Idee di viaggio

Le isole Faroe: guida per esplorare un paradiso selvaggio

Nascoste ed isolate le Isole Faroe vi sorprenderanno per la natura incontaminata, i paesaggi e le tradizioni.

Cosa vedere alle isole Faroe FAROE Shutterstock
4/5

Le isole Faroe sono un arcipelago di 18 isole dal nome impronunciabile, fatto di gioielli quasi sconosciuti dell'Oceano Atlantico. Qui di seguito trovate una guida per visitare l'arcipelago delle Faroe con tutte le informazioni per raggiungere le isole e le cose da vedere assolutamente sull'arcipelago.

Isole Faroe

Le Isole Faroe sono un vero e proprio paradiso incontaminato, dove la natura è 100% selvaggia. Si trovano a metà strada tra l'Islanda e la Norvegia, tra il Mar di Norvegia e l'Oceano Atlantico. Fanno parte della Danimarca, da cui hanno ottenuto una indipendenza in politica interna ma non in materia di sicurezza e politica estera. 

Le isole hanno coste frastagliate e un territorio montuoso, ma con pochi picchi. Il più alto misura solo poco più di 800 metri. Le isole sono tutte abitate, esclusa Lítla Dímun, anche se in totale su l'intero arcipelago non vivono più di 50.000 persone.

Le 18 isole delle Faroe sono Fugloy, Svínoy, Borðoy, Viðoy, Kunoy, Kalsoy, Eysturoy, Streymoy, Vágar, Mykines, Hestur, Koltur, Nólsoy, Sandoy, Skúvoy, Stóra Dímun, Lítla Dímun e Suðuroy.

Che lingua si parla alle Faroe? Le lingue ufficiali alle Faroe sono il Faroese ed il Danese anche se tutti parlano correttamente l'inglese e non sarà affatto difficile comunicare.

Le Fær Øer non fanno parte della Comunità Europea e non hanno aderito al trattato di Schengen, ma non esistono controlli di frontiera tra l'arcipelago e l'area Schengen perché le isole sono parte dell'Unione nordica dei passaporti. 

Video delle Faroe

 

Cosa vedere alle Faroe

Le Faroe sono la destinazione perfetta per gli amanti dell'ecoturismo. Potrete sentire la pace della natura e vivere in armonia con l'ambiente, in un contesto poco urbanizzato e tradizionale.

Dimenticherete il traffico, il caos e le automobili. Vi troverete di fronte a paesaggi mozzafiato, pittoreschi villaggi di pescatori, uccelli e greggi di pecore. Qui di seguito abbiamo selezionato le cose da fare e da vedere assolutamente alle Faroe.

  • Bird watching

Le isole Faroe, la costa Nord e soprattutto l'isola di Mykines, sono un vero paradiso per gli amanti del bird watching. Si possono osservare ben 300 specie di uccelli, di cui un centinaio sono uccelli migratori abituali dell'Atlantico del Nord. L’isola di Mykines, particolarmente selvaggia e scelta dalle Pulcinelle di mare come luogo di riproduzione, si raggiunge in 45 minuti di traghetto da Vagar, oppure con gli elicotteri da 13/15 posti dell’Atlantic Airway.

  • Vagar

Vagar è la prima isola delle Faroe che visiterete. Qui si trova infatti l'unico aeroporto dell'arcipelago ed è il posto migliore per noleggiare un'auto per spostarsi tra le isole. Visitate assolutamente la cascata di Mulafossur, alta 30 metri, nei pressi del paesino di Gasadalur.

  • Torshavn

Fate visita a Torshavn, la capitale delle Faroe sull’Isola di Streymoy, l’isola principale dell’arcipelago. Torshvan è la capitale più piccola del mondo con casette colorate e un'atmosfera rilassante. Visitate la parte vecchia della città (Reyni) colorata dalla tante casette di legno con i tetti d'erba, senza però dimenticare una visita al museo Listaskalin, con mostre permanenti di dipinti e arte faroese contemporanea, oppure la Casa del Nord, il centro culturale dedicato alla Scandinavia.

Visitate i piccoli e isolati villaggi di Saksun e Tjørnuvík, nella parte nord dell’isola, e le scogliere di Vestamanna. Queste imponenti pareti di roccia possono essere visitate con i tour in traghetto che partono dal paesino omonimo e che in caso di mare piatto permettono di infilarsi tra le suggestive strettoie della roccia. Utilizzate poi il ponte che collega Streymoy ad Eysturoy per proseguire all'esplorazione dell'arcipelago.

  • Suðuroy 

Suðuroy è l'isola più meridionale di tutto l'arcipelago ed è una meta ideale per gli amanti del trekking, ma anche da percorrere in auto godendosi le meravigliose strade panoramiche. Per una vista mozzafiato fate un salto al faro di Suðuroy, nella zona di Akraberg, che è il faro più a sud delle Faroe.

  • Trekking ed escursioni

Scoprite le Isole Faroe facendo trekking lungo i vecchi sentieri che collegano i piccoli villaggi o i percorsi di montagna con vista sull'oceano. Intorno alle città di Tórshavn e Kirkjubø e sulle varie isolette vengono organizzate escursioni e passeggiate.

Tra i posti da vedere assolutamente con una bella passeggiata segnaliamo le scogliere di Djupini, Akraberg e l'isola di Stóra Dímun. L'isola di Sandoy, a sud di Sterymoy, è la più adatta agli amanti del trekking. La maggior parte dei percorsi e delle escursioni organizzate partono da Skalavik. Sandoy si raggiunge con il traghetto veloce (in circa mezz'ora) dal porto di Kirkjubøur, sull’Isola di Sterymoy.

Come muoversi alle Faroe?

Nonostante il territorio sia roccioso e scosceso e l'arcipelago conti numerose isole è facilissimo spostarsi alle Faroe. Ci sono ponti, argini e tunnel costruiti sotto l'acqua che collegano le tre isole più grandi nel nord-est, mentre le due isole maggiori a sud sono connesse con traghetti veloci. All'interno delle varie isole ci si muove bene on the road grazie ad un sistema stradale moderno ed efficiente. Solo alcuni villaggi possono risultare isolati in caso di cattivo tempo. 

Le Faroe si raggiungono con i voli che atterrano nell'unico aeroporto dell'arcipelago (sull'isola di Vagar) oppure con i traghetti da Oslo o da Copenaghen.

Quando andare alle Faroe?

Il periodo migliore per visitare l'arcipelago delle Faroe è quello compreso tra la primavera e l’autunno. Da giugno a settembre infatti le temperature minime medie non scendono sotto gli 8 gradi e le massime medie si aggirano sui 13 gradi.

Il clima delle Faroe è un clima polare anche se la presenza mitigante dell'oceano riduce l'escursione termina tra notte e giorno e tra estate e inverno. Il clima è freddo, umido e piovoso durante tutto l'anno con temperature medie che non scendono sotto lo zero neanche in inverno. 

Mappa e cartina

Scopri