Idee di viaggio

Cosa Vedere a Sofia

Guida alle cose da vedere a Sofia e dintorni in uno o due giorni

Sofia Cosa Vedere VIAGGI URBANI iStock
5/5

Circondata dalle montagne, Sofia, la capitale della Bulgaria, è una città molto particolare con un fascino tipico dell’Est. Si trova proprio al centro della penisola balcanica, tanto che il suo nome deriva dalla parola Sredets, ovvero “nel mezzo”.

È la quinta capitale europea più alta d’Europa con i suoi 550 m s.l.m. I prezzi sono bassi e i voli sono abbastanza frequenti e decisamente low cost per poterla raggiungere in ogni periodo dell’anno. Avete mai pensato di visitare Sofia? Ecco i nostri suggerimenti sulle cose da vedere.

Cosa Vedere a Sofia

Il fascino di Sofia è molto lontano per quello di altre capitali dell’est, come per esempio Praga o Budapest, eppure ha una storia particolare perché è stata terra di confine e ha subito negli anni tanti cambiamenti, anche nel suo nome, che prima di arrivare all’attuale è stato variato otto volte. Fulcro storico-culturale della Bulgaria, è divisa in 24 quartieri e il suo centro è abbastanza piccolo da poter essere visitato a piedi. 

  • La Cattedrale Aleksandr Nevskij 

Simbolo della città, è il luogo religioso più importante di Sofia. Dedicata all’eroe russo Aleksandr Nevskij per essere intervenuto durante la lotta contro il dominio turco. L’avrete vista in tutte le cartoline di Sofia: ha cupole verdi e oro ed è enorme. La cupola centrale infatti è larga addirittura 50 metri. Lo stile è particolare perché mescola materiali diversi, come i marmi italiani e l’alabastro brasiliano. È presa d’assalto durante il giorno, dunque cercate di arrivare la mattina presto.

  • La chiesa di Santa Sofia

Proprio di fronte alla Cattedrale si trova un’altra chiesa da visitare, la più antica di Sofia, costruita nel IV secolo sui resti della necropoli della città di Serdica, ovvero la Sofia Romana. È stata ristrutturata e riaperta al pubblico a fine anni ‘90 dopo due terremoti e la trasformazione in moschea. Non ha un campanile, ma ci si è arrangiati con una campana montata su un albero fuori dalla chiesa nel 1878 per festeggiare quando i russi sconfissero i turchi. 

  • Palazzo Reale e la Galleria d’Arte Nazionale

Un tempo doveva ospitare i reali, mentre ora il Palazzo è riconvertito in un’enorme galleria d’arte, che dà la possibilità ai turisti di scoprire meglio la storia di Sofia attraverso le opere di artisti bulgari. 

  • La Rotonda di San Giorgio

È stata costruita come tempio pagano, per poi trasformarsi in una chiesa: è la Rotonda di San Giorgio, che con i suoi 10 metri di diametro è incastonata tra edifici di cemento che contrastano con la sua bellezza, come la Presidenza della Repubblica e il Ministero dell’Interno.

  • Ivan Vazov National Theater

Uno degli edifici ritenuti più raffinati di Sofia è l’Ivan Vazov National Theater, che si affaccia sui giardini pubblici. Ricostruito dopo i bombardamenti del ‘45 e restaurato di nuovo negli anni ‘70, ha uno stile neoclassico. Sulla facciata si trovano diversi putti in bianco e oro, tra i quali uno in particolare che attira l’attenzione dei turisti. Pare infatti che durante i lavori non siano stati specificati quali elementi dovessero essere in oro e quali restare bianchi e un operaio abbia pensato bene di dipingere d’oro le parti intime di un putto!

  • Il Museo Archeologico Nazionale di Sofia

Merita una visita anche per la location in cui si trova, ovvero quella che è stata la più grande Moschea di Sofia. Si trovano qui 2 tesori, uno dei quali è un corredo funerario del re Sevt III, mentre l’altro contiene 13 pezzi della tarda età del Bronzo. 

  • La Chiesa russa di Sofia

Patrimonio Mondiale Unesco, fu costruita nel 1878 e si riconosce per le cinque cupole dorate. Quest’angolo di Sofia ricorda molto la Russia, tra la chiesa, il viale Alexander II, l’Ambasciata russa e un monumento dedicato al re. 

  • Lo shopping a Tsentralni Hali

Lasciati i punti d’interesse più culturali, potete rilassarvi a pochi minuti dal centro con un po’ di shopping, anche enogastronomico. Al mercato coperto di Tsentralni Hali infatti si trova un po’ di tutto, dai souvenir alla gastronomia locale. 

  • Una passeggiata in Boulevard Vitosha

Altro luogo per lo shopping, questa volta più internazionale, è Boulevard Vitosha, dove si trovano tanti negozi di catene internazionali e altri tipici bulgari dove acquistare cosmetici e prodotti vari alla rosa, particolarità del Paese. Non solo, la via pullula di bar e ristoranti. 

  • Han Krum

La zona più hipster e moderna di Sofia si trova intorno a Ul Han Krum dove scoprire tanti negozi vintage e diversi locali e ristoranti particolari, come l’Hambara, un bar segreto, che non ha insegne ed è illuminato solo da candele oppure il The Apartment, una vera e propria casa, moderna e ben arredata, dove bere una birra o mangiare qualcosa.

  • Zhenski Pazar 

Si tratta di un mercato molto spartano dove il tempo sembra essersi davvero fermato. Lo Zhenski Pazar si trova in Bul. Stefan Stambolov, una zona molto centrale della città, e, al suo interno, è possibile respirare e gustare i veri profumi e sapori di Sofia. Bancarelle e negozi d'ogni tipo offrono ai passanti frutta, verdura, cibo di strada e spezie ma anche vestiario e artigianato.

Cosa vedere con i Bambini 

Il periodo migliore per raggiungere Sofia con i bambini è in primavera o in estate, quando le temperature sono più generose e sarà un piacere passeggiare per l'elegante città. Il centro storico di Sofia si gira comodamente ed è ricca di parchi e polmoni verdi perfetti per una sosta rigenerante. Se vi piacciono le passeggiate e le escursioni non perdete una passeggiata al Parco Naturale del Monte Vitosha, una meraviglia per grandi e piccini. 

Cosa vedere a Sofia in un giorno 

  • Sinagoga
  • Rotonda di San Giorgio 
  • Mercato Coperto 
  • Terme 
  • Moschea Banya Bashi
  • Cattedrale di Sofia
  • Mercato delle donne Zhenski Pazar 

 

Cosa vedere a Sofia in tre giorni 

Sofia è visitabile in poco tempo. Suddividete le attrazioni in tre giorni così:

  • Primo giorno

Partite dalla Piazza del Parlamento, dove troverete la statua dedicata allo Zar Alessandro II. Dietro ad essa si trova la Cattedrale di Aleksandar Nevskij. Se desiderate, potete fare una sosta al suo interno, al Museo di Arte Antica. Lì vicino non perdetevi la Chiesa di Sveta Sofia. Dopo pranzo proseguite per la chiesa di San Giorgio e quella di Santa Domenica. Concludete con il mercato coperto Tsentralni Hali.

  • Secondo giorno

Dedicate tutta la mattina alla National Gallery. Dopo pranzo invece proseguite per la Chiesa di San Nicola e il Teatro Nazionale Ivan Vazov. Se vi va una passeggiata è perfetto il parco City Garden dove rilassarvi in estate o visitare qualche mercatino durante il periodo di Natale. 

  • Terzo giorno

L’ultimo giorno dedicatelo alla Chiesa di Bojana (da raggiungere con i mezzi o con il taxi) e ai suoi giardini, per poi concludere la giornata con il Museo Nazionale di Storia e una cena nel centro storico. 

Mangiare a Sofia

Ecco cosa dovete assolutamente mangiare a Sofia:

 

  • Shkembe Chorba
  • Shopska 
  • Kebapcheta
  • Sarmi 
  • Moussaka
  • Tarator
  • Patatnik
  • Banitza
  • Baklava

 

Dintorni di Sofia

Sofia è circondata dalle montagne, frequentate in ogni stagioni sia dai local che dai turisti. Il Parco Naturale Vitosha, il più antico dei Balcani, è il polmone di Sofia e si trasforma in inverno in una stazione sciistica, mentre in estate è possibile rilassarsi tra escursioni e trekking su sentieri segnalati, con pausa in rifugi e chalet.

Distante da Sofia circa 120 chilometri, si trova il Monastero di Rila che, insieme alla chiesa di Bojana, merita certamente una visita. I tour organizzati li comprendono solitamente entrambi. Quest’ultima è circondata dal verde in un’atmosfera davvero suggestiva, ed è Patrimonio dell'Umanità. La sua fama deriva soprattutto dal meraviglioso ciclo di affreschi, dipinti dal 1259, uno dei meglio conservati d’Europa. Sono 89 scene per 240 figure umane.

Da Sofia parte anche un autobus per Plovdiv, un’antica città il cui centro storico è anch’esso Patrimonio Unesco. Le sue case colorate risalgono al dominio ottomano ed è ricca di teatri, centri culturali, accademie musicali e punti di interesse archeologico.

Video

Il video con le 10 attrazioni da non perdere a Sofia

Mappa

Autore: Paola Toia

Scopri