Idee di viaggio

15 viaggi low cost per l'autunno

Le città e isole più economiche d’Europa da scoprire in autunno

15 Viaggi Economici per l'Autunno WEEKEND Shutterstock
5/5

L’autunno con i suoi colori caldi e le temperature ancora miti è il periodo ideale per scoprire le capitali e le isole più economiche d’Europa. 

Sono città affascinanti, poco conosciute o sottovalutate che meritano di essere scoperte, ma anche isole mediterranee dove trovare il sole tutto l’anno. Da Lisbona a Belgrado, passando per Malta, ecco 15 mete low cost per un weekend d’autunno

15 Viaggi Economici per l'Autunno

  • Lubiana, Slovenia
  • Budapest, Ungheria
  • Malta 
  • Tirana, Albania
  • Strasburgo, Francia
  • Maiorca, Spagna
  • Canarie, Spagna 
  • Creta, Grecia 
  • Cracovia, Polonia 
  • Sofia, Bulgaria
  • Lisbona, Portogallo
  • Tallinn, Estonia
  • Dubrovnik, Croazia  
  • Belgrado, Serbia
  • Sarajevo, Bosnia Erzegovina

Lubiana, Slovenia

La capitale della Slovenia è una cittadina sempre più vivace che può ben rivaleggiare con le metropoli europee. Dedicate una giornata a scoprire la città sul fiume con ponti pittoreschi e scorci da fiaba, progettata in gran parte dal famoso architetto di Lubiana, Jože Plečnik. 

LEGGI ANCHE: MOSTRE D'AUTUNNO IN EUROPA

Passeggiando per la città incontrerete il Ponte dei Draghi, il Mercato principale, la casa di Plečnik, casa museo del famoso architetto di Lubiana, la Galleria Nazionale che conserva la più grande collezione di opere d’arte dall’Alto Medioevo fino al XX secolo, il castello di Lubiana che domina dall’alto di una collina l’intera città, la meravigliosa cattedrale di San Nicola in stile barocco e la suggestiva piazza Civica, centro della città. Nominata capitale verde europea nel 2016, Lubiana inoltre conta numerosi parchi e aree naturali.

Budapest, Ungheria

Budapest è una delle più belle capitali d’Europa e anche una delle più economiche. La città ungherese che sorge sul Danubio incanta con i suoi ampi viali, i parchi lussureggianti e le raffinate terme. Camminando per Budapest si respira un’atmosfera fin de siècle tra i tanti palazzi costruiti durante il boom industriale, periodo di massimo splendore della città. Simbolo di Budapest è il maestoso Parlamento ungherese che si affaccia sul Danubio. 

Da non perdere poi il Castello di Buda, patrimonio Unesco, costruito su una collina che domina la città, che oggi ospita il Museo Storico di Budapest e la Galleria Nazionale Ungherese. Le giornate d’autunno trascorrono tra musei, caffè e ottimi ristoranti oppure riscaldandosi alle famose terme. La città offre tanto pur rimanendo una meta low cost. 

Malta

Malta è la meta mediterranea ideale per un viaggio low cost d’autunno. Lo stato insulare dell’Europa meridionale, nonché il Paese più piccolo dell’Unione europea, attrae sempre più lavoratori a distanza, startup e imprenditori per il sole tutto l’anno, un’atmosfera rilassata e divertente per i giovani e una vita a prezzi contenuti. La capitale La Valletta, patrimonio Unesco, è una meravigliosa città cinta da mura, caratterizzata da case del XVI e XVII secolo con i tipici balconi maltesi. 

Negli ultimi anni la città ha conosciuto un boom culturale e gastronomico. Ve ne renderete conto appena vedrete l’imponente City Gate, il moderno Parliament Building e l’Opera House, tutti progettati da Renzo Piano. L’isola poi offre bellissime spiagge di sabbia dorata e acque cristalline come Paradise Bay, o quelle favolose delle isole di Gozo e Comino, incantevoli cittadine da visitare come Medina, la città del silenzio, o Rabat con i suoi bellissimi siti archeologici, e poi templi megalitici più antichi di Stonehenge. Dunque, l’isola che vanta 300 giorni di sole all’anno, un’atmosfera rilassata e divertente per i giovani, e voli diretti dall’Italia ha non poche ragioni per attrarre i nomadi digitali. 

Tirana, Albania

Tirana è la vivace e colorata capitale dell’Albania, diventata ormai irriconoscibile rispetto ai giorni grigi del comunismo. Una città ricca di storia, Tirana combina l’architettura ottomana della moschea di Et’hem Bey con gli edifici in stile neobarocco e razionalista dei palazzi dei ministeri risalenti all’occupazione italiana dell’Albania, e con gli edifici squadrati ed essenziali tipici dell’architettura comunista come il Museo Storico Nazionale. Tutto questo in piazza Scanderbeg, emblema dell’intera città. Iniziate il giro dalla Torre dell’Orologio, alta 35 metri, icona di Tirana fin dal 1820, per poi immergervi in questa caotica, movimentata e polverosa città. Da non perdere il Bunk’art 2, il bunker antiatomico che oggi ospita un museo dedicato alla dittatura comunista, il Ponte dei Conciatori sul fiume Lana, che risale al VIII secolo, periodo ottomano, e il Postbllok Memorial i izolimit komunist, memoriale del passato comunista. Visitate anche la Piramide di Hoxha, il mausoleo del dittatore Enver Hoxha, oggi diventato centro culturale giovanile. Passate dal Mercato Centrale oppure fate una sosta tra bar e caffè nel dinamico e trendy quartiere di Blloku. 

Strasburgo, Francia

Capoluogo dell’Alsazia, Strasburgp incanta per la ricchezza del suo patrimonio artistico, la sua art de vivre e lo charme del suo centro storico. Strasburgo custodisce nella Grande Île il primo centro di Francia iscritto al patrimonio mondiale dell’Unesco. Città-cerniera, il suo nome significa “città delle strade”, Strasburgo abbraccia tutte le influenze culturali e architetturali che ha visto passare, dal classicismo francese all’imperiale tedesco. 

La sua cartolina più conosciuta è quella del pittoresco quartiere della Petite France con le case a graticcio tra i canali, ma scoprite anche le altre zone di questa città eclettica e cosmopolita. Nel tempo la città, sede del Parlamento europeo e del Consiglio d’Europa, si è adeguata al suo statuto di capitale europea senza dimenticare la sua anima alsaziana. Quindi tra nuovi quartieri in via di riqualificazione e musei contemporanei troverete ancora qualche Winstub tipica e l’antica tradizione dei mercatini di Natale. Cominciate la vostra passeggiata dalla Grande Île, circondata dal fiume Ill, patrimonio mondiale dell’Unesco e centro storico di Strasburgo. 

Maiorca, Spagna

È l’isola più grande delle Baleari e anche la più economica, se paragonata a Ibiza e Formentera. È anche chiamata “isla del sol” per i suoi trecento giorni di sole all’anno. Maiorca offre meravigliose spiagge di sabbia chiarissima e acque cristalline, ma anche un antico capoluogo fondato dai Romani, borghi ricchi di storia e una spettacolare costa rocciosa a nord-ovest, dominata dalle montagne della Serra de Tramuntana. 

È un’isola dai paesaggi variegati che offre molto più di meravigliose spiagge assolate. Scoperta negli anni ’50, Maiorca nel tempo è stata trasformata dal turismo ma per fortuna si possono ancora scovare calette incontaminate e villaggi autentici. Visitate Palma de Mallorca, il capoluogo dell’isola e dell’intero arcipelago delle Baleari. È una graziosa città molto animata sia di giorno che di notte, con viali alberati e stradine acciottolate, chiese gotiche sul mare e palazzi barocchi, oltre a locali alla moda ed eleganti boutique. 

Canarie, Spagna 

Le Isole Canarie sono un grande arcipelago di sette isole maggiori e altre isole minori, tutte di origine vulcanica, situate nell’oceano Atlantico, ideali per un viaggio low cost d’autunno. Tenerife, Gran Canaria, Fuerteventura, Lanzarote, La Palma, El Hierro e La Gomera sono paradisi naturali che conquistano i viaggiatori per gli splendidi paesaggi, le spiagge incontaminate, la natura selvaggia e il clima mite tutto l’anno. Tenerife è la più turistica delle sette isole ed è quella più indicata per una vacanza confortevole. Se preferite fare vita da spiaggia Fuerteventura vi incanterà con le sue dune sabbiose e Lanzarote con le sue spiagge vulcaniche di sabbia nera. Per una vacanza completa scegliete Gran Canaria. 

I più avventurosi potrebbero esplorare La Gomera, La Palma ed El Hierro. Le Canarie, inoltre, sono state profondamente trasformate dal turismo di massa, ma ancora rimangono piccoli villaggi di pescatori, paesini dalle case bianche e luoghi selvaggi dove regna maestosa la natura. Le isole permettono, inoltre, di dedicarsi a qualsiasi tipo di sport, dal parapendio al trekking e alle immersioni. Infine, il costo della vita è più basso rispetto al resto d’Europa, perciò le Canarie soddisfano tutti i gusti e le tasche. 

Creta, Grecia 

La più grande delle isole greche è un luogo magico dove la mitologia si confonde con la storia sullo sfondo di incantevoli scenari naturalistici. Creta è, infatti, il mitico luogo di nascita di Zeus e della leggendaria civiltà minoica. Il palazzo di Cnosso ne è la testimonianza più stupefacente. Creta custodisce, dunque, le rovine di una cultura millenaria che risale alla preistoria. Se l’architettura, la cucina e le tradizioni poi svelano le influenze veneziane e turche, l’isola tuttavia rappresenta la civiltà greca per eccellenza. La parte settentrionale dell’isola è la più turistica e sviluppata, dove si concentrano hotel, resort di lusso e vita mondana. Se invece volete una vacanza più tranquilla esplorate il selvaggio entroterra e spostatevi a sud, dove troverete spiagge deserte e natura incontaminata. Un manto di ulivi riveste l’isola, che produce uno degli oli d’oliva migliori della Grecia. 

Le catene montuose, tra cui si nascondono villaggi tradizionali e isolati monasteri, si aprono verso il mare tramite innumerevoli grotte e scenografiche gole rocciose. Creta, quindi, custodisce un patrimonio storico, archeologico e architettonico unico al mondo oltre a bellezze naturali mozzafiato. Dalle Gole di Samaria alle favolose spiagge passando per i famosi siti archeologici di Cnosso, Festo e Malia, l’isola di Creta può essere la meta low cost ideale per una vacanza all’insegna di relax, cultura e natura.

Cracovia, Polonia 

Cracovia è una delle più grandi e antiche città della Polonia, dal 1038 al 1596 è stata capitale reale, mentre oggi è capoluogo del Voivodato della Piccola Polonia. È un’antica città le cui origini risalgono al VII secolo, perciò vanta numerosi edifici, monumenti storici e una vasta collezione di opere d'arte come nessun'altra città polacca, miracolosamente salvati dalla distruzione della Seconda guerra mondiale. Cracovia è inoltre la sede di un’importante e antica università dove studiarono personaggi come Copernico e Josef Conrad. Visitate quindi la Città Vecchia, patrimonio Unesco, dove passeggiare tra palazzi gotici, rinascimentali e barocchi. Vedrete la bellissima Piazza del Mercato, il cuore cittadino e, sulla collina che domina Cracovia, il Castello di Wawel, antica residenza reale. 

Sofia, Bulgaria

La capitale della Bulgaria è spesso trascurata dai visitatori che preferiscono dirigersi verso la costa o le località sciistiche. Sofia invece è una città rilassata dove passeggiare tra chiese con cupole a cipolla, moschee ottomane e monumenti dedicata all'Armata Rossa. È una capitale moderna e giovane, anche se gli scavi effettuati durante la costruzione della metropolitana hanno rivelato un tesoro di rovine romane di quasi 2000 anni fa, quando la città si chiamava Serdica. Lasciatevi impressionare dalla maestosa cattedrale ortodossa di Aleksandar Nevski, in stile neobizantino, o dall’ex palazzo reale che oggi ospita la Galleria nazionale d'arte bulgara che custodisce oltre 50.000 opere d'arte. Viale alberati, vasti parchi e giardini curati vi faranno ammirare il foliage d’autunno, mentre piste da sci e sentieri escursionistici del monte Vitosha sono solo a una breve corsa in autobus dal centro. Sofia è una capitale low cost che vale la pena di scoprire.

Lisbona, Portogallo

Lisbona è la capitale europea più a Occidente e l’unica ad affacciarsi sull’oceano Atlantico, il che regala alla città una luce particolare. Lisbona è inoltre la seconda capitale più antica d’Europa che porta i segni di incendi, pestilenze, uno dei terremoti più devastanti della storia, colpi di stato, la più lunga dittatura d’Europa e la più grave crisi finanziaria dai tempi della Grande Depressione. Eppure la città ancora risplende tra ricchezze coloniali, architetture barocche e palazzi Art Nouveau. 

L’Alfama è il quartiere più caratteristico di Lisbona, da cui si apre una vista spettacolare sul vecchio quartiere e sul fiume. Sono tanti poi i miradouro da cui contemplare la città, tra questi il Miradouro de Graça. Ma anche il Castelo de Sao Jorge, che risale all’epoca dei Visigoti, è conosciuto per il panorama che offre. Vedrete poi la Torre di Belém, patrimonio Unesco e simbolo inconfondibile di Lisbona, e il Mosteiro dos Jerónimos, uno dei monumenti più importanti della città. Vale la pena vedere poi la cattedrale Sé de Lisboa del XII secolo con il suo chiostro del XIV secolo. Lisbona è sempre associata a un’atmosfera decadente e nostalgica come il suo fado, ma in realtà è una città molto viva che offre molto da fare. 

Tallinn, Estonia

Capitale dell’Estonia e una della capitali europee più economiche, Tallinn è considerata la perla del mar Baltico. È una città ex sovietica che vi stupirà con la sua atmosfera vivace e originale. Nel suo centro storico stradine medievali e guglie gotiche convivono con grattacieli di vetro, palazzi barocchi e moderni ristoranti. Tallinn porta il retaggio del suo passato sovietico ma è anche rivolta verso il futuro, risultando davvero affascinante. 

Quindi passeggiate nella Città vecchia, conosciuta anche come Città Alta, patrimonio Unesco, passate per Strada Vene, la via più particolare della città per essere stata la strada dei mercanti russi. Visitate la chiesa gotica di S. Olaf con il suo campanile alto 124 metri e non perdete il Palazzo Kadriorg, un magnifico palazzo in stile barocco, un tempo residenza dello zar e oggi sede del Museo Nazionale d’Arte Estone. 

Dubrovnik, Croazia 

Dubrovnik, un tempo chiamata Ragusa in italiano, è la perla dell’Adriatico dall’elegante bellezza a sud della Croazia, nella Dalmazia meridionale. Dubrovnik stupisce per le strade in marmo, per i suoi palazzi barocchi e le sue antiche mura che hanno protetto la Repubblica di Ragusa. Iniziate a scoprire il centro partendo dalla Cattedrale dell’Assunzione della Vergine, costruita sul sito di una basilica del VII secolo ingrandita nel XII secolo, così vedrete il Palazzo del Rettore, in stile gotico-rinascimentale, e il cinquecentesco Palazzo Sponza. Potrete poi ripercorrere l’ascesa e la caduta del suo impero commerciale nei musei ricchi di opere d’arte e di manufatti, salire con la funivia restaurata sul Monte Srđ e fare un bagno nelle acque azzurre del mare.

Belgrado, Serbia

Belgrado si distingue dalle altre capitali europee. È l’unica città in Europa a sorgere nel punto in cui due grandi fiumi si incontrano, la Sava e il Danubio. Dopo anni difficili che hanno portato alla dissoluzione della Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia, Belgrado oggi è considerata la Berlino dei Balcani

Da un decennio la città vanta una vivace vita culturale, artistica e anche notturna che richiama sempre più turisti. Un buon punto di partenza per scoprire la città è la Fortezza Kalemegdan, che difende Belgrado dall’alto di una collina. È interessante poi visitare il Museo della Jugoslavia, nei padiglioni dei giardini di quella che fu la residenza di Tito dal 1945 al 1979, e il Museo Nikola Tesla, inaugurato da poco in quella che fu la sua casa a Belgrado fino al trasferimento negli Stati Uniti. Dall’atmosfera romantica e allo stesso tempo effervescente, Belgrado è un’ottima meta low cost per un weekend d’autunno. 

Sarajevo, Bosnia Erzegovina

Sarajevo è una città affascinante, ricca di contrasti e storie, che rappresenta lo spirito dei Balcani: minareti e moschee, chiese cristiane e ortodosse, cimiteri misti, quartieri dei serbi bosniaci, linee di difesa, un centro storico che conta musulmani, serbi, bosniaci, croati e altre minoranze etniche. Da sempre punto di incontro tra Oriente e Occidente, Sarajevo è una città in cui architetture ottomane e asburgiche convivono. Una città che ha conosciuto la distruzione ma anche la rinascita. Ne è simbolo Vijećnica, la Biblioteca nazionale che nel ’93 andò in fiamme dopo un bombardamento mirato ma che è tornata a vivere nel 2014, dopo un restauro durato oltre un ventennio. Tra minareti, cupole, guglie, edifici Art Nouveau e palazzi del razionalismo socialista scoprirete una città dove camminare tra la storia antica e recente. 

Le Mete più Convenienti per l'Autunno in Italia

  • Pitigliano – Toscana
  • Lenno – Lombardia
  • Chioggia – Veneto
  • Altomonte – Calabria
  • Noto – Sicilia
  • Narni – Umbria
  • Bondone – Trentino-Alto Adige
  • Montefiascone – Lazio
  • Fornelli – Molise
  • Cagnano Varano – Puglia

 

Autore: Francesca Ferri

Scopri