Idee di viaggio

Rodi in Grecia: cosa fare e vedere tra spiagge e vita notturna

L'isola del sole e delle spiagge ha molto, molto altro da offrire

Lindos MARE Shutterstock
3.5/5

Secondo una antica leggenda Rodi fu l'isola scelta dal Dio del Sole, Apollo, come dimora ed è forse questo il motivo per cui sull'isola greca troverete (almeno) 300 giorni di sole all'anno.

Rodi è un'isola dalla doppia anima, tradizionale e moderna, è un concentrato di storia dove ripercorrere gli antichi fasti dell'antica Grecia visitando i preziosissimi siti archeologici. Abbiamo realizzato una utile guida a cosa vedere a Rodi, alle spiagge più belle con mappa e cartina. 

rodi-citta-vecchia

Rodi

Rodi è l'isola più grande del Dodecaneso e la più orientale delle principali isole dell’Egeo, si trova a circa 18 km dalle coste della Turchia. L'isola è famosa in tutto il mondo per il  Colosso, una delle sette meraviglie del mondo, ma vale la pena visitarla per i castelli medievali, i siti archeologici, i villaggi da visitare con lentezza e le incredibili spiagge. 

La città vecchia di Rodi è la più grande città medievale di tutta europa. È considerato uno dei più importanti monumenti internazionale, per questo motivo è stata dichiarata dall'UNESCO Patrimonio dell'Umanità nel 1988.

Rodi spiagge

Lungo i 200 km di costa troverete spiagge per tutti i gusti. Sul versante orientale, quello più riparato dai venti, ci sono le spiagge più frequentate mentre a nord ci sono quelle più selvagge e più difficili da raggiungere

La costa occidentale di Rodi è caratterizzata da pareti rocciose, frastagliate e scoscese che si alternano a cale di ghiaia e sassi. La costa orientale dell'isola invece ha spiagge di sabbia caratterizzate da fondali bassi, adatti anche ai bambini. Le spiagge più belle si trovano sul lato Nord Est dell'isola, tra le città di Rodi e Lindos, che sono anche alcune delle spiagge più belle della Grecia.

  • Antony Quinn Bay 

In realtà si chiama Faliraki, è la spiaggia più fotografata di Rodi ed una delle più belle in assoluto del mare in Grecia. É un'insenatura incastonata tra le rocce dove l'acqua è particolarmente cristallina in virtù del fondale di pietre. Se alla roccia preferite la sabbia andate a Tsampika.

isola-di-rodi_1

  • Prassonissi 

Due insenature si congiungono in un istmo di sabbia che con la bassa marea diventa una vera e propria spiaggia di sabbia fine che porta ad un isolotto brullo. A luglio e ad agosto il Meltemi soffia aggressivo sulla spiaggia di Prassonissi e diventa un'ottima occasione per inforcare la vela da windsurf o il kite surf e cimentarsi negli sport acquatici. 

La spiaggia di Rodi città è il punto in cui si uniscono i due mari, l'Egeo ed il Mediterraneo, e, con le condizioni giuste, è possibile vedere la linea che li divide. Qui sotto trovate altre 5 spiagge di Rodi da non perdere:

  • Kalithea
  • Fourni
  • Glystra
  • Kopria
  • Vagies

 

Rodi cosa vedere

Rodi non è solo mare, sole e spiagge. Le testimonianze di una storia millenaria sono amalgamate armonicamente a paesi bianchi dipinti a calce, scorci di azzurro sul mare e taverne con le sedie di legno colorato. 

Lindos è una delle cose più belle da vedere a Rodi. All'Acropoli di Lindos ed al Tempio dorico di Athena si sale in groppa agli asini, oppure a piedi, percorrendo i 300 gradini che portano alla sommità del paese (dove sembra di essere sulla sommità del mondo).

Le colonne del porto di Mandraki, sormontate da due cervi di bronzo, sono uno dei simboli più iconici di Rodi. I cervi sarebbero Elafos ed Elafina che, secondo la leggenda, cacciarono i serpenti che anticamente infestavano l’isola. Mandraki è anche una delle zone più vive e vivaci dell'isola da visitare quando ci si stufa di spiagge deserte e calma.

Secondo alcuni è proprio tra le due colonne el porto della città di Rodi che si trovava il famoso Colosso di Rodi. In realtà, la tesi più accreditata è che la gigantesca statua si trovasse in cima all'Acropoli, da dove dominava la città intera ed il suo porto. Il colosso, costruito per celebrare una vittoria dopo un lungo assedio, era alto 32 metri e dedicato al dio Sole. Dopo 67 anni un terremoto lo fece cadere a terra e lì rimase, fino a che i commercianti arabi non lo tagliarono a pezzi e lo vendettero al miglior offerente. 

Kamiros è un sito archeologico che racconta la storia di un popolo antico dedito all'agricoltura ed al commercio per mare. Faceva parte dell'Esapoli dorica e la sua fiorente attività fu interrotta da un violento terremoto, a cui ne seguì a stretto giro un secondo, che vanificò del tutto lo sforzo dei superstiti di ricostruire la città.

La più grande città dell'isola era però Lalissos, città pre-greca, poi minoica e micenea ed infine grande città-stato dorica che dominava tutta la parte settentrionale di Rodi.

10 cose da vedere a Rodi

  • Spiaggia di Prassonisi - gratis
  • Porto di Madraki  - gratis
  • Acropoli di Lindos - gratis
  • Anthony Mc Quinn Bay - 10 euro ombrellone
  • Kamiros - 10,40 euro 
  • Lalyssos - gratis
  • Las Vegas di Rodi - gratis
  • Spiaggia di Traganou - gratis
  • Spiaggia di Lardos - gratis

 

Rodi città

Racchiusa all'interno delle spesse mura di cinta medievali è la cittadella più antica tuttora abitata. Ma c'è di più. I vicoli e l'intricato dedalo di strade sono rimasti pressoché invariati nei secoli. Perdersi lungo le sue vie acciottolate è il modo migliore per visitarla. Salite sll'Acropoli di Rodi dove la vista spazia fino alla Turchia nelle giornate limpide. In alto vi aspettano i resti dello stadio antico di Rodi, del Teatro e del Tempio dedicato ad Apollo. 

Il Museo Archeologico di Rodi è la meta giusta se volete conoscere la storia ed i reperti dell'isola sopravvissuti al tempo. È ospitato all'interno del meraviglioso Ospedale costruito dai Cavalieri dell'Ordine di San Giovanni che regnarono sull'isola (aperto dal martedì alla domenica dalle 8:00 alle 16:00). 

museo-archeologico-di-rodi

Il Palazzo del Gran Maestro era invece la fortezza e l'imponente quartier generale dei Cavalieri dell'Ordine di San Giovanni. Una curiosità: durante l'amministrazione italiana dell'isola del Ventennio fascista, il palazzo, danneggiato da una violenta esplosione nell'800, fu restaurato per farne la residenza di Vittorio Emanuele III e Benito Mussolini.

Recensioni

In alta stagione alcune delle spiagge più famose di Rodi, come la Anthony Quinn Bay, sono affollate. Muovendosi però c'è sempre la possibilità di trovare una spiaggia, una scogliera o una caletta poco affollata. Come tutti i posti turistici, anche Rodi città e Lindos sono piene di trappole per turisti: ristoranti dove vi sembrerà che la cucina greca non sia magnifica come è nella realtà, o prezzi spropositati rispetto ai servizi offerti.

La parola d'ordine è informarsi in rete, leggere recensioni e soprattutto parlare e lasciarsi consigliare dalla gente del posto. Qui trovate qualche informazione utile sulle Vacanze in Grecia

Hotel

Dove dormire a Rodi? A Rodi ci sono hotel di tutti i tipi e per tutte le tasche. Ci sono resort vicino al mare, ci sono piccoli hotel a conduzione famigliare e la possibilità di affittare deliziose casette bianche dotate di cucina e tutti i confort.

La cittadina di Lindos è uno dei posti più belli di Rodi ed è una soluzione perfetta per alloggiare sull'isola. Se volete più tranquillità potete scegliere Kolymbia, a metà strada tra Rodi e Lindos. Se volete la traquillità assoluta scegliete invece la zona occidentale dell'isola.

Come arrivare

Rodi si raggiunge comodamente in aeroporto, è infatti una delle poche isole dotate di aeroporto internazionale che si trova a circa 15 km dal Rodi città. Dall'Italia ci sono numerosi voli, specie nel periodo estivo, da Roma, Milano, Bologna, Venezia a Verona. 

Mappa

Qui sotto trovate la mappa dell'isola di Rodi con le strade carrabili e pedonali per visitare l'isola in auto o in motorino (se pensate di visitare l'isola in lungo e in largo affittate un'auto perché Rodi è troppo grande per essere girata con lo scooter).  

Video di Rodi

 

Scopri