Idee di viaggio

Ronda: la città sull'abisso

Nel cuore dell'Andalusia c'è una città spettacolare costruita su uno strapiombo

RONDA GUIDA - A 100 km da Malaga, la capitale della Costa del Sol, c'è una città diversa da tutte le altre.

Ronda è costruita su uno strapiombo, ed una gola vertiginosa e profonda divide la città a metà.

ronda-visitare

L'impianto è ancora quello di derivazione araba e nel centro storico, La Ciudad, ci sono ancora le strette viuzze che la fanno assomigliare ad una medina con gli difici arabi.

 

 

ronda-guida-andalusia

La gola scavata dal torrente Guadalevin è alta 120 metri ed è conosciuta come El Tajo de Ronda, il taglio di Ronda.

ronda_1

Un ponte fiabesco collega le due parti della città e il fiume, che scorre alla base del ponte, crea un salto spettacolare gettandosi dalla rupe.

Questo ponte enorme è un po' il simbolo di Ronda e si chiama Ponte Nuevo. Altri due ponti però sono altrettanto famosi ed iconici: sono il Ponte Nuevo e il Ponte Arabo.

 

ronda-guida

GUARDA ANCHE: POSTI SCONOSCIUTI DELLA SPAGNA

COSA VEDERE A RONDA

A Ronda si trova la Plaza de Toros tra le più antiche della Spagna. La struttura può essere visitata e all'interno c'è anche un museo.

 

Ronda. Plaza de toros. #plazadetorosronda #Ronda #Málaga

Un post condiviso da Emilio Rodriguez-Martos (@erdguezmartos) in data: 16 Apr 2017 alle ore 10:10 PDT

 

Al Mirador de Ronda si può ammirare in tutta la sua incredibile bellezza il panorama a picco sulle rocce aspre. Poco lontano, dai vialetti dell’Alameda del Tajo, ci sono altri bei panorami sulle colline intorno alla città. 

 

#ronda #spain #viewpoint #miradorderonda

Un post condiviso da Ville Vairinen (@villevairinen) in data: 18 Lug 2017 alle ore 02:39 PDT

 

Calle Cuesta de Santo Domingo è la strada che costeggia il Tajo, mentre dal Parador de Ronda ci si può affacciare sull'incredibile Ponte Nuevo, uno dei tre ponti che uniscono le due parti della città.

 

 

Da Calle Cuesta de Santo Domingo si raggiunge la Casa del Rey Moro. Si paga l'ingresso per visitare i bei giardini e l'attrazione più curiosa: la Mina del Rey Moro. Una galleria scavata nella roccia a scopo difensivo permette di arrivare all'altezza del fiume.

 

 

Dai Jardines de Cuenca, che si raggiungono attraversando il Puente Viejo, si può ammirare il Ponte Nuovo da una prospettiva inedita, trovandoselo davanti.

 

 

I Banes Arabes di Ronda sono una meraviglia da visitare assolutamente. Le volte e le stanze perfettamente conservate sono intarsiate con aperture a stella che lasciano filtrare la luce.

Il Palacio de Mondragon nasconde alcuni dei patii più belli di Ronda. Da visitare assolutamente.

 

#ronda #andalucia #palaciodemondragon #españa #traveling #wonderfull #places @ok_andalucia @viveandalucia

Un post condiviso da Caterina (@kya.mica) in data: 13 Lug 2017 alle ore 14:00 PDT

 

DOVE SI TROVA RONDA?

Ronda si trova in una zona collinare dell'Andalusia, tra la Sierra de Grazalema e la Sierra de las Nieves. Si trova nella provincia di Malaga che è la grande città più vicina a Ronda. Granada dista circa 180 km mentre Malaga un centinaio.

Da qui parte la strada dei Pueblos Blancos che passa per i paesini della Costa del Sol e per quelli dell'interno, tutti accumunati dal caratteristico colore bianco e dalla bellezza di stradine e patii fioriti. Qui trovate i paesini più belli da vedere in Andalusia

COME ARRIVARE A RONDA

Il mezzo migliore per raggiungere Ronda è l'auto. Da Malaga ci vuole circa un'ora e mezza di macchina.

Con il treno bisogna fare alcuni cambi ed aspettare troppo a lungo in piccole stazioncine lungo il cammino. Con gli autobus invece la visita è più fattibile. Ce ne sono diversi che tutti i giorni partono da Malaga per raggiungere Ronda in circa 2 ore di viaggio.