Idee di viaggio

Musée d'Orsay, tutto quello che devi sapere per visitarlo

Storia e opere del museo parigino dedicato all’impressionismo

Musée d'Orsay a Parigi: orari, visite e biglietti MUSEI Shutterstock
5/5

Il Musée d'Orsay è uno dei complessi museali più importanti di Parigi e di tutta la Francia. Famoso soprattutto per le numerose opere di pittura impressionista e post-impressionista, ospita dipinti, sculture, disegni, stampe, fotografie, oggetti d’arti, modelli e disegni d’architettura, realizzati a partire dal 1848 e fino al 1914.

ACQUISTA I BIGLIETTI PER IL MUSEE D'ORSAY CON INGRESSO RISERVATO

Musée d'Orsay: La storia della struttura che ospita il museo

Il Musee d'Orsay si trova in Rue de la Légion d'Honneur ed è realizzato della vecchia stazione ferroviaria chiamata “Gare d’Orsay” o “Gare d’Orléans”. La struttura fu costruita su progetto dell’architetto francese Victor Laloux e fu inaugurata in occasione dell’Esposizione Universale del 1900.

Dopo qualche decennio, la stazione si dimostrò inadeguata rispetto alle nuove tecnologie ferroviarie e i nuovi treni e venne, a poco a poco, messa in disuso. La decisione di trasformarla in un museo fu presa dal governo francese soltanto nel 1975. 

Il nuovo progetto fu sviluppato dagli architetti d’Oltralpe M. Bardon, M. Colboc and M. Philippon, mentre la sistemazione interna e il progetto museografico furono realizzati – cosa quasi impensabile se si pensa a quanto siano nazionalisti i francesi - da un team di progettisti italiani capitanato da Gae Aulenti, Italo Rota e Pierluigi Castiglioni. Il Musée d’Orsay venne inaugurato ufficialmente il 1° dicembre 1986. 

Tra il 2009 e il 2012, il museo è stato completamente rinnovato sia nelle gallerie espositive che nei suoi spazi interni. 

Foto: ©  Luboslav Tiles / Shutterstock

I tre livelli del Museo d'Orsay e le gallerie dedicate agli artisti

Il museo d'Orsay è strutturato su tre diversi livelli che ospitano le opere d’arte in base all’anno in cui sono state realizzate. Il primo livello, quello inferiore, è dedicato agli anni tra il 1848 e il 1880; al livello intermedio sono esposte le opere realizzate fra il 1870 e il 1914; il livello superiore ospita la prestigiosa collezione di quadri dell'impressionismo e postimpressionismo, ed è la parte più famosa e visitata della struttura. 

Tra gli artisti più importanti che si possono ammirare al Musee d'Orsay ci sono Claude Monet, Paul Cézanne, Paul Gauguin, Vincent van Gogh, Edouard Manet, Pierre-Auguste Renoir, Edgar Degas, Alfred Sisley, Camille Pissarro, Berthe Morisot, Gustave Caillebotte, Eugène Antoine Durenne e Alfred Barye, oltre a fotografi e creatori d'arte decorativa ed industriale. Una galleria della struttura è interamente dedicata a Henri de Toulouse-Lautrec e un'altra a Gustave Courbet. 

GUARDA ANCHE: I MUSEI PIÙ BELLI DI PARIGI

5 tre le opere più importanti

Colazione sull’erba, di Édouard Manet, è una delle opere più importanti e più conosciute tra quelle esposte al museo. Il dipinto, realizzato nel 1863, segna l’inizio dell’impressionismo e raffigura delle persone (tra cui una donna nuda in mezzo a uomini vestiti, cosa che fece molto scandalo all’epoca) che stanno facendo un pic nic sull’erba. 

Nel museo francese è esposto anche uno dei quadri più famosi del pittore olandese Vincent Van Gogh: Autoritratto. Fu realizzato nel 1889 in Provenza, durante il suo ricovero presso il manicomio di Saint-Rémy, dove si era fatto rinchiudere dopo un periodo di crisi interiore.

Un’altra opera che rende il museo d'Orsay uno dei più ricchi al mondo è “Natura morta con mele e arance”, un dipinto a olio su tela realizzato nel 1899 da Paul Cézanne. È il quadro che traccia la linea tra l'Impressionismo e le prime avanguardie artistiche e pittoriche del Novecento. 

Due donne tahitiane, del pittore francese Paul Gauguin - considerato tra i maggiori interpreti del Postimpressionismo mondiale – è un’altra delle opere che si possono ammirare nel museo parigino. Il quadro due donne indigene che si rilassano in riva al mare mentre svolgono semplici attività quotidiane. Il quadro è uno degli esempi più importanti di completa armonia cromatica a livello mondiale. 

Ultima ma non meno importante tra le opere più famose esposte al Musee d'Orsay è “I Papaveri”, celebre dipinto del 1873 realizzato dal pittore francese Claude Monet, uno dei padri dell’impressionismo mondiale. L’opera ritrae la prima moglie del pittore, Camile e il figlio Jean mentre passeggiano tra i campi di papaveri e riassume alla perfezione i capisali della pittura del tempo con colori brillanti e vivaci, l’uso intelligente della prospettiva e la tecnica “en plein air” all’aria aperta.

Orari, visite e biglietti

  • Orari

Dalle 9:30 alle 18:00 dal martedì alla domenica 

Il giovedì dalle 21:45 visitatori individuali solo su prenotazione 

Chiusura ogni lunedì, il 1º maggio e il 25 dicembre

  • Biglietti

Tariffa intera 16 euro 

Tariffa ridotta 13 euro

CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL BIGLIETTO

Foto: © Takashi Images / Shutterstock

Autore: Paola Toia

Scopri