Idee di viaggio

Dove mangiare i migliori macarons di Parigi?

10 indirizzi dove assaggiare i macarons dei più famosi pâtissiers e chocolatiers di Parigi

Laduree Parigi MANGIARE Shutterstock
5/5

Le mode passano, il gusto cambia, ma il macaron rimane sempre il re della pasticceria francese.

Dalla superficie liscia e il cuore morbido, questo piccolo gioiello ambito dai pâtissiers e chocolatiers di tutta la Francia, è un’invenzione del 1862 di Pierre Desfontaines, nipote di Louis-Ernest Ladurée. Un nome rimasto nella storia della pâtisserie francese.

Oggi i macarons sono famosi nel mondo e si confermano i protagonisti indiscussi di tutte le pasticcerie e panetterie di Parigi. I macarons si presentano in diverse dimensioni, la classica e una più piccola per i cosiddetti “gerbet”. I loro colori illuminano le vetrine dei pasticcieri francesi che, come stilisti, ogni anno presentano nuove collezioni di dolci prelibatezze da mangiare con gli occhi. 

Dai più tradizionali ai più creativi, ecco i migliori 10 macarons secondo noi.  

Migliori Macarons a Parigi

Pierre Hermé è il re dei macarons, colui che detta il gusto e inventa le nuove tendenze. Conosciuto per i suoi macarons al cioccolato, Pierre Hermé ama stupire con nuove creazioni ad ogni stagione. Da non perdere Mogador (cioccolato al latte e frutto della passione), Ispahan (rosa, litchi e lampone) e olio d’oliva alla vaniglia. “Quando creo un nuovo macaron penso prima di tutto a quella che chiamo l’architettura del gusto”, dice il “miglior pasticcere del mondo” del 2016. I suoi macarons si distinguono per il rivestimento leggermente croccante all’esterno e morbido all’interno e le generose ganaches dal gusto intenso. Dopo aver lavorato per le maison Lenôtre, Fauchon e Ladurée, il celebre pasticciere ha deciso di aprire la sua pâtisserie, di cui oggi troverete ben 17 indirizzi in tutta Parigi. 

Principali indirizzi: 18, rue Sainte-Croix-de-la-Bretonnerie, Paris 4e; 126 boulevard Saint-Germain, Paris 6e; 39, avenue de l’Opéra, Paris 2e; 4, rue Cambon, Paris 1er; 35 boulevard Haussmann, Paris 9e; 86 avenue des Champs-Elysées, Paris 8e; 58 avenue Paul Doumer, Paris 16e

Il macaron è nato con Pierre Desfontaines, nipote di Louis Ernest Ladurée, che a metà XIX secolo ha avuto la buona idea di unire due gusci con una gustosa ganache. Da allora la ricetta della famosa maison fondata a Parigi nel 1862 non è cambiata. I macarons Ladurée vivono ancora della reputazione del secolo scorso ma si confermano tra i migliori (e più cari) di tutta Parigi. Tradizione e innovazione contraddistinguono la creazione di Ladurée che, come una casa di moda, presenta la sua collezione due volte l’anno. È un piacere imperdibile quello di assaggiare i macarons più famosi del mondo sull’avenue più famosa del mondo. Caffé, limone, cioccolato all’arancia della Corsica e cassis violette tra i gusti da provare. 

Principali indirizzi: 16-18, rue Royale, Paris 8e; 75, avenue des Champs Elysées, Paris 8e; 13, rue Lincoln, Paris 8e; 21, rue Bonaparte, Paris 6e

Lusso, calma e voluttà. Il Café Pouchkine, che rende omaggio a uno dei più grandi poeti e scrittori russi, vi invita, nei suoi eleganti saloni ispirati alle dimore imperiali russe, ad assaggiare i macarons dello chef pâtissier Patrick Pailler. Oltre ai grandi classici come cioccolato o pistacchio, il Café Pouchkine dallo scorso anno ha lanciato una nuova collezione di macarons, Nathalie. Sono macarons dalla forma verticale che racchiudono nel biscotto croccante una crema leggermente glassata, declinando i gusti della tradizione secondo le nuove creazioni: lampone e banana, lime e wasabi, mirtillo e rosa. La firma Café Pouchkine si posa come una corona su questi gioielli perfetti. 

Indirizzi: 16 place de la Madeleine, Paris 8e; 64 boulevard Haussmann, Paris 9e 

“Meilleur ouvrier de France”, Jean-Paul Hévin è un pasticcere specializzato nel cioccolato. I suoi macarons, vincitori di diversi premi, mettono in risalto gli aromi dei diversi cioccolati utilizzati. Le sue creazioni si distinguono per l’intensità del gusto e la leggerezza della texture dovuta al basso tasso di zucchero. Ogni anno lavora a una collezione diversa, ma la priorità di Jean-Paul Hévin è sempre la freschezza dei suoi macarons. Avrete la scelta tra oltre 15 gusti che cambiano continuamente e che vanno dai Grands Crus di cacao intenso ai cioccolati più fruttati. 

Indirizzi: 231 rue Saint-Honoré, Paris 1er; 108 rue Saint-Honoré, Paris 1er; 41 rue de Bretagne, Paris 3e; 3 rue Vavin, Paris 6e; 23bis avenue de la Motte Picquet, Paris 7e; 35 boulevard Haussmann, Paris 9e.

Senza glutine, senza coloranti e senza additivi. Quanto basta per rendere i macarons di Hugo et Victor davvero unici. I gusti quindi sono semplici, i colori quelli della natura dati dalle polveri di frutta, verdura e spezie. Da assaggiare i macarons al cioccolato nero bio di Santo Domingo e Perù, caramello al burro salato, praliné, vaniglia Bourbon, pompelmo bio del Mediterraneo e chicchi di caffè, ciliegie nere e amarena, pistacchio di Sicilia. Il cofanetto di macarons Hugo et Victor sembra una tavolozza di colori naturali. 

Indirizzo: 40 boulevard Raspail, Paris 7e

A base di prodotti francesi e di eccellenza scelti con cura, i macarons di Cyril Lignac si distinguono per l’equilibrio tra la croccantezza del biscotto e la morbidezza della ganache. Tra i migliori gusti da provare, la vaniglia, il caffè, cioccolato e frutto della passione, caramello al burro salato e nocciole del Piemonte. 

Principali indirizzi: 133 rue de Sèvres, Paris 6e; 24 rue Paul Bert, Paris 11e; 2 rue de Chaillot, Paris 16e.

  • Dominique Saibron 

Difensore della tradizione e del gusto d’altri tempi, Dominique Saibron usa solo coloranti naturali, purées di frutta senza zucchero e cioccolato Valrhona per le ganaches. Il risultato è un macaron naturale e leggero, ancor più piacevole per il buon rapporto qualità-prezzo. Non perdete il cioccolato e frutto della passione, lamponi e cioccolato extra fondente. 

Indirizzo: 77 Avenue du Général Leclerc, Paris 14e

Sébastien Dégardin ha rivoluzionato i classici macarons parigini, liberandosi delle rigide convenzioni della pasticceria francese e creando i suoi “maronis”, dei biscotti morbidi, leggermente croccanti a base di pasta di mandorle, guarniti di una crema delicata. Non giudicateli dall’aspetto, solo perché non conformi all’immagine dei classici macarons, vale la pena assaggiare i “maronis”, soprattutto quelli al pistacchio, alla violetta e cassis o alla vaniglia. 

Indirizzo: 200 rue Saint-Jacques, Paris 5e

Dai colori iridescenti e i sapori intensi, i macarons di Pierre Marcolini sono generosi, leggeri e particolarmente gustosi. Chocolatier belga e campione del mondo della pasticceria, Marcolini seleziona le migliori fave di cacao e ingredienti del mondo presso produttori locali e indipendenti per i macarons preparati ogni giorno nel suo laboratorio. Da degustare: Pierre Marcolini (chocolat prodotto da tre fave di cacao e vaniglia), Chuao (cioccolato del Venezuela), Palet Or (cioccolato, caramello e vaniglia), caffè, speculoos, pistacchio, frutto della passione, caramello e burro salato, vaniglia, cassis, rosa, lampone, praliné e tè al limone. 

Principali indirizzi: 52 rue de Rivoli, BHV Marais, Paris 4e; 60 avenue des Champs-Élysées, Galeries Lafayette, Paris 8e; 235 rue Saint-Honoré, Paris 1er.

  • Sadaharu Aoki

Se dopo averne provati tanti volete assaggiare dei macarons completamente diversi dagli altri, provate quelli di Sadaharu Aoki. Il pâtissier e chocolatier giapponese prepara i suoi macarons con i migliori prodotti del Paese del Sol Levante. Quindi non limitatevi ad assaggiare i classici ma osate con i macarons al tè matcha, allo yuzu, al sesamo nero o all’ume, un frutto tra la prugna e l’albicocca. Sarà una vera esperienza di gusto. 

Principali indirizzi: 25, rue Pérignon, Paris 15e; 35, rue de Vaugirard, Paris 6e; 56, boulevard de Port Royal, Paris 5e

Autore: Francesca Ferri

Scopri