Idee di viaggio

La strada dei fari in Bretagna

In Bretagna c'è una strada che si chiama la Route des Phares e che raggiunge i fari più belli della costa bretone

Strada dei fari A PIEDI Shutterstock
4.2/5

La costa della Bretagna, con i suoi isolotti e le scogliere di granito rosa, è una delle più belle e frastagliate d'Europa. I fari, con la loro mole enorme di giganti con un occhio solo, rendono queste acque, abbondanti di scogli affioranti, baie strette e promontori aguzzi, sicure ai naviganti. 

La Route des Phares tocca i fari più belli e leggendari della Bretagna in un percorso che vi farà innamorare perdutamente della costa bretone. 

faro-6

Strada dei fari

La Route des Phares parte da Brignogan e arriva fino a Brest, comprendendo anche l'isola selvaggia d’Ouessant, dove si trova uno dei fari più belli e leggendari della Bretagna.

La strada percorre circa 90 km di costa dove svettano 17 fari (di cui 13 in mare) 85 torrette e 204 boe segnaletiche.

faro-2

Quasi tutti questi fari sono aperti al pubblico e, pagando un piccolo biglietto di ingresso, si possono salire i gradini che portano a guardare il mare dalla prospettiva della lanterna.

Oltre a quelli della Route des Phares ci sono gli altri fari della costa bretone che possono essere raggiunti, allargando l'itinerario ed esplorando l'intero litorale.

I più avventurosi possono percorrere un tratto del GR34, conosciuto come il Sentiero dei Doganieri. L'itinerario si snoda lungo l'intera costa bretone battendo il cammino percorso per secoli dai doganieri nell'intento di impedire il contrabbando. Si percorre a piedi camminando su scogliere, strade sterrate e spiagge.

faro-3

faro-7

Cosa vedere sulla strada dei fari in Bretagna

Ouessant si trova nel punto in cui le acque dell'Atlantico incontrano quelle della Manica ed è uno dei posti più selvaggi della Bretagna. La Pointe du Pern è il punto più occidentale dell'arcipelago di Ouessant e della Francia. Si parte in barca da Le Conquet o, in estate, da Camaret (1 ora e 15 minuti di traversata). Il faro dello Stiff, monumento dell'isola, è il più antico di Francia e svolge la sua funzione dal lontano 1700. Aperto da aprile a settembre. Tel.: +33 02 98 48 85 83.

A Cap Fréhel c'è un faro da cui la vista sulla costa bretone è una delle più scenografiche in assoluto. Dal porto di L’Aber Wrac’h partono i battelli che in 30 minuti raggiungono l’Île Vièrge ed il faro più alto di Europa: la lanterna dista 397 gradini dal mare (82,5 metri di altezza per una vista mozzafiato sulla terra degli Abers). Da aprile a ottobre. Tel. +33 02 98 04 05 43.

Alla Pointe de Saint Mathieu l'iconica maestosità della costa bretone vi lascerà senza fiato. Qui il faro, che indica ai marinai il cammino della gola di Brest, si trova accanto ad un'abbazia diroccata. Salite i 163 gradini che vi separano da una vista incredibile che spazia dalla Punta del Raz all'isola di Ouessant. Aperto tutto l'anno. Tel.: +33 02 98 89 00 17.

Il Faro di Trézien indica la strada ai naviganti che arrivano dall'interno percorrendo il Chenal du Four. Da aprile a settembre. Tel.: +33 02 98 38 30 72.

Dopo avere intriso la mente e i sogni con la visita ai fari più belli della Bretagna visitate il Museo dei Fari, tappa obbligatoria per scoprire segreti e curiosità sul mondo dei fari, delle lanterne e dei segnali marittimi.

Scopri