Idee di viaggio

Quali sono i migliori paesi dove vivere e lavorare?

La lista dei Paesi con il miglior equilibrio vita-lavoro

Bruges LAVORO Shutterstock
5/5

Quali sono i migliori paesi dove vivere e lavorareTotally Money, un broker creditizio con sede in Gran Bretagna, ha realizzato una ricerca sull'equilibrio tra vita lavorativa e lavoro nei paesi europei.

Tenendo conto di fattori come le ore medie lavorate al giorno, il tempo dedicato al divertimento e le festività annuali, ecco i 10 migliori paesi per coloro che desiderano un po' più di tempo libero nella loro vita, che dopo il rientro dalle ferie è quello che vorremmo un po' tutti. 

Lista dei Paesi Equilibrio Vita - Lavoro

  • 10. Belgio 

Ti senti come se il tuo lavoro entri troppo nella tua vira privata? Forse dovresti pensare di trasferirti in Belgio. Qui i lavoratori godono di 8,6 ore di svago ogni giorno, cifra che supera le 7,4 ore di lavoro. La gente del posto apprezza molto tornare a casa in tempo per cena ogni sera. I lavoratori hanno l'opportunità di fare vacanze di un mese durante la stagione estiva, in coincidenza con le vacanze scolastiche.

  • 9. Austria

Molti uffici in Austria hanno una settimana lavorativa di circa 4 giorni: il venerdì si lavora infatti mezza giornata. Secondo la ricerca il paese è anche uno dei migliori per chi cerca di trasferirsi; secondo un recente studio, l'80% degli espatriati in Austria ha dichiarato che il loro equilibrio tra vita professionale e vita privata è migliorato da quando si sono trasferiti lì. 

  • 8. Germania

Il governo tedesco ha adottato diverse normative per garantire che i suoi cittadini non si sovraccarichino di lavoro. La legge sulla chiusura dei negozi ad esempio regola rigorosamente l'apertuta e la chiusura dei negozi (chiudono intorno alle 18:00 e la domenica). E i regolamenti sull'orario di lavoro impongono che non è possibile lavorare più di 48 ore a settimana, lavorare la domenica o durante le festività nazionali.

  • 7. Lussemburgo 

Lavorare la domenica è vietato a Lussemburgo. Il paese ha anche un buon punteggio per quanto riguarda altri fattori quali le ore per notte stimate intorno alle 7,2 ore e un minimo di cinque settimane di ferie annuali retribuite, oltre alle festività nazionali.

  • 6. Spagna

Hai bisogno di un altro motivo per trovare lavoro in Spagna, oltre al fatto che potrai avere un'indennità di ferie annuali di 30 giorni? Forse quello di fare la siesta lavorativa. In Spagna la pausa pranzo è il momento per fare una siesta e dura circa 2 o 3 ore. Si inizia a lavorare alle 10, si smette alle 14 e poi si torna al lavoro alle 16 o alle 17 per terminare alle 20. Attenzione perché non tutti la praticano. 

  • 5. Francia

In Francia i lavoratori dedicano la maggior parte del tempo, circa 9,3 ore al giorno, al tempo libero e al relax. Forse è per questo che i caffè sembrano sempre pieni di persone felici? Nel 2017, la Francia ha anche introdotto una legge che consente ai lavoratori il "diritto di disconnettersi" dalle e-mail di lavoro fuori dall'orario lavorativo. 

  • 4. Finlandia

A prima vista, le ore di lavoro in Finlandia sembrano abbastanza simili a lle nostre: si lavora dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 17. Quello che forse non sapete è che le pause pranzo durano da una a due ore. Non dimenticate inoltre che questa nazione ha regalato ai suoi cittadini quattro "Nature Days" per festeggiare il centesimo anniversario della nazione qualche anno fa. 

  • 3. Paesi Bassi

Sebbene i Paesi Bassi offrano ai lavoratori solo nove giorni festivi all'anno, compensano con la settimana lavorativa più breve di tutti i paesi con 30,3 ore di lavoro a settimana. Aggiungete questo ai 20 giorni di ferie annuali e alle politiche di congedo parentale estremamente generose e vi verà voglia di trasferirvi nei Paesi Bassi. 

  • 2. Svezia

La vita lavorativa della Svezia è uno dei principali motivi per cui invidiamo questo paese. Innanzitutto c'è la fika, un caffè in tarda mattinata abbinato a pasticcini, che si pratica ogni giorno, in tutti gli uffici, intorno alle 11 di mattina. Questa tradizione, abbinata a 16 mesi di congedo familiare retribuito e 14 festività all'anno, rendono il paese il posto perfetto per trasferirsi. 

  • 1. Danimarca

In Danimarca il rapporto tra stipendio, costo della vita e ore di lavoro giornaliere medie (6,6 al giorno) è bilanciato. I lavoratori hanno a disposizione 8,8 ore al giorno di svago. Secondo U.S. News & World Report, questo è anche il miglior paese al mondo dove crescere bambini. Sia le madri che i padri hanno diritto a 23 settimane di congedo parentale, inoltre le madri ricevono altre quattro settimane di congedo.

Scopri