Idee di viaggio

Due giorni tra Bruxelles e Bruges

Torniamo a viaggiare insieme a stefanopicariello per un week end in Belgio. Una breve vacanza tra palazzi reali e cattedrali, ottima birra e tanti buonissimi "moules frites"

5/5

Venerdì 11 settembre: Bruxelles
Arriviamo con Ryanair a Charleroi in perfetto orario, prendiamo il comodo bus navetta ed arriviamo in centro alla Gare du Midi alle ore 13:45. Il nostro hotel Ibis Gare du Midi è proprio a due passi, fantastico ed economico. Depositiamo i trolley e si parte alla scoperta della capitale belga. Prima tappa Grand e Petit Sablon + chiesa, per poi proseguire verso Palazzo Reale (che vediamo solo da fuori) e relativo parco.

Ci allunghiamo quindi verso la cattedrale di San Michele, veramente bella quindi scendendo ci infiliamo nelle gallerie coperte (St. Hubert, de la reine, du roi) e raggiungiamo la Grand Place che è lì accanto. davanti alla Maison du Roi c'è un palco dovuto a delle esibizioni di marce militari. La piazza è meravigliosa! e poi piena di gente, e con un tempo favoloso! Noi entriamo nel Museé de la citè che è dentro alla Maison du Roi, ci sono parecchie cose interessanti tra cui i vestiti del Menneken Pis (un vero e proprio guardaroba) che andiamo a trovare subito dopo (diciamo che visti i commenti su zingarate me lo aspettavo ancor più piccolo….), comunque tappa obbligatoria...

Usciti da lì andiamo verso la Bourse e prendiamo la gauffre, dolce tipico del belgio, conosciuto anche come waffle… fantastico! Torniamo nella Grand Place e facciamo ciò che tradizione richiede, cioè accarezzare il braccio della statua dell'eroe Everard’t Serclaes perchè dicono porti fortuna! Continuiamo la piacevolissima passeggiata per il centro sinchè non ci buttiamo nella "Pancia di Bruxelles" cioè in Rue des Bouchers, stradina tutta di ristoranti, uno dietro l'altro. Noi sappiamo già cosa vogliamo mangiare, il piatto tipico del Belgio moules frites cioè cozze e patatine fritte. Le fanno ovunque in tantissimi modi diversi.

Per andare a colpo sicuro ci sediamo in un tavolino all'aperto (chi l'avrebbe detto che avrei cenato all'aperto, in maglietta a settembre a Bruxelles!) da Chez Leon, consigliatissimo su zingarate (grazie dei consigli!). Prendiamo moules frites al vino bianco (800gr) e moules frites al pomodoro, le frites sono a volontà! e innaffiamo tutto con due belle birre fredde della casa, Ci stiamo veramente calando nell'atmosfera belga! Comunque i moules a Bruxelles non sono affatto a buon mercato! I prezzi sono oltre i 20 euro! Dopo esserci divorati i molluschi con la birra, ce ne andiamo a fare una bella passeggiata ritornando quindi alla Grand Place. La piazza con tutte le luci è stupenda, anche col palco illuminato c'è davvero una bella atmosfera ora però il primo giorno è finito, è tempo di andare a dormire, la sveglia per il giorno dopo sarà presto (06:30), si va a Bruges!

Sabato 12 settembre: Bruges

La mattina dopo dopo un’ ottima ed abbondante colazione in stazione, prendiamo il treno per Bruges. Mi ero già informato da casa sul sito delle Ferrovie belghe e sapevo che per Bruges da Bruxelles c'è un treno ogni mezz'ora circa, sia dalla gare centrale che dalla Gare du Midi. Facciamo il comodo ed economico biglietto Tariffa Week end. Considerando che mio figlio di 11 anni non paga alla fine in tre ce la caviamo con 27 euro a/r. Il viaggio è piacevole e veloce, arriviamo a Bruges in perfetto orario (08:30)

Dopo essere rimasti colpiti dalla quantità di bici parcheggiate fuori dalla stazione, arriviamo alla Poertoren Tower all'inizio del Minnewater Park (lago dell’amore) e da lì percorrendo un lungolago con splendide casette andiamo subito a visitare il Beguinage (Beghijnhof). Il beghinaggio in passato era il luogo di ritrovo delle beghine, donne che pur non essendo monache vivevano come tali. C'è un incredibile senso di pace e tutto sembra dipinto. C'è tantissima gente, e capiamo che ci toccheranno un po' di code per visitare le cose. 

Prima tappa: il Belfort, la torre che svetta nel Markt, che non si può perdere. Ci facciamo i tanti gradini sempre più stretti arrivando in cima, da dove godiamo del bel panorama con la bella giornata. Poi passiamo a visitare lo Stathuis, il municipio, perchè volevo vedere la meravigliosa sala gotica, ma anche dall'esterno il palazzo è bellissimo! Poi, visto che si trova lì nella piazza del Burg, andiamo subito a vedere la Basilica del Sangue Santo, anche perchè nella Cappella Superiore l'ostensione di quello che si dice sia il sangue di Cristo c'è solo dalle 14 alle 16. Per fortuna capitiamo in questi orari e riusciamo ad assistere alla cerimonia.

Riusciamo ad andare a visitare la Cattedrale di St.Saviour's e la Chiesa di Nostra Signora (Onze-Lieve-Vrouwekerk), in cui è custodita l'unica statua di Michelangelo al di fuori dall'Italia. Proseguiamo la nostra passeggiata sino ad uno degli scorci più famosi e fotografati di Bruges (scusatemi ma il nome è veramente impronunciabile), una specie di cortile con vista su un ponticello e un canale deliziosi. Proseguiamo poi la nostra passeggiata per il centro, toccando quasi tutti i luoghi turistici.

Alle 15:30 prendiamo il treno ed alle 16:25 siamo alla Gare de Midi, successivamente la metro sino alla fermata Heysel per visitare l’Atomium. Altra esperienza bellissima, vi consiglio di non perderlo. Gran finale con altra grande serata in Grand Place con le marce militari.

Il Belgio è stata per noi una piacevole scoperta, non ce l'aspettavamo e così ora abbiamo già messo in lista un bis per andare a Gent, Anversa e Mechelen!

A presto Belgio!

Stamattina dopo la colazione in stazione il nostro bus ci riporta a CRL, da qui il volo Ryanair partirà puntualissimo per Cagliari.