Idee di viaggio

Cosa fare e vedere nell'isola greca di Idra

L'isola car-free della Grecia, ovvero dove staccare da tutto, ma proprio tutto

Hydra MARE Shutterstock
4.3/5

Il fascino di Hydra lo assapori già quando scendi dall'aliscafo: non ci sono automobili e scooter, si va a piedi o a dorso d'asino e mulo, le strade sono lastricate di pietre piatte, la città si inerpica sulle colline, con case bianche o di pietra squadrata.

Il porto di Hydra è perfetto: l'insenatura a ferro di cavallo è profonda ed ospita molti yacht, più o meno grandi e lussuosi, le barche dei pescatori ed i taxiboat, che ti possono portare in qualunque momento intorno all'isola, ma tutto in un aposata vivacità che non è mai caotica o fastidiosa.

Spiagge di Hydra

Le spiagge di Hydra non sono molte e non sono sempre di facile accesso. La più comoda è una piattaforma di cemento sugli scogli, in direzione Ovest, che si raggiunge con 10 minuti di cammino dalla torre dell'Orologio e con la discesa di una scalinata (Bisti beach). L'acqua è cristallina, molto calda e calma (come sempre ad Hydra).

Altre spiagge si possono raggiungere con 30, 40 minuti di cammino. La prima si trova a Mandraki, ad Est di Hydra città. C'è un bar che con una bibita ti offre la sdraio e l'ombra di ombrelloni e eucalipti, oppure più in là un albergo: il Miramare, che è attrezzato.

La seconda spiaggia raggiungibile in 40 minuti di cammino si trova a Vlichos, ad Ovest di Hydra-città. Qui con tre euro si può affittare la sdraio e fermarsi tutto il giorno; dispone anche di una doccia. Con altri 5 minuti di cammino si raggiunge l'albergo Four Season che offre lo stesso servizio.

Oltre alle spiagge che si possono raggiungere a piedi, ce ne sono altre due che si raggiungono con i battelli ad ore fisse. Oltre agli sdraio offrono bibite tenute in fresco in ghiacciaia.

Una ulteriore spiaggia si trova sul lato Sud dell'isola: è una baia molto bella con un'isolotto al centro, si può raggiungere con i taxi boat oppure a piedi con una scarpinata di un paio d'ore. La strada sale da Mandraki e porta, prima alla discarica (i mezzi della raccolta rifiuti sono gli unici a motore di Hydra), quindi a due bei monasteri: quello di Agia Triada (Santa Trinità) attualmente disabitato, e quello di Agios Nicolaus (San Nicola). Dal monastero di San Nicola si prende una strada che raggiunge un gruppo di case da cui parte il sentiero che scende alla baia in 30 minuti di cammino.

Qui sotto trovate alcune delle spiagge di Hydra:

  • Kamini (la spiaggia vicina al castello)
  • Plakes
  • Mandraki
  • Vlychos


Cosa fare ad Idra

Cosa fare e vedere Dove
Castello Hydra-città
Porto di Hydra Hydra-città
Spiaggia di Vlychos Vlychos
Monastero di Zouvras Hydra
Gita a Spetses Vicino ad Hydra
Agia Triada Mandraki
Agios Nikolaus Mandraki
Hydronetta Hydra-città

 

Cosa vedere ad Hydra

Ad Hydra si va per le spiagge, ma anche per respirare l'atmosfera tranquilla e fuori dal tempo dell'isola greca più amata dai vip. Hydra infatti è  l'isola vip per antonomasia, ma non per questo si dà le arie o risulta troppo costosa. Mangiare ad Hydra ha lo stesso prezzo che nelle altre isole della Grecia. Certamente è più difficile trovare monolocali spogli e spartani in affitto e, quindi, le case tendono a costare un po' di più che altrove, ma non troppo.

Cosa vedere ad Hydra? Tutta la vita dell'isola si svolge intorno al porto che è il luogo dei dehor, dei locali e delle taverne.

Arrivando ad Hydra con l'aliscafo vedrete le archontika, le nobili dimore del XVIII e XIX disposte ad anfiteatro intorno alla baia. Alcune di esse sono state trasformate in bellissimi boutique hotel (come l’Orloff ed il Miranda), altre come il Lazaros Koundouriotis Historical Mansion, sono musei, che vale la pena visitare soprattuttto per la location. 

La pineta dietro la spiaggia di Bisti, la più vicina al porto, è un posto perfetto per rilassarsi al fresco. Una serie di piccole chiese ortodosse è disseminata nella macchia mediterranea in giro per l'isola. Oltre alle chiesette bianche e solitarie ci sono i monasteri da raggiungere con una bella passeggiata panoramica. Uno di questi è Zouvras dove si arriva con una camminata di circa due ore. 

Uno dei sentieri più battuti dell'isola è quello che parte dalla città di Hydra e tocca alcune della spiagge più belle, fino al piccolo centro di Palamidas.

Video di Hydra

 

Dove mangiare ad Hydra

I ristoranti da consigliare certamente ad Hydra sono tre: Paradisiako, molto conosciuto; Dusko, in una bella piazza coperta da alberi e pergolato, e Gitoniko. Quest'ultimo è in un vicoletto vicino a Dusko, da fuori sembra spoglio ma salendo una scala si arriva alla terrazza con vista mare. Si spendono circa 15 euro a testa mangiando carne e 25 per il pesce.

Come arrivare ad Hydra

Hydra si raggiunge esclusivamente da mare, con gli aliscafi che partono dal porto di Atene. Sull'isola infatti non ci sono strade e non c'è un aeroporto. Dal porto di Pireo partono tutti i giorni 6 aliscafi che, dopo una fermata a Poros, raggiungono Hydra. Gli aliscafi sono piccoli, e quindi, anche se numerosi, è bene prenotare il biglietto in anticipo (28 euro circa a tratta per 2 ore di viaggio).

È utile conoscere le fermate degli aliscafi per organizzare la visita alle isole vicine: Hydra è collegata, oltre che a Poros, ai porti di Ermioni, Spetses e Argolida.

Dall'aeroporto di Atene raggiungete il porto del Pireo con l'autobus X96 (in un'ora e mezza circa). Chi visita la Grecia in macchina può lasciare l'auto al porticciolo di Metochi e da qui proseguire in aliscafo.