Racconti di viaggio

Perché Praga è una città fiabesca ed incantevole

Viaggio low cost nella capitale ceca, un viaggio super consigliato nel cuore di una città fiabesca dall'atmosfera incantata.

COSA VEDERE A PRAGA - Da coppia di studenti universitari, dove si può andare in vacanza per un paio di giorni in Agosto con un budget limitato?
Chiaramente ci è venuta in mente Praga, che molti ci hanno consigliato in quanto bella ed economica.

Siamo partiti con WizzAir, atterrando intorno alle 19. Abbiamo ritirato le nostre belle corone ceche e poi abbiamo fatto un po’ di spesa per snack e panini all’interno dell’aeroporto in modo da avere gli spiccioli per 2 biglietti (34 CKZ a testa) da 90 minuti per andare all’ostello.

DOVE DORMIRE A PRAGA - Dopo il nostro percorso di circa una ora (bus fino a Dejvickà e poi metro) siamo arrivati all’ostello, il Sokolska Youth Hostel, dove ci siamo sistemati. Siamo usciti a bere una birra a The Pub, un pub a pochi passi dall’ostello dove si può spillare la propria birra al proprio tavolo. Poi a letto presto, ci aspettava una giornata molto impegnativa il giorno dopo.



Giorno 2

COSA VEDERE - Ci siamo alzati presto per vedere la città senza troppi turisti, alle 7 eravamo già in centro per esplorare la zona di Stare Mesto attorno all’orologio astronomico. Per strada abbiamo scoperto lo Trdl, un dolce tipico dalla forma cilindrica rotolato nello zucchero, appena sfornato.

GUARDA ANCHE: TRE GIORNI A PRAGA

Alle 9 abbiamo visto il primo scoccare dell’orologio astronomico, un must-see di Praga. Poi ci siamo diretti verso il Ponte Carlo, perfettamente deserto a quella ora, per qualche foto e per ammirare le statue lungo i due lati del ponte. Alla fine del ponte ci siamo avventurati sulla isola Kampa per una meritata pausa all’ombra degli alberi e per ammirare il mulino dell’isola.

A questo punto, ci siamo avviati verso la salita per il Castello, o Hradcany, dove abbiamo fatto il tour breve (250 corone intero e 125 ridotto per studenti al di sotto dei 26 anni). Dopo aver visitato la spettacolare Cattedrale di San Vito, la Basilica di San Giorgio, l’Antico Palazzo Reale e il leggendario Vicolo d’Oro era ormai ora di pranzo per cui ci siamo avviati nei giardini dietro al Castello, trovando un angolino per mangiare i nostri panini con la spesa del giorno prima. Alla fine, ci siamo avviati al Primo Cortile per osservare il Cambio della Guardia che avviene ad ogni ora.

Stufi della massa di turisti e delle guide che parlavano ogni lingua, ci siamo diretti ad una zona limitrofa al Castello, la Loreta, per esplorare i vicoli puliti e le casette fotogeniche, oltre alla Chiesa e al Convento della zona. Su Nový svet abbiamo trovato un delizioso locale per fare una pausa espresso, chiaramente molto diverso dal caffè italiano ma ugualmente buono.

Volendo immergerci in un po’ di verde, abbiamo preso un tram per andare al parco di Mala Strana, la collina di Petrìn, dal quale abbiamo preso la funicolare per arrivare in cima alla collina. Facendo una passeggiata per il parco, usata dai cechi stessi per portare a spasso il cane o bere una birra con gli amici,  ci siamo riposati. Siamo scesi a piedi verso la zona di Mala Strana per rilassarci e prendere una birra al “Booze Bar” prima di avventurarci verso la zona est del castello per vedere i palazzi lussuosi e i giardini (anche se da fuori perché ormai chiusi dopo le 18.00).

Tornati verso Malostranské nàmesti abbiamo scelto un locale, il Palliardi caffè, che non è stata la scelta migliore in quanto il cibo non sembrava fresco e il prezzo sul menù non conteneva l’IVA. Malgrado questo, ci siamo goduti il nostro goulash e i nostri dumplings con patate e pane. Siamo tornati a casa sul tram per riposarci dopo questa lunga giornata.

Giorno 3


MUSEO NAZIONALE DI PRAGA - Abbiamo fatto colazione in tranquillità all’ostello e poi ci siamo avviati verso il Museo Nazionale, facendo per strada un po’ di spesa. Arrivati al Museo Nazionale l’abbiamo ammirato da fuori e poi ci siamo fatti una passeggiata lungo la larga Václavské náměstí con la statua di San Venceslao. Per strada abbiamo comprato due boccali di vetro della PilsnerUrquell che è praticamente onnipresente nei locali praghesi in quanto birra prodotta in Repubblica Ceca, un bel ricordo del nostro viaggio.

Alla fine della strada abbiamo preso la metro per visitare il Museo di Praga e ammirare la miniatura di Praga dell’800. Il museo è piccolo e le signore che ci lavorano sono molto disponibili. Su due panchine fuori dal museo abbiamo mangiato anche quel giorno i nostri panini e due prodotti locali che avevamo comprato al supermercato la mattina stessa; un panino con finocchio, un cornetto salato con Wustel di Praga e una specialità con cavolo.

GUARDA ANCHE: QUATTRO GIORNI A PRAGA

COSA VEDERE AL QUARTIERE EBRAICO - Siamo tornati verso il centro di Praga con la metro per esplorare l’ultima zona che ci mancava cioè la Josefov, la zona ebraica. Essendo un sabato non potevamo esplorare l’interno del Cimitero Ebraico e delle Sinagoghe Vecchio-Nuova e Spagnola ma ci siamo rilassati a passeggiare tra i palazzi Art Nouveau e infine attraversare la Moldava dal ponte Cechuv most per arrivare alla zona Lètna.

Abbiamo fatto una ripida scalinata su per Lètna per visitare il Metronomo di Vratislav Norak e guardare gli skateboarder dietro il monumento. La vista era la migliore che abbiamo visto di Praga.

Una volta scese le scale ci siamo fatti una passeggiata lungo il lungofiume della Moldava fino al Ponte Carlo e ci siamo inoltrati dentro Stare Mesto per comprare i piccoli souvenir di dovere ai parenti e vedere questa zona anche nel pieno dell’attività.  La nostra ultima sera abbiamo cenato molto bene in un locale specializzato in piatti a base di Birra, Pirovavarsky dum in Praga 2, dove fanno addirittura la marmellata a base di birra per le crepes e si specializzano in 8 tipi di Birre da assaggiare.

Partenza


Abbiamo fatto lo stesso percorso dell’andata con i mezzi pubblici che, essendo frequenti (leggermente di meno di domenica ma comunque frequenti) non ci ha dato problemi.

In generale, un viaggio molto piacevole che consiglio a tutti di fare, sia che siate in gruppo o da soli, Praga è una città fiabesca e incantevole, in particolare se vi piacciono la birra e i tram.

Autore: Melinda1992