indicazioni per i laghi di Marinello.


spiaggia-di-marinello

PORTO FERRO, SARDEGNA - Poco sopra Alghero c'è un lago litoraneo chiamato Baratz diviso dal mare da un'unica striscia di terra ferma. La duna forma una baia semicircolare delimitata ai due estremi da due pittoresche torri.

La spiaggia di Porto Ferro è molto frequentata nell'estremo meridionale dove c'è un bar che con i suoi servizi attira i più pigri. Proseguendo verso nord si inizia a respirare la tranquillità, insieme agli odori poetici della macchia mediterranea che ricopre la duna e di una distesa di gigli di mare. Finita la spiaggia inizia la scogliera e ancora acqua trasparente e beata solitudo.

COME RAGGIUNGERE PORTO FERRO: Da Alghero si prosegue per circa 20 km in direzione nord seguendo le indicazioni per Porto Ferro. Raggiunta la spiaggia semicircolare si cammina a piedi verso nord fino a raggiungere la meritata tranquillità.

spiagge-segrete-sardegna

PORTO BADISCO, LECCE
- Gli scogli bianchi e aguzzi della scogliera, interrotta solo da una piccola baia sabbiosa, proteggono Porto Badisco dalle orde di turisti che affollano calette e spiagge salentine. Tra le destinazioni del Salento è la più selvaggia e incontaminata ed è il posto dove, secondo il mito, Enea approdò sulle coste italiane. Oltre al relax ci sono le bellissime grotte sotterranee o a pelo d'acqua, come la Grotta dei Cervi: 2 km di anfratti personalizzati da dipinti rupestri di oltre 4 millenni fa.

COME RAGGIUNGERE PORTO BADISCO: Porto Badisco si raggiunge proseguendo da Lecce sulla litoranea in direzione sud per Porto Badisco. Qui l'ideale è muoversi a piedi per eslorare tutto il tratto di scogliera.


porto-badisco-salento

SPIAGGIA DEL BUON DORMIRE, CILENTO - La spiaggia del Buon Dormire è una mitica baia sabbiosa ai piedi dell'imponente Capo di Palinuro. E' qui che Ulisse fu tentato dal canto delle sirene e che il nocchiero Palinuro si addormentò con le dolci parole sussurrate dal dio del sonno, perchè Enea compisse il suo destino. Pochi bagnanti, acqua cristallina e un'infinità di grotte che scavano il perimetro del promontorio circostante.

COME RAGGIUNGERE LA SPIAGGAI DEL BUON DORMIRE: Si raggiunge scendendo 500 scalini a picco sul mare o altrimenti con il boat tour delle grotte che lascia i turisti in questa spiaggia paradisiaca per poi passare a riprenderli solo nel tardo pomeriggio.

 

 

#thebeach #palinuro #spiaggiadelbuondormire #baiadelbuondormire

Una foto pubblicata da Mauro D'Addazio (@maurodaddazio) in data: 3 Mag 2015 alle ore 03:45 PDT