Zingarate

5 cose che risulterebbero utili ad Amsterdam ma non sono ancora state inventate

1) Il corno di alce portatile per attirare l’attenzione dei camerieri: io le ho provate tutte, giuro! Anzi no, ancora non mi sono calato le braghe sbandierando le chiappe in aria…Ad ogni modo, alzare la mano, cercare il contatto visivo, chiamare, sventolare vessilli, fare i porot sotto alle ascelle con la mano non riesce ad attirare l’attenzione dei camerieri di Amsterdam, tanto meno se sono olandesi. Secondo me, soffiare in un corno d’alce, aiuterebbe…

2) Il riduttore di velocità per le motorette a tre ruote delle vecchie: ci sono anche nei Paesi Bassi le bande di motociclisti, coi baffoni e le panze, ma le più temibili riders sono le nonne olandesi con problemi di deambulazione, che utilizzano dei ciclomotori elettrici (secondo me truccati…) che sfrecciano sulle ciclabili, tra le corsie dei supermercati, ti inseguono anche per le scale se le fai arrabbiare! Io ne ho timore e non le guardo mai negli occhi per paura di diventare la loro prossiam vittima. Per la cronaca, Batman ha un trabiccolo del genere anche lui…

3) Il cappello con le mani allungabili per tirare gli schiaffoni all’amsterdamita che ti deve dire sempre la sua opinione, soprattutto se non richiesta: ce ne lamentiamo in tanti, in particolare chi è appena arrivato. L’olandese medio, soprattutto se autoctono di Amsterdam, ti deve far sapere qual’è il suo punto di vista. Anche quando non lo conosci. Anche quando non te ne frega nulla di quello che ha da dire. Soprattutto, non ci sono filtri che gli permettano di scegliere le parole più opportune. Questo cappellino mi piacerebbe molto…Non solo da usare con gli olandesi in realtà…

LEGGI ANCHE: 10 cose da non fare se venite a visitare Amsterdam

4) Le targhette adesive con scritto “meglio fuori che dentro!” e la faccia di Shrek da attaccare a chi non si tiene per sè i propri gas corporali: capita ovunque che sei in fila al bancomat o in tram e che a chi ti sta davanti parta una scureggina o il ruttino. Di solito, c’è un momento di imbarazzo, una risata nervosa e poi l’esalatore di gas si scusa con la faccia di chi vorrebbe essere inghiottito da un tombino in quell’istante. Qui no. Oltre al fatto che in questa città mi sono trovato in tal fetùsa situazione un numero di volte che sorpassa la mera casualità scientifica dell’incidente, qui ci si impegnano proprio, per buttarla fuori tutta…L’aria…Da ovunque essa debba uscire…Se non sono scuregge o rutti, sono gran ravanate nelle narici. Che tanto è tutta roba naturale e che fai anche tu…Solo che tu ti nascondi nel farle…Ma che ti vergogni a fare eh! Siamo in una società ugualitaria qui! Guai poi se fate lo sguardo del toro che gli si è attaccata la talpa alle balle! Sei tu quello strano che fa le facce grosse per delle piccolezze!

5) I depositi di cassette vuote del latte in punti strategici della città da prendere in prestito per fare conversazione con gli olandesi, guardandoli negli occhi: per la media nazionale, noi italiani siamo alti quanto un ragazzino che sta finendo le scuole primarie. Siamo come degli Hobbit che cercano di fare le chiacchere con gli Elfi spilungoni e si fanno venire il torcicollo guardandoli negli occhi. Le poche volte che mi capita di guardare un olandese dritto dritto nelle iridi marinaie è quando sono al supermercato e mi appresto a prendere il latte intero per i cappuccini, quello nello scaffale alto. L’emozionante esperienza è resa possibile dai 25 cm di rialzo grazie alla cassetta vuota del latte sotto ai miei piedi. Io ne metterei dei distributori in giro per la città, aggratis, che si fa prima che accorciare gli olandesi.

Avete in mente altri oggetti ancora non inventati che potrebbero risultare utili a chi visita questa città? Lasciate un commento qui sotto, oppure sulla nostra Pagina Facebook (QUI) a cui potete iscrivervi cliccando “Mi Piace”!

Ti è piaciuto questo articolo? Seguici su Facebook!

VN:F [1.8.7_1070]
Gradimento: 8.7/10 (6 voti)
5 cose che risulterebbero utili ad Amsterdam ma non sono ancora state inventate 8.7 6

Articoli correlati

5 Commenti

5 risposte a “5 cose che risulterebbero utili ad Amsterdam ma non sono ancora state inventate”

  1. federica dice:

    18 ago 2012 alle 08:11

    ahah hai ragione, provo sopratutto dello sconcerto per quanto riguarda la “condivisione” di gas…2 settimane fa ad una cena di amici il mio ragazzo (olandese) ed i suoi fetusi amici cpntinuavano ad espellere da ogni dove, io li guardavo malissimo e la stramba alla fine sono stata io!

  2. Olandesina76 dice:

    19 ago 2012 alle 12:37

    Ahaha,al solito,mi metti i sorriso in faccia,mi sei mancato Alfuccino bello :-) sono testè rientrata dalle verde Irlanda e ti dirò,non è che gli irlandesi si facciano più problemi dei Dutch,anche loro esternano volentieri ^^

  3. marco amico di sara dice:

    19 ago 2012 alle 16:29

    Uuuuuh! Curiosità!

  4. Ligeia dice:

    21 ago 2012 alle 09:43

    Federica, ma tu non gli dici nulla, almeno al tuo ragazzo?
    Il mio ragazzo verrebbe preso a legnate se si azzardasse a fare una cosa simile.

    Io voto per i distributori di fazzoletti di carta/tovaglioli/carta igienica. Qualsiasi cosa per fargli pulire il naso quando hanno il moccio, o la bocca quando sono sporchi di gelato o le mani quando hanno appena finito l’aringa o le patat oorlog e sono tutti unti e bisunti.

  5. marco amico di sara dice:

    21 ago 2012 alle 09:56

    Dai che ti piace l’olandese unto, smettila! :)


Lascia un commento