Idee di viaggio

L'Eremo di San Bartolomeo in Legio

A strapiombo sulla roccia si trova uno dei posti più affascinanti d'Abruzzo. Per raggiungerlo occorrerà faticare ma lo sforzo sarà ampiamente ripagato

Eremo di San Bartolomeo Shutterstock
5/5

Incastonato nella roccia a 700 m d'altezza, nel cuore del Parco della Majella c'è uno dei luoghi più affascinanti d'Abruzzo, un angolo di pace e silenzio; è l'Eremo di San Bartolomeo in Legio, raggiungerlo vi costerà un pò di fatica, ma lo sforzo sarà ampiamente ripagato.

L'Eremo incastonato nella roccia si trova nel comune di Roccamorice, in provincia di Pescara, immerso nel parco della Maiella e del Morrone sul versante del Vallone di S. Spirito. In questo articolo vi spieghiamo perché devi visitarlo almeno una volta.

Eremo di San Bartolomeo in Legio 

Scato nella roccia che, come gli altri eremi della zona hanno una funzione difensiva, l'eremo di San Bartolomeo è anteriore all'XI secolo e venne ristrutturato intorno al 1250 da Pietro da Morrone, futuro Papa Celestino V, ha origini anteriori all’XI secolo.

Tornato da Lione dove si era recato per ottenere da Papa Gregorio X il riconoscimento della sua Congregazione dei Celestini, Pietro da Morrone vi si stabilì per circa due anni. 

All'interno della chiesetta, si trova la nicchia dell'altare che ospita la statua di San Bartolomeo che viene portata, ogni 25 agosto, in processione dai fedeli che scendono al torrente Capo la Vena per bagnarsi secondo le antichissime tradizioni. Su un'altra parete della chiesa c'è una piccola sorgente d’acqua che, secondo i fedeli è miracolosa. 

Percorso

Se avete voglia di passeggiare nella natura rigogliosa dei boschi della Majella, potrete raggiungere l'eremo attraverso due sentieri: il primo scendendo da Valle Giumentina vi consentirà di vedere l’eremo nascosto tra le rocce, mentre il secondo percorso scendendo da Roccamorice, termina con suggestiva galleria scavata nella pietra che immette verso la struttura.

L'accesso può avvenire tramite quattro differenti scale: quella a nord è composta da 30 gradini, mentre quella a sud è più lunga ed irregolare. Ci sono poi due scale al centro della balconata, una delle quali è conosciuta come la Scala Santa. Lungo la balconata si trova una vasca per la raccolta dell'acqua piovana. L'eremo si raggiunge anche con il Sentiero dello Spirito.

Foto

Visualizza questo post su Instagram

#abruzzo #italy #eremo #roccamorice

Un post condiviso da Alessandra Cambria (@pauvre_lelian) in data: 17 Ago 2014 alle ore 11:07 PDT

Visualizza questo post su Instagram

#abruzzo #eremosanbartolomeo # paesaggi# relax

Un post condiviso da Delia😽 (@deliarulli) in data: 21 Apr 2014 alle ore 8:39 PDT

Mappa

Scopri