Idee di viaggio

Cosa vedere a Edimburgo

I principali luoghi di interesse della capitale scozzese da vedere in qualche giorno

Edimburgo VIAGGI URBANI Shutterstock
5/5

Misteriosa, tetra, romantica, Edimburgo è la città più visitata della Gran Bretagna dopo Londra. 

La chiamano “Atene del nord” per la sua particolare disposizione sulle colline e il castello che dall’alto domina l’intera città. Divisa da Princes Street, la capitale scozzese comprende l'Old Town, uno dei centri storici meglio conservati d’Europa, e la New Town, entrambe dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Quindi se la città vecchia è un dedalo di stradine medievali che ruotano attorno alla Royal Mile, la via cittadina che collega il castello con l’Holyroodhouse Palace, la città nuova, invece, è un ottimo esempio di architettura dell’epoca georgiana.

Città intrigante, Edimburgo è conosciuta per il suo passato turbolento spesso associato alla figura della regina Mary Stuart. “Città della Letteratura”, così dichiarata dall’Unesco, Edimburgo ha ispirato numerosi scrittori famosi per personaggi mitici come Sherlock Holmes, Dr Jekyll e Mr Hyde e Harry Potter. Affascinante, malinconica e magica, Edimburgo, dunque, è una fiaba nordica in cui perdersi tra palazzi residenziali, giardini reali, antichi castelli, chiese gotiche e città sotterranee.

Abbiamo realizzato una guida a cosa vedere in città in due o tre giorni con meteo, mappa e cartina. 

Cosa vedere a Edimburgo

  • Castello di Edimburgo 

Il Castello di Edimburgo domina l’intera città dall’alto della collina. Situata su una roccia vulcanica spenta, con tre versanti quasi a strapiombo per l’azione di antichi ghiacci, l’antica fortezza sembra inespugnabile, eppure nel corso del tempo è stata ripetutamente conquistata da scozzesi e inglesi. Dalle origini incerte, questa è una delle più antiche fortezze d’Europa. Sembra che il castello sia stato abitato fin dal IX secolo a. C., quel che è certo è che la parte più antica, la St Margaret’s Chapel, risale al 1100, mentre la Sala Grande è stata fatta costruire da James IV nel 1510, la Batteria della Mezza Luna (il bastione semicircolare che rende unico il castello) da Regent Morton nel tardo XVI secolo, e la Scottish National War Memorial è stata eretta dopo la Prima Guerra Mondiale. Costruito a più riprese, il castello racconta la storia di Scozia: è stato fortezza militare nel medioevo, residenza di re e regine di Scozia, presidio militare durante le guerre napoleoniche, struttura detentiva per prigionieri di guerra. 

Dunque viaggiate nel tempo attraverso le sale del castello, poi attraversate il ponte levatoio che vi condurrà agli Honours of Scotland (Gioielli della Corona), e alla leggendaria Pietra del Destino, sulla quale sono stati incoronati tutti i reali scozzesi. Nell’Esplanade, poi, notate la piccola fontana a muro in ferro, conosciuta come Witches’ Well (Pozzo delle Streghe), dove venivano bruciate sul rogo le donne accusate di stregoneria. Ricordatevi che alle 13 di qualsiasi giorno della settimana, esclusa la domenica, alla Mill’s Mount Battery viene sparato un cannone a salve, che in passato serviva per indicare l’ora alle navi nello Stretto di Forth. E per finire godetevi la vista panoramica della città dai bastioni davanti a St Margaret Chapel: vedrete la New Town e, più lontano, lo Stretto di Forth e le Lomond Hills di Fife. Infine, sapete che il castello di Edimburgo ha ispirato a J.K. Rowling la scuola di magia di Hogwarts come ambientazione dei romanzi di successo sulle avventure di Harry Potter?

  • Palace of Holyroodhouse

Fondato come monastero nel 1128, il Palace of Holyroodhouse è la residenza scozzese di Sua Maestà la Regina, che di solito qui trascorre alcune settimane di luglio, e della famiglia reale in occasione di cerimonie di Stato e ricevimenti ufficiali. Si trova alla fine del Royal Mile, di fronte al panorama di Arthur’s Seat. Il palazzo dall’architettura barocca è più conosciuto come residenza di Mary Stuart, regina di Scozia, e teatro di episodi drammatici del suo turbolento regno (1542-1567). Mary si sposò nell’abbazia di Holyroodhouse e, nei suoi appartamenti privati, assistette alla brutale uccisione del suo segretario David Rizzio da parte del secondo marito, il geloso Lord Darnley. 

Quindi visitate gli appartamenti reali dai soffitti di stucco e gli enormi arazzi. Da non perdere, la Great Gallery in cui sono esposti i 96 ritratti di re scozzesi. Infine, fate una passeggiata nell’Holyrood Park, il giardino del palazzo reale. 

  • La cattedrale di St. Giles 

La storica cattedrale in stile gotico del 1120 vi incanterà con le meravigliose vetrate e l’organo. Considerata la culla del presbiterianesimo scozzese, la chiesa, intitolata al patrono della città, è legata al riformatore calvinista John Knox che ne fu il pastore tra il 1560 e il 1572. Notate la cuspide coronata della sua torre centrale e la Cappella del Cardo, decorata con legni e pietre raffinati nel 1911 per i Cavalieri del cardo, antico ordine cavalleresco scozzese. 

Inaugurato nel 1998 al limite della città vecchia, il Museum of Scotland è uno dei simboli della nuova città ed è il primo edificio scozzese del XX secolo. Il museo ripercorre la storia della Scozia, dalle sue origini geologiche agli anni '90 del XX secolo, attraverso una ricca collezione che comprende più di 10.000 reperti. 

  • Royal Museum of Scotland

Non lontano dal Museum of Scotland si erge il Royal Museum of Scotland, un meraviglioso palazzo vittoriano che colpisce per le sue altezze e il soffitto in vetro che inonda di luce la Main Hall. Vale la pena visitarlo anche solo per la sua architettura. Il Royal Museum ospita importanti collezioni internazionali di arte decorativa, di scienza e industria. Un passaggio attraverso una mostra vi porterà immediatamente nel contiguo Museum of Scotland.

Le cinque gallerie nazionali scozzesi soddisferanno le esigenze degli intenditori di arte più raffinati. Se amate la pittura europea e internazionale andate alla National Gallery of Scotland. Se invece siete curiosi di scoprire la storia scozzese attraverso la pittura visitate la Scottish National Portrait Gallery. Se preferite il moderno, consigliamo la Scottish National Gallery of Modern Art con il suo “giardino delle statue” e la Dean Gallery. La Royal Scottish Academy Building invece è l’Accademia di belle arti dedicata all’arte contemporanea. 

  • Museo degli scrittori 

Definita dall’Unesco, città della letteratura, Edimburgo dedica un museo a tre dei più famosi scrittori scozzesi: Sir Walter Scott, l’inventore del moderno romanzo storico, Robert Burns, grande poeta e compositore, e Robert Louis Stevenson, autore del famosissimo “Lo strano caso del Dr. Jeckyll e Mr. Hyde”. Non perdete il cortile medievale Makars’ Court, dove troverete delle lastre di pietra su cui sono incise alcune citazioni dei più celebri scrittori scozzesi. 

  • Scotch Whisky Heritage Centre 

Nella patria del whisky lo Scotch Whisky Heritage Centre sul Royal Mile offre una visita con presentazioni audiovisive, degustazioni e un giro panoramico all’interno della “cassaforte” che contiene una delle più grandi collezioni al mondo del distillato scozzese. Slàinte mhath, in gaelico “salute”!

  • Edinburgh Festival Theatre 

È il teatro, inaugurato nel 1928, in cui si sono esibiti artisti come Charlie Chaplin, Laurel & Hardy e David Bowie, e che oggi ospita le compagnie della Scottish Opera e dello Scottish Ballet, nonché una delle principali arene dell'Edinburgh International Festival. Trovate qualsiasi scusa per visitarlo. 

  • Gladstone’s Land

Ottimo esempio di palazzo dell’Old Town, Gladstone's Land vi darà un’idea delle antiche case della città vecchia di Edimburgo. È uno stretto edificio a sei piani, costruito nel 1550 ma ampliato nel 1617 dal ricco mercante Thomas Gledstanes. La sala più bella è la Painted Chamber con un magnifico soffitto dipinto e meravigliosi mobili di quercia.

  • Edimburgo sotterranea 

Sotto la città di Edimburgo si estende un’altra città, 25 metri più in basso rispetto al Royal Mile, infestata di fantasmi e leggende, e che è possibile visitare con tanti tour. Ma solo per cuori coraggiosi. Una volta decisi a scendere nella città sotterranea vi ritroverete nel Mary King’s Close, uno dei più interessanti quartieri medievali che venne letteralmente sepolto, intorno al 1750, durante la costruzione del Municipio (Edinburgh City Chambers), che oggi vedrete al di sopra. Da allora rimasto inalterato, questo sinistro labirinto sotterraneo, oggi disabitato, offre un suggestivo spaccato della vita secentesca di Edimburgo. Il nome del quartiere sotterraneo deriva dalla signora Mary King, figlia dell’avvocato Alexander King che nel 1600 era proprietario di molti edifici della zona. Si racconta che Mary si trasferì ad abitare nel sottosuolo di Edimburgo dopo la morte del marito per morire poi nel 1644, pochi mesi prima che la peste colpisse la capitale scozzese. Molte poi sono le leggende che si narrano su fantasmi e omicidi avvenuti in questo luogo misterioso. Fatevele raccontare nei sotterranei.

  • Outlook Tower e Camera Oscura

Nel 1892 il famoso sociologo Patrick Geddes comprò una torre situata vicino al castello di Edimburgo, la chiamò Outlook Tower e vi trasferì la Camera Oscura progettata da Maria Theresa Short nel 1835. Attraverso i cinque piani dell’edificio vi immergerete in un mondo di magia e illusioni ottiche. Ologrammi e immagini in 3D vengono proiettati mentre computer e specchi deformano le immagini. Particolarmente consigliato se siete con bambini. Inoltre dalla torre avrete una bellissima vista sulla città. 

Edimburgo in due giorni

  • Castello di Edimburgo
  • Palace of Holyroodhouse
  • Museum of Scotland
  • Cattedrale di St. Giles
  • Edinburgh Festival Theatre 
  • Grassmarket 
  • Old Town di Edimburgo
  • New Town di Edimburgo


A questo link trovate un racconto di viaggio di sei giorni a Edimburgo

Cosa vedere con i bambini 

Se siete in viaggio con figli piccoli portateli al Museo Nazionale di Scozia dove potranno divertirsi con giochi interattivi, dinosauri e travestimenti con costumi d’epoca. Oppure andate alla Camera Oscura per stupirli con giochi di luci, ologrammi, specchi e illusioni ottiche.

Altrimenti pensate al Museo dell’Infanzia, interamente dedicato ai bambini. Poi al Brass Rubbing Centre potranno creare un personale souvenir scozzese da portare a casa. Infine, se non sono bambini paurosi, il Mary King’s Close sarà il più bel parco giochi per loro.  

Mangiare a Edimburgo

Un piccolo glossario dei piatti tipici che può aiutarvi a comprendere meglio il menu

  • Haggis

Piatto nazionale della Scozia, celebrato anche dal poeta Robert Burns. È un insaccato riempito con interiora di pecora (cuore, polmone, fegato), macinate insieme a cipolla, grasso di rognone, farina d'avena, sale e spezie, mescolati con brodo. Il ripieno viene insaccato nello stesso stomaco dell'animale, poi bollito per circa tre ore.

  • Haddock

Pesce d’acqua salata simile al merluzzo.

  • Kipper 

Aringa affumicata.

  • Neeps and tatties

Purè di ravanello e verdure.

  • Cock-a-leekie

Zuppa di porro, patate, pollo e burro.

  • Scotch broth

Zuppa con agnello e verdure.

  • Partan bree

Zuppa di pesce.

  • Cullen Skink

Zuppa di pesce affumicato con patate e cipolla.

  • Stovies

Insalata di patate e cipolla..

  • Grouse

Quaglia.

  • Porridge

Zuppa di fiocchi d’avena.

  • Shortbreads

Biscotti al burro.

  • Cranachan

Dolce con crema, farina d’avena e lamponi.

Cosa vedere nei dintorni di Edimburgo 

Se avete il tempo di esplorare i dintorni della capitale scozzese avrete diverse possibilità di destinazioni da raggiungere anche con i mezzi pubblici. A soli 12 km da Edimburgo, per esempio, c’è la Rosslyn Chapel, chiesetta gotica dove sono state girate alcune scene del film “Il Codice da Vinci”.

Altrimenti raggiungete la Cramond Island, una piccola isola nel Firth of Forth, dove osservare lo spettacolo delle maree o il Tantallon Castle sulla costa di North Berwick, se volete vedere un castello a picco sul mare. A un’ora da Edimburgo, invece, c’è Glasgow, per vedere l’altro volto della Scozia, oppure visitate cittadine immerse nel verde come Stirling e città costiere come North Berwick. Ma se non volete allontanarvi, a due passi da Edimburgo troverete un antico villaggio di pescatori, South Queensferry, affacciato sul Firth of Forth da cui osservare il Forth Bridge, patrimonio dell’Unesco. 

Meteo Edimburgo

La città di Edimburgo gode di un clima umido, ventoso e piovoso. Gli inverni sono freddi e le estati fresche. In città le piogge sono molto frequenze quasi tutto l'anno. Durante la stagione invernali le temperature medie non scendono sotto lo zero anche se non mancano ondate di freddo polare intenso. Le estati sono fresche, le temperature medie raggiungono massimo i 20°C. Le stagioni di mezzo sono fresche o quasi fredde con temperature che non superano i 10 gradi. 

Foto

Video: I luoghi di interesse di Edimburgo

Mappa

Domande e Risposte

Cosa vedere nei dintorni di Edimburgo?

Nei dintorni di Edimburgo merita una visita Leith, la Castello di Craigmillar, Cramond, Portobello, la Cappella di Rosslyn, Glasgow.

Cosa vedere gratis a Edimburgo?

Tra le cose da fare Gratis in città c'è Il National Museum of Scotland, Carlton Hill, la Cattedrale di St. Giles, l'Old Town, gli esterni del Castello, il Royal Botanic Garden.

Quanti anni ha il castello di Edimburgo?

Il castello di Edimburgo ha una storia lunga circa 3000 anni. È un'antica fortezza abitata sin dal IX secolo a.C.

Quanto dista Edimburgo da Glasgow?

La distanza tra Edimburgo e Glasgow è circa 76 km.

Cosa vedere a Edimburgo in 4 giorni

Tra le cose da non perdere ci sono il castello di Edimburgo, l'Old Town, Palace of Holyroodhouse, il Grassmarket, il Museum of Scotland, la Cattedrale di St. Giles, il Water of Leith, Calton Hill, Royal Mile, Arthur’s Sea.

Qual è il periodo migliore per andare a Edimburgo?

Il periodo migliore per andare a Edimburgo è nei mesi che vanno da maggio a settembre.

Autore: Francesca Ferri

Scopri