Idee di viaggio

Dal 3 giugno sarà possibile spostarsi tra regioni

Via libera agli spostamenti tra regioni

Assisi NEWS Shutterstock
5/5

Dal prossimo 3 giugno saranno consentiti gli spostamenti tra le Regioni d'Italia. Subito dopo il ponte del 2 giugno, sarà possibile muoversi liberamente in Italia e spostarsi tra una regione e un'altra. 

Fissata per la stessa giornata la riapertura delle frontiere ai paesi dell'Area Schengen, compresi Svizzera e Monaco. Sarà l'occasione per rivedere i congiunti e per organizzare gite fuori porta alla scoperta dei borghi più belli d'Italia, a tal proposito qui abbiamo realizzato una lista di posti da vedere nella fase 2 in Italia

Spostamento tra regioni dal 3 giugno 

Nel decreto si legge che fino al "2 giugno 2020 sono vietati i trasferimenti e gli spostamenti, con mezzi di trasporto pubblici e privati, in una regione diversa rispetto a quella in cui attualmente ci si trova, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute; resta in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza". 

Dal 3 giugno "gli spostamenti sul territorio nazionale possono essere limitati solo con provvedimenti adottati ai sensi dell'articolo 2 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, in relazione a specifiche aree del territorio nazionale, secondo principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico effettivamente presente in dette aree".  

Potremo muoverci tra regioni senza autocertificazione non solo per comprovate esigenze di lavoro o salute. La data potrebbe però slittare perché occorre tener conto dell'indice dei contagi. 

LEGGI ANCHE: SPIAGGE ESTATE 2020

La Campania probabilmente non riaprirà i suoi confini il 3 giugno, il governatore De Luca non ha firmato l'intesa Stato Regioni sull'apertura del 3 giugno e si riserva di analizzare la situazione epidemiologica il 2 gugno. Alle regioni spetta il controllo dell'andamento epidemiologico, mentre ai sindaci comunali resta la scelta di chiudere temporaneamente le aree pubbliche o aperte al pubblico dove non sia possibile rispettare le distanze necessarie.  

Scopri