Idee di viaggio

Deserto del Sahara: escursioni, temperature ed immagini

Come viaggiare nel Deserto del Sahara e come organizzare un'escursione di uno o più giorni nel deserto in Egitto e in Marocco

Come visitare Deserto Sahara ESPLORAZIONI Shutterstock
5/5

In Africa Settentrionale, dall'Oceano Atlantico al Mar Rosso, si estende il più grande deserto della Terra, il Deserto del Sahara.

Se pensiamo a questa immensa terra arida immaginiamo un'infinita distesa di dune, un paesaggio lunare, forse qualche oasi.

In realtà quello del deserto del Sahara è un paesaggio tutt'altro che piatto, fatto, non solo di forme mutevoli che cambiano con il vento, ma di innumerevoli diversità, massici, pianure, dune e attrazioni curiose.

GUARDA ANCHE: UNA SETTIMANA IN MAROCCO E NEL DESERTO DEL SAHARA

Deserto del Sahara

Il Deserto del Sahara è ricco di curiose attrazioni che sembrano uscite da una favola piuttosto che prodotte dal gioco millenario della natura. Qui di seguito trovate alcune delle curiosità più insospettate sul deserto di Sahara utili a sfatare alcuni miti.

Ad Elledi, in Ciad, si trova l'Arco de Aloba che con i suoi 77 metri di altezza è l'arco naturale più grande del mondo. 

Sempre in Ciad, nel bel mezzo del nulla più desolato spunta un massiccio circondato da sorgenti di acqua che sgorgano dalla profondità delle rocce: l'oasi di Ennedi è una delle zone meno accessibili del pianeta senza alcun tipo di strada o comunicazione a toccarla.

Oltre alle piramidi egizie, che tutti conosciamo, esistono le piramidi di Meroe, lo sapevate? Si trovano nel deserto di Nubia (nel Nord del Sudan) a 200 km dalla capitale e furono costruite da alcune delle prime civilizzazioni della valle del Nilo, i Kush.

Il treno più lungo del mondo si trova nel deserto del Sahara. In Mauritania c'è un treno lungo 4 km che collega le città di Nuadibú e Zourat in un percorso di 700 km. Può trasportare 22.000 tonnellate di ferro dalla miniera di Zourat.

(Foto: geoffrey wiggins / Shutterstock.com)

Escursioni nel deserto

Il deserto del Sahara non è tutto uguale. C'è il Deserto Bianco, un'immensa fetta di Sahara egiziano che si estende tra le oasi di Bahariya e Farafra in cui le dune di sabbia sono interrotte da paesaggi bianchi come il latte che sono i resti di laghi e antiche paludi e che creano un paesaggio lunare. Il Deserto Bianco collega le lande brulle e rocciose del Deserto Occidentale con il Grande Mare di Sabbia. 

Qui di seguito trovate le migliori escursioni nel deserto, in Marocco ed in Egitto.

  • Erg Chebbi

Erg Chebbi, vicino Merzouga, in Marocco, è un mare di dune che copre un'area di 22 km quadrati del Sahara marocchino ed è una delle zone popolari in cui visitare il deserto in Marocco. Qui il colore della distesa di sabbia dalle forme mutevoli va dal rosso aranciato al dorato. 

Il punto più facile per raggiungere questo deserto è Zagora su cui volano 4 voli quotidiani di Royal Air Maroc da Casablanca. Le escursioni nel deserto possono essere prenotate direttamente qui oppure sentendo i vari accampamenti. Uno di questi, Umnya Dune Camp, è un hotel/accampamento di lusso che organizza gli spostamenti da Zagora e da Marrakech e attività ed escursioni in cammello. 

  • Erg Chicaga

Un'altra alternativa è quella di affittare un auto per raggiungere autonomamente un villaggio alle porte del deserto dove arrangiare un'escursione guidata. La strada delle Mille Kasbah lambisce le più belle kasbah del Marocco.

Aït Ben Haddou è una delle Kasbah più belle del Marocco e assomiglia ad un castello di sabbia. Qui trovate gli altri paesi più belli del Marocco, tutti sembrano usciti da un racconto di fantasia. Dormendo per 13 euro a notte appena fuori dal paese di M'Hamid, al limitare del Sahara, sperimenterete un primo assaggio di vita del deserto. Il Desert Camp Chraika, gestito da una coppia polacco-marocchina, è il posto perfetto per dormire e da qui partono le escursioni nel Sahara organizzate dallo staff del campo con guide ufficiali.  

Dopo circa 3 ore di fuori strada si raggiunge Erg Chigaga vicino a M'Hamid El Ghizlane e a poco meno di 100 km da Zagora.

  • Deserto bianco

I tour per raggiungere il Deserto Bianco e pernottare almeno due notti all'aperto partono di solito da Il Cairo. Passano solitamente per l’Oasi del Bahariva ed il Tempio di Ai nel Muftella.

  • Deserto Occidentale

I tour che raggiungono il deserto occidentale si svolgono soprattutto in quad. Si parte da Marsa Alam o da Hurghada, si guida il proprio quad nel deserto per poi partire in un tour con i dromedari.

GUARDA ANCHE: MAROCCO E DESERTO DEL SAHARA

Temperature e meteo

Nelle zone bagnate dall'Oceano Atlantico il clima del deserto è umido, molto secco invece nelle zone interne, non appena ci si allontana dal mare. Il clima desertico del Sahara è caratterizzato da forti escursioni termiche giornaliere: di giorno la temperatura media è di 38° 40° e può toccare o superare i 50 °C, mentre all'alba può arrivare a 20 °C o anche meno. In inverno le temperature in tarda notte possono toccare lo 0 e qualche grado in più all'alba, specialmente nelle zone più elevate e in quelle più umide.  

Salah, una delle città più calde dell'Algeria e del Sahara, tocca la temperatura massima media di 46.4 a luglio, il mese più caldo. La temperatura della sabbia invece può raggiungere facilmente gli 80°.

Preparatevi a vedere un cielo insolitamente alto e limpido. La maggior parte dell'area desertica del Sahara conta 3.600 ore di luce all'anno per salire alle 4.800 registrate nella zona di Luxor e nel deserto Nubiano (Wadi Halfa) in Egitto.

Cosa portare e cosa indossare

Sia di giorno che di notte è utile indossare indumenti di cotone, di lino o di altre fibre naturali (pantaloni lunghe e maniche lunghe) che proteggono sia dal caldo che dal freddo. Per la notte è necessario avere a disposizione qualcosa di più caldo, come un maglione di lana.

Calzini di lana merinos alti fino al ginocchio aiutano a mantenere la temperatura costante e a evitare che il piede sudi troppo garantendo anche una buona protezione da piante spinose e insetti.

La kefiah è un accessorio essenziale per ripararsi la bocca e il naso quando la sabbia si alza dal deserto, per riparare collo e spalle durante la notte e per proteggere la testa dalle insolazioni di giorno (meglio ancora un cappello). 

Portate con voi un'ottima crema solare, occhiali da sole schermati per proteggersi dalla forte luce del deserto e un repellente per tenere lontani gli insetti, che, sembrerà strano, ma ci sono anche qui. 

Portate con voi uno zaino non troppo pesante, carico di acqua in abbondanza (la regola vuoel che si beva un litro di acqua all'ora), una giacca per ogni evenienza o una coperta termina, salviette umidificate meglio se igienizzanti e un collirio per gli occhi. Chi di solito indossa le lenti a contatto è preferibile che porti con sé gli occhiali da vista per evitare che la sabbia renda le lentine fastidiose.

Portare con sé qualche spuntino di frutta secca e medicinali di scorta può essere una buona idea.

Foto e immagini

Mappa e cartina

Scopri