Idee di viaggio

Passeggiata nei luoghi di Gabriel Garcìa Márquez

I luoghi cari allo scrittore raccontati nelle sue opera in modo realistico e allo stesso tempo magico. Un breve tour colombiano sulle tracce di Gabriel Garcìa Márquez

Cartagena de las Indias VIAGGI URBANI Shutterstock
/5

Una passeggiata alla scoperta dei luoghi tanto cari a Gabriel Garcia Marquez.

Le tappe obbligatorie e i paesi da visitare in Colombia sulle tracce di Gabo, scomparso tre anni fa. 

LEGGI ANCHE: ANDARE A VIVERE IN COLOMBIA

Aracataca, la città sognata

Gabriel Garcìa Márquez nacque ad AracatacaMagdalena, una città fluviale dal clima tipicamente tropicale. La città fantastica di Macondo, dove lo scrittore colombiano ha ambientato la sua opera più conosciuta, Cent'anni di solitudine, sembra disegnata intorno al profilo della natia Aracataca. 

Nel paesino della provincia di Magdalena un referendum del 2006 proponeva di cambiare il nome in Aracataca Macondo ma a causa dello scarso numero di votanti il nome è rimasto invariato.

Non perdete una visita alla casa dove lo scrittore nacque nel 1927, oggi l'edificio è una grande casa-museo. E' qui che lo scrittore conservava i suoi ricordi più vividi e ricorrenti.

Cartagena de las Indias, dove ogni cosa è diversa

Cartagena ha un'atmosfera sognante e seducente che ricorda un po' L'Havana. "Vedrai, a Cartagena de Indias ogni cosa è diversa. Questa solitudine senza tristezza, questo oceano incessante, questa immensa sensazione di essere arrivato".

E' qui che Gabriel Garcìa Márquez visse, facendo la spola tra Cuba e Città del Messico, e qui ambientò alcune delle sue opere come Dell'amore e di altri demoni

Cartagena e l'itinerario di Márquez 

Plaza Fernández de Madrid in L'amore ai tempi del colera diventa Parco dei Vangeli. E' qui che su una panchina il protagonista Florentino Ariza attende ogni giorno il passaggio dell'amata Fermina Daza. Anche la casa della donna sembra ispirata ad una abitazione bianca che realmente esiste e che si affaccia sulla piazza. 

In Plaza Bolívar, nel centro storico di Cartagena de las Indias, si trova il colonnato che nel romanzo diventa l'Arcata degli Scribi.

A Cartagena de las Indias, ai margini della città vecchia, nel quartiere di San Diego e di fronte al mare si trova la casa in cui visse lo scrittore che fu ricavata dalla restaurazione di un'antica stamperia locale. 

Nel cuore del quartiere di Getsemaní di Cartagena c'è il Café Havana (calle de la Media Luna con Guerrero) caro allo scrittore e ambientazione ricorrente di tanti libri di Márquez. 

LEGGI ANCHE: CANO CRISTALES, IL FIUME DAI 5 COLORI IN COLOMBIA

Barranquilla

E' la quarta città della Colombia per popolazione, un luogo dove vecchi insediamenti coloniali si mescolano alle opere moderniste di Niemeyer e Le Corbusier. Ed è il posto dove Gabriel Garcia Marquez si trasferì per studiare, il Museo Romàntico conserva la macchina da scrivere che Marquez usò per la sua prima opera, Foglie morte.

Bogotà 

A Bogotà fate visita al Centro Cultural Gabriel García Márquez inaugurato nel 2008. E' un importante omaggio allo scrittore più famoso di tutta la Colombia. C'è anche una libreria che ospita 80.000 libri, un piccolo spazio per esposizioni temporanee e un piccolo auditorium. Per visite fcecol.info.

Scopri