Idee di viaggio

Vacanze in Grecia 2021, cosa sapere su tamponi e vaccini per viaggiare questa estate

Le informazioni e le regole da seguire per viaggiare in Grecia

Grecia REGOLE Shutterstock
3/5

La Grecia è pronta a riaprire ai turisti dal prossimo 14 maggio. Ma come si viaggerà? Se volete sapere come entrare nel paese e nelle sue isole ecco tutte le informazioni utili su regole, tamponi e vaccini.  

Alla Fiera del Turismo IBT di Berlino, il ministro Theoharis ha dichiarato: “Puntiamo ad aprire il turismo entro il 14 maggio con regole specifiche e protocolli aggiornati. Fino ad allora, rimuoveremo gradualmente le restrizioni se le condizioni lo consentiranno ".

Il paese punta a far ripartire il turismo con regole precise: saranno ammessi solo i turisti vaccinati e coloro che presenteranno un test negativo per Covid-19. 

Vacanze in Grecia 2021, tutto quello che devi sapere 

La Grecia è attualmente in lockdown che dovrebbe terminare il prossimo 16 marzo 2021. Per poter circolare è necessario inviare un SMS al numero gratuito 13033 o avere con sé un’autodichiarazione giustificativa.

Tutti i viaggiatori provenienti dall'estero sono tenuti a presentare un test molecolare negativo per il Covid-19 effettuato nelle 72 ore precedenti all’arrivo in Grecia. Per poter accedere nel Paese rimane inoltre condizione indispensabile la compilazione di un modulo online, il Passenger Locator Form (PLF), con il quale i viaggiatori devono fornire informazioni sul luogo di provenienza, sulla durata dei soggiorni precedenti in altri paesi e sull'indirizzo del proprio soggiorno in Grecia.

Per tutti coloro che faranno ingresso nel Paese fino a data da destinarsi, è previsto l’obbligo di rispettare un periodo di autoisolamento fiduciario di sette giorni.

Come si viaggerà in estate?

Secondo quanto accennato dal Ministro del Turismo, l'ingresso in Grecia sarà consentito ai viaggiatori che avranno ricevuto il vaccino, a quelli immunizzati (ovvero a coloro che sono guariti dal Covid-19) e a coloro che presenteranno un test negativo da presentare nelle 48 ore precendenti l'arrivo. 

Inoltre tutti i turisti potranno essere sottoposti a test a campione durante il soggiorno. In caso ricovero o di qualsiasi altra azione imposta con l’obiettivo di tutelare la salute, sarà a carico dello Stato.

Scopri