Idee di viaggio

Castelli e fortezze della Germania patrimonio dell'umanità

I castelli e le fortezze della Germania riconosciuti dall’UNESCO patrimonio dell’umanità

/5

La visita dei Castelli e delle Fortezze della Germania, riconosciuti dall’UNESCO patrimonio dell’umanità, vi permetterà di fare un viaggio nel passato alla scoperta delle sue testimonianze più straordinarie. 

Sono quattro i siti che vi invitiamo ad esplorare per conoscere le meraviglie architettoniche tedesche.

 

Castelli Augustusburg e Falkenlust a Brühl - La città di Brühl, nelle vicinanze di Colonia, custodisce due importanti esempi del rococò tedesco risalenti al XVIII secolo. Sono i castelli Augustusburg e Falkenlust che nel 1984 sono stati riconosciuti dall’UNESCO patrimonio dell’umanità.

Circondati da un elegante giardino in stile francese realizzato da Dominique Girard, i manieri sono stati costruiti per volere del principe elettore Clemens August di Baviera.

Facendo visita al castello di Augustusburg, edificato sulle rovine di una vecchia fortezza medievale a partire dal 1725, avrete occasione di ammirare l'incredibile scalinata realizzata da Balthasar Neumann tra il 1743 e il 1748; la scalinata, per la sua eleganza e magnificenza, è considerata uno dei più importanti capolavori del barocco tedesco

Da Augustusburg si raggiunge a piedi il castello Falkenlust, un casino di caccia ubicato ai margini di un parco e costruito come base per la caccia con il falcone. Il castello fu realizzato da François de Cuvilliés tra il 1729 e il 1737

 

Fortezza Wartburg - A 400 metri d'altezza, a dominare l'incantevole paesaggio della città di Eisenach, la fortezza Wartburg è una delle strutture difensive meglio conservate di tutta Europa. Per questo motivo dal 1999 è riconosciuta dall’UNESCO patrimonio dell’umanità.

La costruzione realizzata a partire dall’XI secolo a nord della Foresta della Turingia, custodisce al suo interno più di 900 anni di storia.

Il castello è stato dimora di Elisabetta di Turingiauna delle donne più influenti del Medioevo, e tra il 1521 e il 1522 ha ospitato Martin Lutero che qui trovò rifugio dopo la scomunica papale. 

Lutero, nei mesi trascorsi tra le mura di questo castello, si dedicò alla traduzione del Nuovo Testamento in tedesco.

Inoltre, pare che nel 1206 il castello sia stato sede di una competizione di menestrelli, un evento (o forse una leggenda) che ispirò Richard Wagner per la realizzazione della sua celebre opera Tannhäuser.

Un patrimonio importante conservato in una fortezza imponente che potrete conoscere visitandone gli interni o soggiornando nell'hotel con ristorante che si trova nelle vicinanze.

 

Castelli e parchi di Potsdam e Berlino - Viali maestosi, parchi immensi e 150 edifici realizzati tra il XVIII secolo e il XX secolo fanno della città di Potsdam una destinazione da non perdere. Il complesso di costruzioni della città, insieme ai monumenti architettonici di Berlino, è stato riconosciuto dall'Unesco patrimonio dell'umanità nel 1990. 

L'intera area comprende palazzi, castelli e giardini storici costruiti fra il 1730 e il 1916 vicino la riva del fiume Havel e i laghi che si trovano fra le città di Potsdam e di Berlino.

La struttura più antica dell'insieme di parchi e castelli tutelati dall'UNESCO è il Castello Sanssouci di Potsdam, palazzo straordinario e residenza estiva costruita da Federico il Grande.

Meritano una visita anche le altre meraviglie del patrimonio UNESCO, tra cui annoveriamo il parco e il castello di Babelsberg, il casino di caccia Glienicke, il parco e il castello di Sacrow, il Neuer Garten a nord di Potsdam con il palazzo Marmorpalais e il castello Cecilienhof.

Dopo aver dedicato del tempo a questi edifici e giardini, realizzati dai migliori architetti e giardinieri della Germania, passeggiate per la città di Potsdam attraverso i suoi quartieri storici come quello olandese con le case in cotto rosso, quello boemo dei tessitori o la colonia russa Alexandrowka. 

Prima di lasciare la città visitate gli studi cinematografici di Babelsberg, i teatri di posa e i set esistono dal 1911 e questo li rende i più antichi studi cinematografici del mondo. 

 

Residenza di Würzburg e giardini di corte - Simbolo di uno sforzo creativo immenso, la residenza di Würzburg è uno dei capolavori barocchi più incredibili di tutta la Germania. 

La sua realizzazione venne affidata dal vescovo-principe Johann Philipp Franz von Schönborn all’architetto Balthasar Neumann che diresse un lavoro ambizioso, unico nel suo genere, a cui parteciparono gli architetti più affermati di Francia e Germania.

Tutti i migliori professionisti del periodo unirono le forze per dare vita, tra il 1720 e il 1744, ad uno degli esempi più sontuosi del rococò tedesco riconosciuto, insieme agli sfarzosi giardini, patrimonio dell'umanità dal 1981. 

Il risultato fu la costruzione di un'opera eccezionale a cui contribuì anche Giovanni Battista Tiepolo che realizzò all'interno del palazzo il soffitto affrescato più grande del mondo.

Vale la pena visitarlo per ammirare lo straordinario susseguirsi degli ambienti: il vestibolo, lo scalone d’onore, la sala bianca, la sala imperiale e il gabinetto degli specchi. 

Dopo aver ammirato il simbolo della città di Würzburg, non perdete il fantastico panorama sulla città che si gode dalla fortezza Marienberg.

 

Per ulteriori informazioni: www.germany.travel/unesco