Foto

Esquinzo

Esquinzo
Fonte: Photo Courtesy

E' immediatamente attaccata a Jandia, ma già più bella e particolare. La spiaggia si raggiunge svoltando per l’omonima località dalla FV-2. Poi dovete scendere giù verso la fine del paese, andando in direzione del mare. A quel punto vi buttate totalmente a sinistra e si arriva alla fine del paese, scorgete un pezzettino di marciapiede sgarrupato da cui si intravede l’inizio di un pezzo di strada sterrata . Ed è li che dovete scendere. Qui il mio voto sale perché la spiaggia è più raccolta e di conseguenza le onde sono meno forti, così come il vento. Ed è qui che scatta il primo bagno nell’Oceano Atlantico (in abbinata alla prima denudazione). Compaiono i primi anfiteatri di pietra. Forte presenza di nudisti, anche passeggianti.

La metterei tranquillamente al primo posto per la sua bellezza, se non fosse per il vento (il nome Sotavento e la massiccia presenza di windsurfisti non sono un caso….): pur essendoci sistemati anche noi nei cespugli ad inizio spiaggia, dopo un po’ il vento ti prende al cervello e abbiamo cambiato zona. I nudisti ci sono, ma la spiaggia è talmente sconfinata che ne sembrano 2-3 in tutto. Ah, l’acqua qui era davvero fredda.