Idee di viaggio

Cosa Vedere a Berlino

Il meglio della capitale europea dall’antica storia, l’anima innovativa e l’aria effervescente da vedere in due o tre giorni

Berlino Cosa Vedere VIAGGI URBANI Shutterstock
4.1/5

Malinconica nei luoghi della memoria, austera nella sua architettura, creativa nel suo effervescente mondo artistico, sfrontata nelle sue notti di festa. Berlino è la città per tutti. A partire dalla riunificazione, Berlino è rinata come capitale europea moderna e innovativa, meta ideale per edonisti, hipster ma anche famiglie con bambini. Carica di storia e al contempo proiettata nel futuro, Berlino non vuole indugiare sul suo passato ma interpretare lo Zeitgeist, lo spirito del tempo.

La capitale tedesca è un fermento di tendenze sempre all’avanguardia. Lasciatevi sorprendere, quindi, dal suo fascino ruvido, la sua vivacità culturale, la sua gioia di vivere. Tra luoghi che hanno segnato la storia del Novecento, vi ritroverete in gallerie d’arte lungo il Muro di Berlino, musei in ex stazioni ferroviarie e sfarzosi castelli prussiani. 

E non sottovalutate i consigli su centri culturali post-industriali, street food itineranti e ristoranti segreti per vivere Berlino come veri berlinesi. 

Cosa vedere a Berlino

  • Porta di Brandeburgo

Signor Gorbačëv, abbatta questo muro”, furono queste le famose parole che l’allora presidente degli Stati Uniti, Ronald Reagan, rivolse al leader sovietico Michail Gorbačëv proprio davanti alla Brandenburger Tor. Era il 1987 e lo sfondo, il Muro di Berlino. La Porta di Brandeburgo da simbolo della divisione tra Berlino est e Berlino ovest durante la Guerra Fredda, è diventata un’icona della Germania riunificata. 

Inaugurata nel 1791, la Porta di Brandeburgo, con la quadriga rappresentante la dea alata della vittoria su un sipario di 12 colonne doriche, è l’unica sopravvissuta delle 18 porte della città. Sappiate che se avete bisogno di un momento di riflessione l’ala nord della porta ospita la Raum der Stille, la sala del silenzio. Non solo luogo della memoria, la Porta di Brandeburgo fa da sfondo ai maggiori eventi, festeggiamenti e spettacoli della città che si tengono nell’antistante piazzale di Pariser Platz.

  • East Side Gallery

La East Side Gallery è il tratto più lungo e meglio conservato del Muro di Berlino. 1,3 km di cemento oggi ricoperti di murales corrono paralleli alla Sprea in questa galleria di arte urbana a cielo aperto. Da non perdere, tra i tanti murales, “The mortal kiss”, il bacio sulla bocca tra Honecker e Breznev, e il “Test the best”, l’auto “ufficiale” della Germania Est che sfonda il muro.

  • Checkpoint Charlie

Il Checkpoint Charlie era il principale punto di passaggio per gli Alleati, i diplomatici e gli stranieri che avevano il permesso di transitare tra le due Berlino dal 1961 al 1990. Oggi al Checkpoint Charlie troverete una guardiola dell’esercito americano interamente ricostruita. Se volete vedere il cartello originale che avvertiva “State lasciando il settore americano” dovrete andare all’Haus am Checkpoint Charlie Museum accanto.

  • Memoriale dell’Olocausto 

Un rettangolo di 19 mila metri quadrati suddiviso da 2711 blocchi di cemento di diversa altezza su un terreno ondulato. Il Memoriale dell’Olocausto è un labirinto di cemento disegnato dall’architetto Peter Eisenmann. Quindi provate a passeggiare tra le steli grigie. Ma se volete ripercorrere quella tragica storia visitate il centro informazioni sotterraneo. In una sala buia vengono proiettati sulle pareti i nomi delle vittime, mentre una voce legge le loro biografie. Bisognerebbe rimanere lì sette anni per ascoltarle tutte. 

  • Il Reichstag

Sede del Parlamento tedesco dal 1999, il Reichstag merita una visita anche soltanto per la sua cupola in vetro, opera dell’architetto Norman Foster. Un ascensore vi porterà su una terrazza panoramica da cui ammirare meglio la cupola e una vista a 360° su Berlino. Fermatevi al ristorante oppure continuate a salire la scala a spirale all’interno della cupola stessa che sovrasta la Sala Plenaria. Sappiate che la fila all’ingresso è spesso molto lunga e poco piacevole d’inverno, quindi pensate a prenotare la vostra visita in anticipo

  • Isola dei musei e Pergamon Museum

La piccola isola sulla Sprea che nel XIII secolo accolse il primo insediamento di Berlino, è diventata poi la Museumsinsel, isola dei musei, uno scrigno di arte dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Se dovete scegliere un solo museo visitate il Pergamon Museum: un imponente complesso che ospita arte e architettura classica greca, babilonese, romana, islamica e medio-orientale. Da non perdere, il reperto principale da cui prende il nome il museo, la ricostruzione dell’Altare di Pergamo. Rassegnatevi, non ne uscirete prima di due ore. 

  • Hamburger Bahnhof

Un’ex stazione ferroviaria dell’Ottocento trasformata nella Mecca dell’arte contemporanea di Berlino. Nei grandi ambienti prendono posto il Mao sorridente di Andy Warhol, le astrazioni luminose di CY Twombly, le installazioni di Joseph Beuys. Controllate la fitta agenda.

  • Museo ebraico

Lo Jüdisches Museum è il museo ebraico più grande d’Europa che ripercorre 2000 anni di storia ebraica in Germania. Solo una sezione è dedicata all’Olocausto ma la tragedia della Shoah ispira l’intero edificio, che vuole essere l’interpretazione astratta di una stella. 

  • Duomo di Berlino

Completato nel 1905 in pieno stile rinascimentale italiano, il Berliner Dom è il maestoso duomo dalla grande cupola in rame in cui la famiglia reale prussiana degli Hohenzollern andava a pregare. Dopo aver ammirato gli splendidi interni, salite i 270 scalini che conducono alla galleria panoramica.

  • Torre della televisione

Alta 368 metri, la Fernsehturm, la torre della televisione, è l’edificio più alto di Berlino. Scegliete una giornata di cielo sereno per salire in cima e fare un aperitivo al Telecafé mentre compie il giro di 360° in 30 minuti. Ideale al tramonto. 

  • Tiergarten

Dopo tanti giri fermatevi al Tiergarten, il polmone verde della città, dove rilassarvi all’aria aperta.

  • Schloss Charlottenburg

Splendido palazzo barocco, lo Schloss Charlottenburg è uno dei pochi luoghi rimasti a Berlino dove ci si possa rendere conto dello sfarzo della dinastia degli Hohenzollern, nonostante fosse da loro considerato una piccola residenza estiva. 

Cosa vedere a Berlino con i bambini 

Se pensate che Berlino sia solo il paradiso per gli amanti della vita notturna o della storia vi stupirete scoprendo una città molto family friendly. Tra le mete più amate dai piccoli c’è lo Zoo di Berlino, il più grande della Germania e uno dei più antichi. Oppure il Museo di Storia Naturale, che ospita il più grande dinosauro del mondo. O ancora il MACHmit, dove i bambini imparano giocando. Immergetevi, invece, in un viaggio sottomarino all’AquaDom & SEA LIFE Berlin. Quando, a fine giornata, saranno troppo stanchi per camminare salite sull’autobus n. 100 per un giro panoramico della città.

Dove mangiare a Berlino

Il panorama gastronomico della capitale tedesca è enormemente cambiato. Oggi si dedica molta più attenzione alla qualità, alla freschezza delle materie prime e alla provenienza dei prodotti, tanto nei piccoli caffè quanto nei ristoranti raffinati. Quindi dovrete solo capire se avete voglia di una kneipe, nostalgica taverna della vecchia Berlino, di un ristorante vegetariano alla moda o di uno stellato. La tradizione tedesca resiste negli storici ristoranti ma altrove la cucina della capitale si lascia contaminare da sapori di tutto il mondo. 

Se volete assaggiare le specialità berlinesi ordinate un currywurst, la salsiccia diventata icona della capitale, oppure prendete un döner kebab in giro per la città, ma ricordate che il più rinomato è quello di Mustafa’s. Se siete amanti dello street food andate, tra i tanti mercatini, al Kulturbrauerei, situato in una ex fabbrica di birra oppure dirigetevi in uno dei beer garden della città. 

Berlino da berlinesi

Se siete a Berlino non per la prima volta e volete viverla da veri berlinesi segnatevi alcune chicche per stupire i vostri compagni di viaggio. Tra le gallerie d’arte più interessanti consigliamo Urban Spree, spazio post-industriale dedicato alla cultura urbana, Horse & Pony, gestita da artisti, Duve Berlin, aperta solo su appuntamento, che supera ogni concetto di galleria tradizionale.

Schinkel Pavillon, invece, combina l’arte contemporanea con l’eccentricità di un monumento della DDR. Direzione C/O Berlin per gli appassionati di fotografia. Se poi volete unire cultura e gastronomia, andate al Kulturbrauerei, street food in una ex fabbrica di birra. Ma la moda da alcuni anni è il Bite Club, il party dello street food itinerante. Dopo aver mangiato döner kebab in giro per Berlino, provate quello di Mustafa’s, il più rinomato in città. Invece per una cena stellata in un locale industriale con solo 12 posti, Ernst. E per il dopocena, siete nel paradiso della vita notturna. 

Berlino in due o tre giorni 

 

Dormire a Berlino

Boutique hotel, alberghi d’arte e hotel di design, ma anche moderni ostelli di tendenza. Berlino offre un’ampia scelta di hotel per accogliere i visitatori in continua crescita. Lasciatevi sorprendere, dunque, dall’eccentricità berlinese a meno che non siate habitués del Ritz. Ecco una selezione di posti dove dormire a Berlino

Cosa vedere nei dintorni di Berlino 

Per un’escursione fuori porta potrete scegliere tra numerose mete servite da un’efficiente rete ferroviaria. A soli 20 km da Berlino avrete Potsdam, la sfarzosa capitale del Land del Brandeburgo dove ammirare i palazzi dell’antica residenza dei re di Prussia. Se siete amanti delle città, visitate Dresda, uno scrigno di tesori architettonici, e Lipsia, la città degli eroi e della musica.

Ma la città più antica della regione è Brandeburg an der Havel, mentre a sud troverete lo Spreewald, la foresta della Sprea dove fare passeggiate nel verde e gite fluviali. Se invece siete partiti sulle tracce di Martin Lutero andate a Lutherstadt-Wittenberg. Sachsenhausen, poi, è il campo di concentramento più vicino a Berlino. Gli amanti della musica, invece, avranno già i biglietti per un concerto nell’antico monastero di Chorin. 

Foto

Mappa e Cartina

Autore: Francesca Ferri

Scopri