Idee di viaggio

Paris Street Art, Space Invaders e Company

Tour della Street Art parigina, da Belleville a Park Bercy a caccia delle opere più belle

Street art Parigi STREET ART Shutterstock
/5

Paris, Paris, conosciamo tutti le tue attrattive, il romanticismo del lungo Senna e l'eleganza degli Champs Elisées, il fascino bohemien di Montmartre e quello emergente di Menilmontant. Oggi ce ne andiamo a spasso per la Parigi Underground, quella dei graffiti e della Street Art, presa d'assalto dagli invaders e popolata di stencil, murales e colori.

LEGGI ANCHE: MANGIARE A PARIGI

Anche la Street Art a Parigi ha un non so che di squisitamente parigino, una qualche sfumatura di eleganza e charme. Baci e ballerini, le ragazze sexy di Fafi e la Monnalisa in modalità reverse graffiti di Method Graphic.

(© Rrrainbow / Shutterstock)

Il nostro Tour della Street Art a Parigi parte da Belleville, quartiere multietnico e fascinoso. Rue Dènoyez, all'altezza della fermata metro Belleville è un mosaico di colori in continuo divenire. Ci guardano i volti aerografati del Che, i gatti dipinti sui vasi, e sui piloni agli angoli della strada. Dalle finestre alle porte non c'è un solo spazio privo di colori in Rue Dènoyez.

LEGGI ANCHE: PARIGI GRATIS

Incontriamo La Maison de la Plage e capiamo subito il perchè. Si tratta di un'associazione culturale che, mossa dalla convinzione che la poesia contemporanea sia una vera e propria necessità, incoraggia l'uso creativo degli spazi urbani (ce ne sono diverse a Parigi, un'altra è Le M.U.R. che asseconda l'incontro tra gli artisti e le municipalità).

(© EQRoy / Shutterstock)

Proseguiamo verso rue du Faugbourg du Temple. Al 101, più avanti in rue Jacques Louvel-Tessier e al 24 di Rue Alibiert troviamo 3 muri a disposizione degli artisti. Un'enorme tigre corre accanto al marciapiede, poco più in là un altrettanto grande rinoceronte.

I visi pensierosi, quelli malinconici o segnati dalla vita che incontriamo in giro per il quartiere fanno parte del Progetto di C215 (ecco tutte le foto).

Nel cuore di Belleville in rue Moinon fanno parte di Zoo Project gli omini bianchi che scalano palazzi e il cane avido che sfila soldi dalla tagliola. All'estremità orientale di Belleville troviamo l'Ermitage, mentre a nord c'è le Point Phemere (Quai de Valmy 186), terreno d'esercizio per gli street artist sin dai primi anni '80. Il posto giusto per ascoltare musica o bere qualcosa a Parigi in un'atmosfera underground.

Ci spostiamo fuori dal circuito di Belleville verso il Park de Bercy. Passiamo per lo Street Park, graffitato e vissuto in tutte le sue dimensioni. Proseguendo verso il centro incontriamo Les frigos (rue Frigos). L'ex edificio un tempo usato per conservare al fresco le derrate alimentari è stato trasformato in un atelier underground regno della fotografia, dei graffiti e dell'arte in generale.

Inseguiti dagli Invaders che prima di occupare il mondo intero (o quasi) hanno occupato Parigi ci dirigiamo verso il centro. Imperdibile Le Mur de Gainsbourg a Saint-Germain-des-Prés (rue de Verneuil 5 bis) con gli stencil di Serge Gainsbourg e i magnifici tributi degli artisti alla sua arte.

(© EQRoy / Shutterstock)

(© EQRoy / Shutterstock)

(© EQRoy / Shutterstock)

Scopri