Idee di viaggio

Christiania il quartiere hippy di Copenaghen

La storia della Città Libera di Christiania sembra quasi una fiaba. Una fiaba moderna, ma pur sempre una fiaba

Copenaghen VIAGGI URBANI iStock
3.7/5

Christiania, nota anche come Città Libera di Christiania, è un quartiere parzialmente autogovernato della città di Copenaghen che esiste come comunità indipendente e che vale assolutamente la pena visitare.

LEGGI ANCHE: IL VILLAGGIO HIPPIE SEGRETO IN CALIFORNIA

Christiania

La città libera di Christiania è un luogo dove esiste una moneta unica, una bandiera, un sistema di trasporti, un ufficio postale, delle regole di governo ed una vera e propria costituzione, diversa da quella della Danimarca ovviamente.

 

Christiania venne fondata nel 1971 da un gruppo di hippie che occupò una base navale dismessa alle porte della capitale danese che si chiamava Christianshavn, una zona prevalentemente costituita da edifici militari abbandonati.

Immediatamente gli occupanti l'hanno proclamata città libera, non soggetta a tasse e indipendente, regolata da leggi proprie. Affluirono presto nuovi coloni e quello che era l'esperimento sociale di pochi pensatori si trasformò in tratto peculiare di Copenaghen

Christiania nel 2011 ha acquistato il proprio territorio dal governo danese tramite azioni collettive di proprietà della comunità. Tuttora è un esperimento fiorente ed una città nella città in cui vivono circa 1000 persone stabilmente.

Video di Christiania

Come visitare Christiania 

Più di una cinquantina di collettivi si occupano di diverse attività artigianali, culturali e teatrali. Christiania ha un asilo, una panetteria, una sauna, una fabbrica di biciclette, una tipografia, una radio libera, degli atelier di restauro, un cinema, bar, ristoranti, luoghi di spettacolo.

(Foto: JJFarq / Shutterstock.com)

Tutti sono benvenuti a Christiania, anche se non tutti allo stesso tempo. Tante persone sono desiderose di trasferirsi qui, infatti le liste sono molto affollate e lo spazio non è sufficiente per tutti. Molti arrivano e vengono ospitati per periodi brevi.

Nella città non esistono scuole e l'uso delle auto è vietato, non esiste la proprietà privata e non ci sono tasse da pagare.

Ma cosa succede se un turista vuole visitare Christiania? Tutti sono benvenuti a passeggiare per le strade di Christiania ed a bere e a mangiare nei suoi locali, ascoltare i concerti e godersi gli spettacoli teatrali. I residenti organizzano anche dei tour guidati della città libera durante la stagione calda.

Per visitare Christiana però bisogna rispettare alcune semplici regole. All'ingresso nella città ci sono dei cartelli molto chiari che dicono cosa si può e cosa non si può fare. A Christiana per esempio è vietato scattare fotografie.

La polizia danese ha dichiarato di non avere libero accesso a Christiania il che può rendere tutto complicato nel caso in cui ci si trovasse coinvolti in qualche situazione turbolenta. Quindi è consigliato attenersi alle regole per i turisti: 

 

  • non scattare fotografie all'interno di Christiania
  • non correre
  • non parlare al cellulare

 

Lungo la strada principale di Christiania, chiamata per ovvie ragioni Pusher Street, l'hashish viene venduto nei  chioschetti ma ci sono delle regole ferree che vietano le droghe pesanti. 

GUARDA ANCHE: INNAMORARSI DELLA DANIMARCA SEGUENDO UNA MARGHERITA

(Foto: Oscity / Shutterstock.com)

Come raggiungere Christiania

Christiania si raggiunge in metropolitana scendendo alla fermata di Christianshavn. In alternativa potrete prendere gli autobus 66, 19 e 47 oppure spostarvi a Christiana in bicicletta seguendo gli usi e i costumi degli abitanti di Copenaghen. A Christiania è anche nata la famosa bici con il cargo che porta proprio il nome della città libera. 

Foto e immagini

Ecco un tour fotografico alla scoperta dell'angolo hippy di Copenaghen.

Mappa e cartina

Scopri