Idee di viaggio

Dal 3 giugno sarà possibile spostarsi tra regioni

Manca poco per sapere come spostarsi tra regioni

Assisi NEWS Shutterstock
4.4/5

Dal prossimo 3 giugno saranno consentiti gli spostamenti tra le Regioni d'Italia. A darne conferma è il governo. 

Subito dopo il ponte del 2 giugno, sarà possibile muoversi liberamente in Italia e spostarsi tra una regione e un'altra senza quarantena. 

Fissata per la stessa giornata la riapertura delle frontiere ai paesi dell'Area Schengen, compresi Svizzera e Monaco. Sarà l'occasione per rivedere i congiunti e per organizzare gite fuori porta alla scoperta dei borghi più belli d'Italia, a tal proposito qui abbiamo realizzato una lista di posti da vedere nella fase 2 in Italia

LEGGI ANCHE: PONTE DEL 2 GIUGNO, REGIONE PER REGIONE

Apriranno tutte le regioni? Sì, il Ministro Speranza ha annunciato che "al momento non ci sono ragioni per rivedere la programmata riapertura degli spostamenti. Monitoreremo ancora nelle prossime ore l'andamento della curva". 

Il ministro Boccia sentirà i governatori per confrontarsi sulla riapertura.

Spostamento tra regioni dal 3 giugno 

Nel decreto si legge che fino al "2 giugno 2020 sono vietati i trasferimenti e gli spostamenti, con mezzi di trasporto pubblici e privati, in una regione diversa rispetto a quella in cui attualmente ci si trova, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute; resta in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza". 

Dal 3 giugno "gli spostamenti sul territorio nazionale possono essere limitati solo con provvedimenti adottati ai sensi dell'articolo 2 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, in relazione a specifiche aree del territorio nazionale, secondo principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico effettivamente presente in dette aree".

Potremo muoverci tra regioni senza autocertificazione non solo per comprovate esigenze di lavoro o salute. 

LEGGI ANCHE: SPIAGGE ESTATE 2020

Scopri