Idee di viaggio

Viaggiare in Irlanda

Alla scoperta dell'Irlanda, da Dublino a Belfast passando per Galway e Cork e tra i luoghi mitici della natura selvaggia sull'isola di smeraldo.

Irlanda VIAGGI URBANI Shutterstock
/5

La chiamano l'Isola di Smeraldo e non è un caso. Atterrando all'aeroporto di Dublino il verde intenso dell'Irlanda invade la visuale di chi guarda verso il basso.

La capitale è piccola e si visita facilmente a piedi. Tra i luoghi di culto i Dublino non perdete la Sain't Patrick Church "dedicata al Santo Patrono d'Irlanda, famosa perché vi è sepolto Jonathan Swift" e Temple Bar, il quartiere medioevale dei pub e della vita notturna a Dublino.

Un assaggio della natura strepitosa dell'isola ce lo da Phoenix Park, il parco urbano più grande d’Europa. Al suo interno si muovono liberi cervi e altri animali selvatici. E' un po' fuori mano, ma raggiungibile con diverse linee di autobus (tutte le info sui parchi di Dublino e i mezzi per raggiungerli le trovate sulla zingaGuida di Dublino).

Bastano solo un paio di giorni per visitare il meglio di Dublino mentre il resto dell'Irlanda è sicuramente la parte più interessante del viaggio.

Seguendo l'itinerario ci muoviamo verso Cashel. Le info sulla rete ferroviaria irlandese ce le fornisce yerkan correlate dei link ai siti ufficiali di ferrovie e autobus irlandesi. Giungiamo dopo 200 km a Cashel e vediamo un gioiellino, lì in alto, che sormonta tutta la collina! 

Prima di raggiungere Killarney c'è un'altra meta imperdibile. E' Cork. La Chiesa Presbiteriana sembra il castello Disney in miniatura e, poco lontano, c'è la chiesa cattolica di San Patrizio. La Cork del mattino è vivissima, specialmente sull'altra sponda del fiume Lee. St Patrick Street è un continuo andirivieni di persone.

Risalendo verso nord in direzione Galway si raggiunge Doolin, la destinazione mitica delle Cliffs of Moher. Doolin è un villaggio che si trova nella contea di Clare, a 150 km circa da Killarney. Raggiungendola a bordo di un'auto a noleggio vi troverete in un'autostrada immersa nel verde, con il rumore del vento sul parabrezza e con musica irlandese trasmessa dalla radio che rende tutto una favola. Dinanzi ai vostri occhi si staglia qualcosa di immenso, una schiera di scogliere a picco sul mare con sentieri rudimentali (nel tratto non turistico) che si affacciano sull'Oceano Atlantico, che se non fosse per le isole Aran lì davanti, farebbe perdere lo sguardo nell'infinito.


"Non si può descrivere uno spettacolo tale se non lo si è mai visto".

Proseguendo verso Nord si raggiunge Galway. E' deliziosa, piccolina e molto diversa da Dublino. Suonano tutti ovunque, è uno spettacolo continuo a cielo aperto; il centro è davvero caratteristico: la grande Eyre Square, un viale pedonale con tanti negozietti e artisti di strada, e alla fine la foce del fiume" in corrispondenza di The Spanish Arch. Dalla foce si vede in lontananza una cupola architettonicamente interessante, è la Cattedrale di Galway.

Ci spostiamo nell'estremo nord irlandese dove l'isola è più selvaggia e le leggende più suggestive. La sconfinata spiaggia di Mullaghmore. Bellissima, con la marea ritirata, ottima per una passeggiata sulla battigia piena di conchiglie. E' l'Irlanda per gli amanti dei paesaggi malinconici e la natura aspra. Il porto adiacente poi", continua  iwantyou82 in Viaggio in Irlanda tra pub e scogliere parte II  ha quell'aria di abbandonato e sperduto... con le barche in secca per via della marea.

Nella Donegal Country non perdete la Slieve League, la scogliera più alta d'Europa, mentre nei sobborghi di Derry, la penisola di Inishhowen con la spiaggia di Pollan Bay e la Five Fingers. Entrambe belle. A Malin Head sembra di stare in un angolo di Lapponia. Il mare in burrasca e le poche abitazioni sono il biglietto da visita. In cima al capo ci sono i forti "da dove Marconi lanciò il primo segnale radio dall'altra parte dell'Oceano. Una vista sublime e la sensazione di essere alla fine del mondo.

E da Derry siamo a due passi dalle Giant's Causeway, il Selciato del Gigante tra le attrazioni più suggestive dell'isola. Da qui è irrinunciabile spingersi verso la tranquilla Belfast.

Scopri