Idee di viaggio

Visto per il Giappone: documenti e validità

Tutto quello che devi sapere sui documenti necessari per entrare in Giappone

Giappone DOCUMENTI Shutterstock
5/5

Quali documenti sono necessari per entrare in Giappone? Quali pratiche burocratiche bisogna intraprendere per fare un viaggio nel paese? Qui di seguito trovate la guida completa ai documenti necssari, i tempi di permanenza in Giappone, visti e passaporto.

Visto Giappone

I turisti italiani che vogliono fare un viaggio in Giappone non sono tenuti a richiedere un visto prima della partenza dall'Italia. Il visto è necessario solo in caso di permanenza superiore ai 90 giorni o nel caso in cui il viaggio abbia finalità diverse dal turismo. In questo caso è strettamente necessario richiedere un visto presso l'Ambasciata del Giappone a Roma e il Consolato del Giappone a Milano tenendo conto che le normative in fatto di immigrazione sono molto strette nel paese così come i controlli alle frontiere.

Documenti

Quali documenti sono necessari per entrare in Giappone da turisti? I turisti che viaggiano in Giappone per un massimo di 90 giorni a scopi turistici sono tenuti a mostrare in aeroporto un passaporto con validità residua di 6 mesi e il biglietto aereo di ritorno. I cittadini italiani che non viaggiano per conto di un'amministrazione pubblica giapponese, che non sono diplomatici e che hanno compiuto i 16 anni possono essere sottoposti a misure preventive al momento dell'ingresso nel paese quali la presa delle impronte digitali e delle foto del volto.

Per eventuali problemi a lasciare il paese al termine dei 90 giorni si consiglia di rivolgersi all'Ambasciata d'Italia a Tokyo (mail a consular.tokyo@esteri.it) e gli Uffici dell’Immigrazione locali per richiedere la possibilità di una estensione del visto in possesso, possibile solo in determinati casi valutati dall'autorità in questione.

Validità

All'arrivo in Giappone sarà apposto un apposito timbro sul vostro passaporto che permette la permanenza nel paese per un massimo di 90 giorni, superati i quali si va incontro a gravi sanzioni che prevedono il pagamento di multe molto alte e arrivano fino all'arresto. 

Visti per il Giappone

Oltre al visto turistico ci sono diversi altri tipi di visto che possono essere richiesti presso l'Ambasciata o il Consolato giapponesi.

  • Visto di studio

Ci sono 2 tipi di visto studentesco per il Giappone: il visto studentesco per le scuole di lingua giapponese, rinnovabile per un massimo di 2 anni e quello per il college, che ha validità fino al termine del corso di studi.

In questi casi vi serviranno passaporto valido, diploma o laurea

Passaporto. Servirà un passaporto valido al momento della partenza, etratto conto e busta paga o dichiarazione dei redditi proprio o di uno sponsor. 

  • Visto per lavoro

Per richiedere il visto per lavorare in Giappone è necessario recarsi presso l'Ambasciata o il Consolato giapponese in Italia e portare con sé: passaporto valido, foto tessera e modulo compilato

  • Visto per turismo oltre i 90 giorni

Chi vuole rimanere in Giappone per turismo per più di 90 giorni dovrà portare la stessa documentazione necessaria per richiedere il visto per lavoro.

Cose da sapere prima di andare Giappone

Il Giappone è un mondo lontano. La cultura giapponese è completamente diversa dalla nostra, a partire dalla gestualità e dalle norme di educazione base. Prima di partire è importante prepararsi per non rischiare di annegare la percezione del viaggio in interminabili malintesi culturali.

Sai che in Giappone soffiarsi il naso in pubblico è incredibilmente maleducato? Soffiarsi il naso in pubblico è considerato alla stregua di defecare in pubblico.

Sai cosa significa quando un giapponese ti ascolta succhiudendo gli occhi? Non significa che è molto annoiato e che sta per addormentarsi, ma che è molto concentrato ed interessato all'ascolto.

Sai che lasciare la mancia è considerata una grande offesa?

 

Scopri