Idee di viaggio

Londra in cinque giorni

Andiamo in giro per Londra tra monumenti, parchi, musei e mercatini. Ecco i consigli per conoscere al meglio la capitale britannica

4.5/5
Giorno 1 Partenza! Pronti per partire. Alle 10.25 parte da Caselle (Torino) il volo per Londra Stansted di Ryanair.

Costo complessivo: 1cent!!! un'offerta che non si poteva proprio mancare. Il volo, non totalmente eccezionale (sarà un caso ma su tre voli Ryanair che ho preso, neanche un atterraggio è stato decente!), ci ha portato a Londra alle 11.30 locali.

londra_13

Prima cosa da suggerirvi: mi sono fatto due calcoli e credo di poter dire che non valga la pena prendere il biglietto del treno sull'aereo ma sul sito internet linkato sulla pagina della Ryan. Quando sono tornato a casa ho ricontrollato e ho visto che c'erano 3 sterline di differenza. Vi anticipo già che ho preso solo l'andata! Il volo di ritorno partiva da Gatwick.

Ma procediamo con ordine. Il treno ha impiegato circa 45 minuti per arrivare a Londra Liverpool street. Da qui ci siamo incamminati verso il nostro albergo: l'Ibis London City. Prenotando con molto anticipo (quasi tre mesi) ho trovato una buona offerta per quest'albergo. Il conto totale  per una camera doppia per quattro notti è stato di 252£. Fate sempre molta attenzione alle offerte sul sito dell'ibis: tuttora per i cosiddetti weekend lunghi applicano sconti dal 15 al 30%. Quando l'ho prenotato io una notte mi è stata data gratis! Non male davvero. Questo albergo è obiettivamente molto comodo. Si trova a 10 metri dalla fermata della metro per District Line o per Hammersmith (verde e rosa).

Chiaramente all'uscita dalla stazione pioveva. E ovviamente l'unica cosa che avevo dimenticato era l'ombrello. Non fatelo. Londra soffre di un tempo decisamente variabile.

GUARDA ANCHE: UNA SETTIMANA A LONDRA


Posate le nostre valigie in albergo, cerchiamo di capire quale biglietto dei trasporti comprare. Troviamo un simpaticissimo addetto della metropolitana che, dopo qualche calcolo, ci consiglia la Oyster Card non prepagata ma in abbonamento da 7 giorni (nonostante la nostra vacanza duri 5, ma rimane la scelta più conveniente =25 £). La Oyster Card è una tessera a vita ricaricabile, magnetica, molta comoda per girare Londra e che permette l'uso combinato di pulman e metro.

COSA VEDERE A LONDRA - A questo punto ci dirigiamo verso la Tate Modern, il nuovo museo di arte moderna della capitale. Per raggiungerla scegliamo di passare attraverso il Millennium Bridge, l'ultimo ponte costruito a londra che purtroppo la pioggia e il brutto tempo ci permettono davvero poco di apprezzare.

La Tate Modern (da distinguere dalla Tate) è un casermone gigantesco su sette piani che ospita con ordine tematico (fate attenzione: non cronologico) alcuni capolavori. Paradossalmente passerete da un Picasso a un De Chirico, a un Miro a un qualche artista ultra moderno inglese semplicemente spostando lo sguardo. L'allestimento è gradevole, l'audioguida è d'obbligo! Senza ne capirete davvero poco. Fate attenzione che tutti i musei di Londra sono GRATUITI! Incredibile vero? Le uniche cose a pagamento sono le audioguide che a questo punto diventano un must!

La Tate Modern è decisamente attenta anche ai più piccoli, stimolando con diversi strumenti le loro capacità creative. C'è la possibilità di prendere in prestito fogli e matite per tirare giù qualche schizzo. Ricordatevi che le esposizioni permanente (quelle gratuite ovviamente) sono al terzo e al quinto piano. In definitiva, pur essendoci alcuni quadri discutibili (soprattutto quando con l'audioguida se ne è capito il significato), è in assoluto da vedere. Anche solo per la grande struttura (il casermone di cui parlavo) che la ospita.

Usciti fuori ci vediamo dal fiume St.Paul lo skyline di Londra. Magnifico. A questo punto iniziamo una camminata lungo il Tamigi passando lungo la Oxotower (salite sulla terrazza panoramica, è gratis e merita), fino a raggiungere il royal national theatre (tremendo). Da qui (siamo circa a Waterloo Station) prendiamo un pulman per andare a mangiare in uno dei fumosi e storici pub di Londra consigliati dalla nostra guida.

Il pub Cittie of Yorke in 22 High Holborn, Holborn, WC1V 6BN è un posto magnifico!! Il piano di sotto, meno affascinante, è adibito a ristorante, quello di sopra a classico pub inglese. L'impressione che ne abbiamo avuto è quello di un posto relativamente poco turistico ben frequentato da inglesi. La birra ovviamente scorre a fiumi e non siamo stati da meno, accompagnandola con del “sano” (si fa per dire) fish and Chips. Stanchi dal primo giorno ritorniamo in albergo.

Giorno 2 Trafalgar
La mattinata del secondo giorno è tutta dedicata alla National Gallery. Anche in questo caso l'ingresso è gratuito. Per quanto riguarda l'audiogiuda sarebbe necessaria un'offerta libera ma quasi ci obbligano a versare un obolo di 3 sterline e mezzo. Ma ne vale la pena.

La visita in italiano permette di apprezzare in un tempo contenuto (2 ore) quasi 30 capolavori assoluti dell'arte europea, permettendo di svariare dal quattrocento all'ottocento. Personalmente la ritengo una scelta vincente, in quanto permette di vedere con calma e capire (e senza stancarsi tra milioni di dipinti) quelle che sono opere di assoluto interesse.

Usciti fuori dalla National Gallery osserviamo uno dei tanti giocolieri nella piazza e ci dirigiamo verso la Londra chic. Prima andiamo da Fortum & Mason, straordinario e regale centro commerciale del lusso; fate attenzione a non far cadere nulla!!! Quindi ci dirigiamo da Richoux, altro magnifico esempio di architettura nobile, subito a fianco di Fortum and Mason, dove ci godiamo il meritato the delle cinque. Da non perdere gli scones con burro e marmellata... strepitosi!!!

Ricaricate le batterie, affrontiamo l'ultima regent street dove ci fermiamo al nuovo negozio di National Geographic (tappa fondamentale per gli zingari fanatici come me di viaggi) e quindi da Hamleys, il più grande negozio di giocattoli al mondo. Cinque piani da non perdere (e non perdersi!).

Infine, ancora sazi del the delle cinque e dei suoi biscottini, ci godiamo un po' di Londra by night. Immancabili le foto notturne a Piccadilly Circus, al Big Ben al London eye ecc... Consiglio assolutamente una bella passeggiata sul Tamigi di notte con i lampioni illuminati. E' tutto davvero incantevole.

Sono quasi le 22 e il mio stomaco ritorna a brontolare. Ci dirigiamo dunque verso Trafalgar Square dove andiamo a prendere qualcosa da bere nel rinomato pub di Sherlock Holmes. Non eccezionale in fin dei conti, anche se il ristorante al piano di sopra (con la ricostruzione fedele della casa dell'investigatore) merita sicuramente un'occhiata!

COSA VEDERE IN CINQUE GIORNI LONDRA - Giorno 3 Sole!
Incredibile. Ci siamo alzati ed è finalmente uscito il sole! Rinvigoriti ci tuffiamo di nuovo per le strade della capitale. Prima tappa della mattinata: Parlamento e l'indimenticabile Westminster Abbey. Una delle tappe che preferisco. Qualche considerazione. L'ingresso è a pagamento ma l'audiogiuda è gratuita. La visita dura circa un'oretta e merita di essere fatta tutta. E' incredibile come in un solo luogo si concentri tanta storia.

Uscita dalla chiesa iniziamo a sfruttare la bella giornata dirigendoci verso Green Park e Buckingham Palace. Qui solo un'occhiata. Personalmente non mi sono mai molto piaciuti i cambi della guardia, per cui siamo passati oltre.
A questo punto ci siamo diressi verso Knightsbridge. Di giorno sostanzialmente il nostro mezzo di trasporto è sempre stato il pulman perchè permette di vedere tutta la città.

Sconsiglio calorosamente i bus turistici. Perdete tempo e soldi. Sfruttate quelli rossi. Sono pulman di linea e non vi costano nulla con la Oyster.
A Knightsbridge abbiamo girovagato apprezzando la Royal Albert Hall, il museo della scienza e lo straordinario museo di scienze naturali. Quest'ultimo visto da fuori sembra più una magnifica cattedrale e al suo interno è eccezionale. E' ideale anche per i bambini in quanto è molto interattivo.

Un po' in ritardo con la tabella di marcia scegliamo comunque di riposarci in Hide Park. Compriamo due begli hotdog e con calma ci stendiamo sui prati. Rinvigoriti dal pranzo, camminiamo per quello che è a mio esperienza il parco più grande che abbia mai visto. Strepitoso!!

Concluso il giro, scegliamo ancora un pulman e ci dirigiamo verso Notting Hill e Portobello Road. Il mercato pullula di turisti e in più occasioni sembrava di essere a Torino con quanti italiani si sentiva parlare. Indubbiamente ha un suo fascino, ma in certi frangenti ho avuto l'impressione fosse oramai decisamente “costruito”. Godetevelo tutto comunque. Fino in fondo. E non mancate la porta della libreria di viaggio di Hugh Grant nel film Notting Hill!

Stanchi per la giornata è ora di tornare in albergo. Dopo una doccia veloce ci dirigiamo per la cena in un altro quartiere, Angel, dove proviamo un ristorante afgano (uno dei molti ristorantini particolari della via). L'indirizzo è 35 Islington Green Islington,N10 Il risultato è ottimo!!! Andateci, andateci!

Giorno 4 Camden!
Il quarto giorno (di nuovo uno splendido sole!!) lo dedichiamo al mercato di Camden Town. Strepitoso!!! E' un gigantesco mercato di vestiti dove potrete acquistare a pochissimo prezzo capi d'abbigliamento nuovi e usati davvero magnifici. Date un'occhio alle t-shirt.. ce ne sono alcune imperdibili. Una chicca: qui le scarpe Gola sono davvero economiche! Approfittatene!

Dopo Camden ci dirigiamo verso Regent Park. Qui approfittiamo per mangiare quello che viene ritenuto il miglior fish and chips di Londra (The Sea Shell Restaurant 49-51 Lisson Grove, London NW1 6UH)... personalmente non ritengo sia il caso andare fino lì a prendere da mangiare per poi tornare al parco.. non ne vale la pena!!

Regent's Park è in assoluto il mio parco preferito. La zona centrale è decisamente consigliata!! Ma andiamo avanti.. è ora di fare un ultima passeggiata sul Tamigi. Decidiamo di non salire sul London Eye. Il prezzo è a nostro parere eccessivo per quello che dà. Magari mi sbaglio. Il Big Ben e il parlamento da questo lato rimangono eccezionali..

Mentre camminiamo incontriamo una serie di ragazzi che con le loro bici deliziano il pubblico facendo diverse acrobazie. Credo siano lì abbastanza spesso, per cui date un'occhiata. Sono lungo la passeggiata in direzione Waterloo Station.
A questo punto scegliamo di andare a mangiare per l'ultima sera in un ristorantino consigliato dalla nostra mitica guida a Soho. Il posto è Pierre Victoire ed è in assoluto il locale migliore che abbiamo trovato. La cucina anglo francese merita e la cornice, molto romantica, è imperdibile. Perfetto!


Giorno 5 Ritorno!
L'aereo parte per nostra fortuna tardi. Alle 8 da Gatwick, direzione milano con Easyjet. Abbiamo ancora una mattinata intera e un pezzo pomeriggio londinese. La mattina la dedichiamo a St.Paul Cathedral. Non entriamo in quanto ci è stato sconsigliato da tutti. Ci affacciamo soltanto.

Quindi ci dirigiamo verso il Globe, il teatro di Shakespeare ricostruito. Una simpatica guida inglese ci rivela i suoi segreti e ci racconta come da maggio a settembre vengono organizzati degli spettacoli di Shakespeare... purtroppo noi siamo andati ad aprile. Per chiunque di voi decida di andare a Londra non può farne a meno! I prezzi dei posti partono da soli 5 £!

Scegliamo dunque di mangiare delle Jacket Potatoes vicino alla chiesa di Southwark mentre ci dirigiamo verso la Torre di Londra. La Torre di Londra (il cui ingresso è a dir poco caro...15£ mi pare...) è a mio parere un di più: se avete tempo andate se no va bene lo stesso. Anche in questo caso l'audiogiuda è fondamentale per capirci qualcosa! Sicuramente il punto forte rimangono i tesori della regina che obiettivamente sono davvero stupefacenti.

Purtroppo il tempo stringe ed è ora di andare a prendere il treno che da London Bridge Station ci porta a Gatwick. Prendetelo qui e non da Victoria perchè costa molto meno!

Londra è una città straordinaria. Merita andarci e tornarci. Non vi stuferete mai!!

P.s. Ecco le tre cose che mi spiace non aver fatto, magari voi ci riuscite!
1) andare a vedere un musical
2) andare a vedere uno spettacolo di Shakespeare
3) fare un giro a Abbey Road!
Scopri