Idee di viaggio

Perché innamorarsi perdutamente di Symi

10 immagini per innamorarsi di Symi, una delle perle più belle e meno conosciute del Dodecanneso (Grecia).

Cosa vedere Symi MARE Shutterstock
/5

Symi è il piccolo paese sull'isola di Symi, nel Dodecanneso, poco distante da Rodi che sembra uscire direttamente da un cartone animato, da un libro di favole o dal sogno di un bambino felice.

Il paesino è addossato al mare trasparente e il colore delle case, la forma e la loro disposizione sembrano un fotomontaggio o una scenografia meravigliosa, per quanto sono belle. Ma il paesino di Symi non è l'unica cosa bella da vedere sull'isola di Symi e sicuramente non è il solo motivo per visitarla.

Symi

Symi, Simi in italiano, è un'isola greca del Mar Egeo che fa parte dell'arcipelago del Dodecaneso. Si trova a pochi km dalla Turchia e fa parte del territorio amministrativo di Rodi.

Il passato di Symi è travagliato, ma è anche causa anche della sua estrema bellezza. Prima ottomana, poi italiana e infine occupata dai nazisti. Prima di tornare a far parte della Grecia è stata brevemente sotto l'amministrazione degli inglesi. E di ogni passaggio porta i segni.

Symi si trova a 46 km da Rodi ed è sconosciuta ai più. La conoscono i proprietari di barche a vela e yacht che amano ormeggiare a largo dell'isola colorata, nel mare che in un passato remoto fu teatro di una battaglia importante, quella del Peloponneso.

Symi è un’isola rocciosa e la gran parte del suo territorio è brullo, anche se sul lato orientale si trovano inattese foreste di pini e numerosi sentieri escursionistici.

Cosa vedere a Symi

Horio (o Ano Simi) è la parte più antica dell’isola di Symi. È qui che si trovano i piccoli vicoli con le case color pastello che si alternano ad antiche rovine che avete visto nelle foto più su.

Gialos, il porto di Shorio, il capoluogo. Si tratta forse della zona più fotografata dell'isola e conn la più alta densità di bar e ristoranti. 

Chorio si trova appena al di sopra di Gianos ed è una zona di vicoletti stretti, case colorate e vita autentica. Qui infatti risiede la maggior parte degli abitanti dell'isola.

Pedi è un paesino che si trova in una delle valli più verdi dell'isola. Non manca però una baia e il mare che è sempre vicino, calmo e trasparente.

Il Monastero di Taxiarhou Mihail Panormiti occupa quasi interamente il litorale di una baia ed è uno dei must see assoluti di Symi.

Spiagge di Symi

A Symi le spiagge più belle sono difficilmente raggiungibili. Dal porto partono però le barche dei pescatori che conducono i visitatori in un tour delle spiagge e li scaricano sulle spiagge che preferiscono, per poi andarli a riprendere alla sera.


Il biglietto dei taxi boat si compra il giorno prima o anche un minuto prima della partenza, senza problemi.





Tra le spiagge da visitare assolutamente ci sono Agios Emilianos, sul lato orientale dell’isola e adue passi dalla bianca chiesetta omonima di Agios Emilianos. Agios Vasilios, Agios Nikolas e Nanou sono tra le spiagge più belle dell'isola.

Come arrivare

L'isola di Symi si raggiunge facilmente da Rodi in 50 minuti di traghetto. Il biglietto singolo costa € 13,50 con DODEKANISOS SEAWAYS.

Con ANES (Anonymous Ferry Company of Symi) il tempo di percorrenza è di circa 1 e 35  minuti e il biglietto costa € 11,50.

È possibile raggiungere Symi in traghetto anche dalle altre isole del Dodecaneso: Kalymnos (2 ore), Kos (1,5 ore), Leros (3 ore), Lipsi (3,5 ore) e Patmos (4 ore).

#island #islandlife #greece #street #summer #holiday

Una foto pubblicata da Nurhan Doganay (@nurhandoganay) in data: 18 Lug 2016 alle ore 23:55 PDT

 

Scopri