Racconti di viaggio

Tre giorni fra Girona e Carcassone

Con Vaniglia lungo un itinerarario che la porterà a Carcassone, passando per l'abbazia di Fontfroide, la misteriosa Rennes le Château, il Museo Dalì a Girona e tanto altro

autore: Vaniglia
periodo: gennaio
offerte voli low cost

“Ma quando mi porti a vedere Carcassonne?” Mai capito il motivo ma mio marito aveva questa fissazione per la piccola cittadina francese e ad ogni scelta di viaggio continuava a proporre questa meta. Io ho sempre glissato convinta di poterla raggiungere in auto in un futuro e gli dicevo:”sfruttiamo i voli low cost finchè possiamo”, invece circa un anno fa leggo un racconto di viaggio di due ragazzi che hanno raggiunto Carcassonne partendo da Girona....controllo su una mappa e vedo che distano poco più di due ore: bene! Così aspetto un'offerta della Ryanair che arriva a metà novembre: volo Pisa-Girona con partenza alle ore 10 di venerdì 22 gennaio e ritorno alle 17:30 di domenica 24 gennaio a 2 euro a persona a/r (solo bagaglio a mano, no priority e nessun acquisto assicurazione)...voi che avreste fatto: io ho prenotato!


Procedo poi alla prenotazione degli alberghi scegliendo una tariffa cancellabile fino alle 18 del giorno stesso della prenotazione senza penale e tramite hotel.com, scelto perchè avevo un codice sconto del 10%, prenoto la prima sera all'hotel Premiere Classe di Perpignan e la seconda all'hotel Sidorme di Figueres.

Albergo premiere classe: Lat: 2.88416, Long: 42.65947
http://www.premiere-classe-perpignan.fr/en/index.aspx
Costo 33 euro doppia senza colazione.
Colazione al costo di 5 euro a persona.
Accanto all'albergo si trova il ristorante Buffalo Grill e un grosso centro commerciale con ristorante self service molto conveniente anche se di non eccelsa qualità.

Gli aspetti positivi dell'albergo sono il basso costo, il parcheggio gratuito, la pulizia, la zona tranquilla e l'ottima climatizzazione. Il personale è gentile ma parla solo francese.
Gli aspetti negativi sono l'assoluta necessità di un mezzo proprio visto che dista almeno 10 minuti di auto da Perpignan, il rumore proveniente dalla strada e quello dei vicini di stanza viste le pareti sottilissime e le dimensioni davvero minuscole della stanza e del bagno ma per una notte o 2 lo consiglio sicuramente. Vi danno un buono con il 15% di sconto sul vicino ristorante campanile.

Albergo Sidorme Figueres: Lat: 42.26663887684224 Long: 2.9979372024536133
http://www.sidorme.com/cheap-hotel/sidorme-figueres
Costo 44 euro doppia senza colazione
L'albergo è nuovo, moderno, colorato, pulito e le camere sono spaziose. Il parcheggio è gratuito mentre la colazione costa circa 5 euro a persona. Necessita dell'uso di un mezzo proprio visto che si trova sulla strada per Roses. Dista circa 10 minuti di auto da Figueres. Assolutamente da consigliare anche per l'ottimo rapporto prezzo/qualità.


Visto il freddo patito alcuni anni fa a Saragozza e Valencia in gennaio, abbiamo deciso di partire solo con un meteo favorevole. Fino al mercoledì precedente le previsioni davano pioggia ma non freddo, invece 2 giorni prima migliorano notevolmente e decidiamo di partire e infatti l'unica pioggia la prenderemo nel momento dell'imbarco del ritorno.

Il problema è stato trovare l'auto ad un prezzo ragionevole all'ultimo momento ma ci siamo riusciti: prenotazione su autoeurope.it ad un prezzo ridicolo che ci ha mandati all'avis e con circa 74 euro abbiamo noleggiato l'auto per 3 giorni con tutte le assicurazioni: direi ottimo! Nonostante la prenotazione di una macchina piccola ci hanno dato una comoda e grigietta Seat Leon almeno diesel. Km percorsi circa 600, con una spesa di circa 40 euro di carburante.

Mi tolgo subito l'argomento cibo convenendo che io e mio marito facciamo un pochino vergogna ma non siamo amanti del mangiare bene e ben serviti quindi ci accontentiamo di sopravvivere. Se la colazione non è compresa nel prezzo della camera usiamo i bar (che in Spagna non aprono mai prima delle 9) in quanto più di un dolcetto non riusciamo a mangiare, per pranzo un panino fai da te o un gelato e a cena ristorantino.

La prima sera volevamo cenare da Buffalo Grill ma visto che erano solo le 7:30, prima decidiamo di comprare l'acqua nel vicino Auchan dove invece troviamo un selfservice: Flunch che con 9 euro a testa permette una bibita, pane, dolcetto, un piatto di carne o pesce e verdure/pasta a volontà da un buffet. La seconda sera tentiamo la ricerca di un ristorante a Figueres ma dopo circa un'ora di cartelli “chiusura per ferie” decidiamo di correre in un supermercato a recuperare qualcosa nel reparto rosticceria che consumeremo in albergo.

Le strade sono tutte molto curate e si trovano sia superstrade (gratuite) che autostrade (a pagamento, circa 2 euro ogni 30-40 km) che corrono parallele. La frontiera tra Spagna e Francia in autostrada è come quella Svizzera cioè c'è ancora la struttura doganale e ci sono i controlli benchè pochissimi.

Altra parentesi Ryanair: nessun controllo di peso e misure all'aeroporto di Pisa ma solo perchè eravamo in regola mentre molte persone alla mancata entrata del bagaglio a mano nell'apposito cestello, sono stati costretti all'imbarco. L'evento strano è che è vero che c'è scritto che il gate chiude mezz'ora prima dell'orario di partenza del volo, ma non mi era mai accaduto prima, tanto che una decina di persone han perso il volo (li ho visti mentre ero in fila fuori dalle vetrate) quindi regolatevi: che siano diventati zelanti?


Per il ritorno controlli rigorosissimi delle dimensioni del bagaglio a mano al momento dell'imbarco con notevoli ritardi ma di questo già si parla in un altro topic. I voli comunque sono stati puntuali e quello di andata un vero spettacolo perchè la giornata era tersissima quindi ho visto tutta la costa francese e spagnola e perfino le Alpi innevate.

PRIMO GIORNO
Come ho già scritto, dopo un'entusiasmante visione delle Alpi innevate dall'aereo, atterriamo a Girona in perfetto orario e ritiriamo l'auto noleggiata. Prima tappa Besalù, un delizioso paesino medioevale a circa 30 minuti di auto da Girona. Bellissimo il ponte romanico, le numerose chiese e le stradine ancora originali. Accanto alla cattedrale si trova un museo delle miniature che non abbiamo visitato.

Vista la splendida giornata ci fermiamo a mangiare un panino sulle terrazze lungofiume...che incanto, ma i posti da vedere sono tanti e a gennaio purtroppo il sole tramonta presto, così risaliamo in auto direzione Cadaques che raggiungiamo circa un'ora dopo attraverso una strada molto panoramica. Cadaques è un paesino di mare delizioso, tutto bianco e azzurro, uno dei pochi sopravvissuto alla cementificazione selvaggia che ha deturpato gran parte delle coste spagnole. Si trova in una specie di penisola molto frastagliata e con tante spiaggette dall'acqua turchese che in alcuni punti mi ha vagamente ricordato la Sardegna.

La chiesa si trova in cima al paese e qui troviamo un insolito modo per visitarla...in pratica c'è una vetrata all'ingresso e tramite una macchinetta, inserendo un euro, si accendono le luci per un minuto. Certo come tutti i paesini di mare in inverno, risulta un pochino malinconico...i negozi, gli alberghi, le case e i ristoranti sono quasi tutti chiusi o in ristrutturazione, ma meritava comunque una visita e la bella passeggiata.

Risaliamo di nuovo in auto direzione Cap de Creus dal quale godiamo di una vista meravigliosa e ampia sulla costa sia spagnola che francese. La zona è una riserva naturale e come tale scorgiamo moltissimi sentieri anche se non possiamo percorrerli questa volta. Il sole sta per tramontare ma non voglio rinunciare alla visita del Monastero di S.Pere de Rodes anche se all'arrivo risulterà appena chiuso...peccato, ma merita anche esternamente, tanto da poter tranquillamente essere un set di un film! Direi che a questo punto siamo abbastanza stanchi da poter puntare a Perpignan, dove ho prenotato l'albergo.

Continua a leggere...
Pagina Successiva »