Idee di viaggio

Equinozio d'Autunno 2021, quando cade e come si celebra

Tutto quello che devi sapere

Equinozio d'Autunno 2021: cos'è, quando cade e come si celebra AUTUNNO Shutterstock
5/5

Se volgendo lo sguardo al cielo sul finire dell’estate ci accorgiamo che la luna appare più piena, grande e luminosa e la temperatura è leggermente più fresca del solito allora è segno che siamo prossimi all’Equinozio d’Autunno.

Che cos’è l’Equinozio d’Autunno?

La parola "equinozio" deriva dal latino aequus , che significa "uguale" e nox , "notte". Con questo termine si intende quindi il momento in cui giorno e notte hanno approssimativamente la stessa lunghezza. 

L'equinozio d'autunno si verifica ogni anno a settembre, nell'emisfero settentrionale la data segna la fine dell'estate astronomica e l'inizio dell'autunno astronomico, mentre al contrario nell'emisfero australe serve a datare l'inizio della primavera astronomica.

Quando cade l'Equinozio d'Autunno?

Quest’anno l'equinozio di autunno arriva il Mercoledì 22 Settembre 2021, alle 3.20 PM EDT nell'emisfero settentrionale. L'equinozio si verifica nello stesso momento in tutto il mondo.

LEGGI ANCHE: COSA FARE IN AUTUNNO

Date dell'Equinozio d'Autunno

  • Anno Equinozio d'autunno (emisfero nord) 
  • 2021 mercoledì 22 settembre 
  • 2022 giovedì 22 settembre 
  • 2023 venerdì 22 settembre 
  • 2024 domenica 22 settembre 

Equinozio in Astronomia

L’Equinozio è un evento astronomico causato dall'inclinazione della Terra sul suo asse e dall'orbita incessante attorno al sole. Data la particolare inclinazione del pianeta Terra i suoi emisferi nord e sud si scambiano di posto durante tutto l'anno per ricevere la luce e il calore del sole in modo più diretto. 

Durante l'equinozio, il Sole passa attraverso la linea immaginaria dell’ "equatore celeste". Quando passa da nord a sud, questo segna l'equinozio d'autunno ; quando attraversa da sud a nord, questo segna l' equinozio di primavera.

Un equinozio si verifica due volte l'anno – primavera e autunno – quando l'inclinazione dell'asse terrestre e l'orbita della Terra attorno al sole si combinano in modo tale che il sole che illumini allo stesso modo l’emisfero meridionale e quello settentrionale. 

Dopo l'equinozio d'autunno, il sole inizia a sorgere più tardi e la notte arriva prima. Questo termina con il  solstizio di dicembre , quando i giorni iniziano ad allungarsi e le notti si accorciano.

Cosa cambia in natura con l’Equinozio d’Autunno?

L'equinozio d'autunno chiamato anche equinozio di settembre, nelle regioni dell'emisfero settentrionale porta ad un silenzioso ma netto cambio dei colori della natura che virano verso il rosso, giallo e l’arancione. Le foglie iniziano a cadere dagli alberi, offrendo lo spettacolo del foliage, le giornate si accorciano e il clima si rinfresca dopo le roventi temperature estive.

Per agricoltori e contadini da sempre questo momento è contrassegnato dalla famosa Luna del Raccolto (Harvest Moon) ovvero la luna piena che splende nelle notti subito prima dell'equinozio d'autunno, che storicamente segnava la possibilità di lavorare fino a tarda notte illuminati proprio dalla luce della luna più luminosa che mai.

Per tutti gli amanti degli astri che osservano la volta celeste dalle alte latitudini dell'emisfero settentrionale, l'equinozio d'autunno regala maggiori possibilità di vedere l'aurora boreale. Secondo la NASA, gli equinozi sono infatti il momento migliore per l'aurora boreale.

Simboli e leggende dell’Equinozio d’Autunno

Da sempre l’Equinozio d’Autunno racchiude il valore simbolico della preparazione alla rigidità della stagione invernale e da secoli viene celebrato ad ogni latitudine con feste e riti tradizionali.

Cerimonie pagane, falò e banchetti vengono organizzati ogni anno come forma di celebrazione della natura, anche da civiltà e culture molto diverse tra loro, da oriente a occidente, dagli antichi culti politeisti alla tradizioni cristiane, ognuno ha trovato il suo modo per dire addio alla stagione estiva e prepararsi al cambio di luce naturale.

L'equinozio d'autunno è stato un giorno di festa per le culture fin dai tempi antichi, i romani ad esempio tenevano una festa dedicata a Pomona, dea dei frutti e delle cose che crescono, mentre nella mitologia greca antica l'inizio dell’autunno era strettamente legato alla storia del rapimento di Persefone, una dea rapita da sua madre, la dea del raccolto Demetra, e portata negli inferi per diventare la moglie di Ade, il dio-re degli inferi. Il periodo di tre mesi che Persefone trascorse nell’Ade corrisponde al periodo invernale quando sua madre nell’attesa di rivederla si rifiutò di far fiorire le piante.

Come si celebra l’Equinozio d’Autunno nel mondo

Un rituale molto comune è quello di allestire un altare con i simboli della stagione, come offerta per esprimere gratitudine. Nel misterioso e suggestivo monumento preistorico inglese di Stonehenge, da secoli si tengono cerimonie per celebrare i passaggi stagionali del sole nell’arco celeste e ancora oggi qui si riuniscono persone per vedere sorgere il sole radunandosi intorno a falò di buon auspicio. 

In particolare qui si riuniscono, per ringraziare per il raccolto e prepararsi all'inverno, alcuni gruppi neo pagani che celebrano l'equinozio d'autunno con il rito del Mabon.

Con questo termine che deriva dal nome dio della luce nella mitologia gallese, s’intende un moderno rituale pagano per ringraziare la Madre Terra per l'abbondante raccolto e per condividere i frutti della Terra nei futuri mesi invernali. La celebrazione si svolge con una grande festa di famiglia e amici, mangiando cibo naturale come mele, uva, ortaggi a radice e altri prodotti di stagione. 

  • Giappone: Higan  

Nella cultura giapponese invece l'equinozio d'autunno è celebrato con la tradizione buddista di Higan, un momento per ricordare i parenti defunti, così come per scandire il passare delle stagioni. 

Higan significa "l'altra sponda" e si riferisce agli spiriti dei morti che raggiungono il Nirvana.

Higan dura ufficialmente sette giorni, iniziando tre giorni prima dell'equinozio e finendo tre giorni dopo, in questo periodo ci si reca a rendere omaggio ai defunti, pulendo e decorando le loro tombe.

  • Cina e Vietnam

In Cina e Vietnam le persone celebrano l'equinozio di settembre durante le notti di luna piena con il Festival della Luna che celebra il raccolto estivo e preparando un dolce tipico a base di loto, semi di sesamo, uova d'anatra o frutta secca. 

  • India

In India gli Indù celebrano Navaratri, una festa che dura diversi giorni nei mesi di settembre e ottobre che onora la divinità femminile Devi (Durga).

  • Vilnius

A Vilnius, in Lituania, si accendono innumerevoli candele dopo il tramonto sulle rive del fiume Neris, mentre in Polonia, le persone celebrano la Festa del Verde scambiandosi cibo e mazzi di fiori benedetti.

  • Messico

Ma uno dei luoghi e dei riti maggiormente iconici per festeggiare l’equinozio d’Autunno è senza dubbio quello che si tiene presso l'antica piramide Maya di Chichen Itza in Messico, con pietre disposte secondo i movimenti del sole. 

In questa imponente e misteriosa struttura nel preciso momento dell'equinozio, quando il Sole splende direttamente sull'equatore, si forma una scia che sembra un enorme "serpente di luce solare" che striscia lungo le scale. I Maya che costruirono questo antico tempio usarono calcoli astronomici avanzati per determinare l'angolo esatto della scala.

Autore: Giorgio Calabresi

Scopri