Idee di viaggio

Cosa vedere a Kyoto

Tutto quello che devi sapere prima di visitare Kyoto

Kyoto GIAPPONE Shutterstock
/5

Kyoto è una delle tappe imperdibili di un viaggio in Giappone. Qui risiede infatti il cuore tradizionale, antico e culturale del paese e qui ci sono incredibili punti di interesse e luoghi che meritano una visita.

Cosa vedere a Kyoto

Kyoto, sebbene non estesa ai livelli della più grande Tokyo, è una città che merita una tappa di almeno una settimana per visitare le infinità di bellezze della città e dei suoi dintorni. 

In questa utile guida abbiamo selezionato le cose da vedere assolutamente a Kyoto.

  • Fushimi Inari

Il Fushimi Inari è un santuario tra i più famosi del Giappone. Un lungo tunnel porta dal tempio alla foresta ed è realizzato con migliaia di torii (porte tradizionali) di colore rosso che avrete sicuramente già visto, in foto, o nel film Memorie di una Geisha.

Il santuario di Inari si trova alla base della montagna omonima di Kyoto.

Inari è il dio del riso. Nella parte inferiore della collina ci sono la porta principale e il santuario principale. Un terzo santuario, chiamato il santuario interno, è quello che si raggiunge con il sentiero fiancheggiato da migliaia di torii rossi. Contate tutte le statue e le figure di volpi che incontrate lungo la visita. Hanno in bocca una chiave: la chiave del deposito del riso. 

  • Arashiyama

Arashiyama, a un quarto d'ora di treno da Kyoto, è un altro dei simboli di Kyoto. In autunno è la meta dei fotografi e dei visitatori che vogliono ammirare le foglie rosse di acero e in primavera la fioritura dei ciliegi. La foresta di bamboo di Arashiyama, universalmente nota è un sistema di sentieri circondati dal bamboo. Camminare su questi sentieri è un'esperienza immersiva e il suono del concerto di foglie scosse dal vento è indimenticabile. 

  • Tetsugaku no michi

Tetsugaku no michi, in italiano la passeggiata del filosofo, è un percorso di un paio di chilometri tra il Padiglione d’Argento (tempio Ginkaku-ji) e il Tempio Nanzen-ji, imperdibile soprattutto durante la fioritura. Intorno ai lati del canale che costeggia il sentiero ci sono infatti numerosi alberi di ciliegio che creano un tunnel rosa durante il sakura.

  • Padiglione d'argento

Il Tempio Ginkakuji, il Padiglione d’argento in italiano sebbene non abbia alcuna traccia del color argento, si chiama così perché secondo il piano originario andava costruito con un tetto interamente fatto di argento. Questo tempio è uno dei posti più rilassanti e pacifici di Kyoto e proprio per questo merita una visita.

Prezzo del biglietto d'ingresso: 500 yen.

  • Gion

Gion è un antico quartiere di Kyoto costruito per accogliere i visitatori del vicino tempio di Yasaka. Nel tempo è diventato il quartiere delle Geishe (che qui si chiamano geiko, donne d'arte) e che, anche se in numero decisamente inferiore a un tempo, lo abitano ancora. 

Il quartiere si suddivide in due comunità di geiko: Gion Kobu e Gion Higashi. La prima è più grande e occupa la maggior parte del quartiere, mentre la seconda occupa solo una porzione a nord-est. Le case giapponesi tradizionali, ancora intatte a Gion, si chiamano machiya, e in molti casi sono case del tè, a lungo luoghi di incontro tra le geishe e gli uomini di affari.

La Miyako Odori, una danza che si tiene dal 1872 dalle geishe di Gion Kobu è la più antica.

I balli eseguiti dal 1 ° aprile al 30 aprile si tengono durante la fioritura. I viaggiatori possono assistervi anche da postazioni privilegiate, prenotando con largo anticipo e comprese di cerimonia del tè. 

  • Kiyomizudera

Kiyomizudera è il tempio buddista più famoso di Kyoto e si trova sulle colline di Higashiyama. Fu costruito intorno al 100 anche se poi fu ricostruito intorno all'anno 700. Oggi è Patrimonio dell'Umanità Unesco e uno dei posti più belli e visitati del Giappone. 

  • Castello Nijō

Il Castello Nijo di Kyoto, aperto tutti i giorni, escluso il martedì, si trova al centro di Kyoto ed è uno dei posti da visitare asoslutamente per entrare nel vivo della storia e della cultura del Giappone e dell'Impero Nipponico. 

I due palazzi principali sono l’Honmaru e il Ninomaru e gli interni hanno un particolare pavimento che “scricchiola” al passaggio, creato appositamente per scongiurare intrusioni nemiche.

  • Parco Maruyama

Il Parco Maruyama è uno dei posti migliori per ammirare la fioritura dei ciliegi in primavera ed è anche il parco più antico della città. 

  • Nishiki Market

Il Nishiki Market è una tappa imperdibile di un viaggio a Kyoto. Qui infatti, oltre ad abbigliamento e oggetti, troverete tutti i cibi più buoni della gastronomia nipponica, dal ramen ai takoyaki, il tutto a buon prezzo.

Kyoto in due giorni

Cosa visitare a Kyoto se avete solo due giorni di tempo? Come dicevamo più su, la città meriterebbe una settimana intera almeno, ma se siete a corto di tempo e volete visitare il meglio abbiamo preparato per voi un itinerario adatto alla visita in due giorni. 

Visitate il Tempio di Kinkakuji la mattina presto. Oltre al tetto ricoperto di una lamina d'oro che lo fa brillare al sole c'è un interessantissimo giardino tradizionale. 

Il Tempio di Ryoanji, a circa 20 minuti a piedi dal Padiglione d'Oro, è circondato da uno dei giardini rocciosi più belli del Giappone. Proprio accanto c'è il Ninnaji con la sua pagoda a 5 piani. 

In circa 15 minuti di treno dalla stazione di Omuro Ninnaji, sulla Keifuku Kitano Line, si raggiunge Arashiyama dove potrete assaggiare una soba casereccia da Arashiyama Yoshimura, un ristorante tradizionale vicinissimo alla stazione.

Nel pomeriggio visitate la foresta di bamboo di Arashiyama, conosciuta come Bamboo Grove. Alla fine della foresta si raggiunge il tempio Tenryu-ji. Poco distante c'è l’Iwatayama Monkey Park dove vedere le scimmie in libertà o semplicemente rilassarsi nella natura. 

Dalla stazione vicina, con due cambi di metri si raggiunge Gion, il quartiere delle geishe.

Visitate Shirakawa-dori, imperdibile specialmente nel periodo della fioritura

Il secondo giorno visitate il Tempio del Padiglione d'Argento e la “Via del Filosofo”, che prende il nome dall’influente filosofo giapponese Nishida Kitaro, che era solito riflettere passeggiando lungo questa strada che lo portava ogni giorno all’università.

Foto e immagini di Kyoto

Mappa e cartina

Scopri