Foto

Cofete

Cofete
Fonte: Photo Courtesy

Riusciamo a scendere, sfidiamo il vento e siamo puniti per la nostra sfrontatezza da Madre Natura che ci scatena dopo nemmeno 3 minuti un’altra folata enorme di sabbia (immortalata questa volta dalla telecamera): i miei poveri polpacci ringraziano ancora per l’effetto spilli-conficcati-nelle-gambe. Il livello di scazzo a questo punto era abbastanza elevato, per cui ci rincamminiamo sulla via del ritorno, allarmati anche dai nuvolosi grigi che si stavano addensando sulle montagne (non voglio immaginare quei sentieri cosa sono da bagnati…). Non so se ne vale davvero la pena visitarla: forse la fatica è stata tanta per noi che ci siamo rimasti nemmeno 15 minuti. Andateci sicuramente per dire che in vita vostra avete fatto 20 + 20 (= 40!!) km di sterrato e per fare i fighi in stile Indiana Jones

Suggerimento: non incamminatevi troppo tardi, sennò rischiate di essere sorpresi dal buio e peggio ancora di non trovare più un anima sul percorso: i cellulari ovviamente non hanno campo in questo posto sperduto e non si sa mai cosa può succedere. Il consiglio è di avviarvi dopo il bagnetto pomeridiano, intorno alle 16/16:30 così avete tutto il tempo necessario, anche perché per andare e per tornare vanno via almeno 2 ore!!