Idee di viaggio

Viaggio nella Cina medievale con The Great Wall

In anteprima per Zingarate la clip ufficiale del nuovo film diretto da Zhang Yimou

/5

Uscirà il 23 febbraio nelle sale italiane The Great Wall - La Grande Muraglia, il film diretto dal cineasta Zhang Yimou e interpretato da Matt Damon. 

Il film, costato 135 milioni di dollari, è il più grande film mai girato interamente in Cina e racconta la storia di una squadra ingaggia un’ultima battaglia in difesa dell’umanità sulla struttura più iconica che esista: La Grande Muraglia Cinese.

La pellicola è ambientata in una Cina del passato, siamo nel 1.100 a.C., durante la dinastia Song: la storia presenta la Muraglia come una difesa contro una mitologica creatura Cinese chiamata Tao Tei, specie malefica dalle sembianze spaventose che per la mitologia cinese si affaccia ogni 60 anni dal cuore di una montagna per attaccare e nutrirsi di esseri umani.

The Great Wall é ambientato in una regione del nord della Cina durante un passato in cui mercenari come William Garin (Matt Damon), alla guida di cinque soldati abituati alla guerra e in fuga da recenti combattimenti, sono alla caccia di ricchezza, potere e gloria.

 

Uno dei componenti del gruppo, un francese di nome Bouchard, è venuto a conoscenza di una nuova arma, una polvere esplosiva che potrebbe garantirgli tutte le ricchezze che cercano. La polvere da sparo é un esplosivo talmente raro e prezioso da divenire il “Sacro Graal” della guerra, un tesoro ambito per cui molti morirebbero.

Tutto è girato lungo il grande simbolo della Cina, secondo quanto afferma il regista Zhang Yimou “La Grande Muraglia è presente nei testi del nostro inno nazionale, ad esprimere un sentimento che pervade il cuore di tutto il popolo cinese. La utilizziamo spesso per poter parlare di concetti spirituali. Per tutti noi in Cina, la Grande Muraglia è un simbolo del nostro spirito nazionale: risuona in ogni cinese a rappresentanza delle nostre tradizioni e del nostro spirito.

Ecco in esclusiva per Zingarate la clip esclusiva. 

 

La Grande muraglia cinese, location del film è uno dei più importanti simboli della Cina, ma non è l'unico luogo che merita una visita in questo enorme e affascinante paese. Vi suggeriamo 5 luoghi da visitare. 

La Cina è il paese delle incredibili metropoli, ma ci sono anche i paesini, piccoli e tradizionali dove il tempo sembra essersi fermato. Ad esempio Fenghuang, che secondo la leggenda è più volte risorto come l'Araba Fenice, è un paese sul fiume con ponti in legno e pietra, palafitte e antiche torri di guardia che spuntano dall'acqua e merita assolutamente una sosta. 

Nei pressi della città di Leshan si trova la statua di Buddha in pietra più grande al mondo. La statua è stata scolpita nella roccia nel punto dove confluiscono tre fiumi e di fronte ad una delle montagne sacre della Cina. 

Raggiungete Zhangjiajie, il primo parco nazionale della Cina. Qui si trova anche la Porta del Paradiso una scala lunga 5 km che conduce a un tempio cui si accede passando attraverso un'enorme porta naturale.

Nella provincia del Gansu c'è un luogo che sembra irreale. Si chiama Zhangye ed è uno spettacolo di montagne colorate in cui la sedimentazione degli strati geologici dipinge un paesaggio di colori pastello incantevole. La monotonia rocciosa e colorata del parco è interrotta solo dalla presenza di qualche laghetto e dalla strada che si snoda tra i monti.

Fate una sosta alle risaie terrazzate di Longsheng conosciute anche come dorsale del Drago e realizzate oltre 500 anni fa dalla dinastia Ming. Le troverete nella regione del Guangxi a poca distanza da Guilin. Risalitele a piedi per ammirare la vista mozzafiato.