Idee di viaggio

Cosa vedere a Scanno

I motivi per visitare il borgo romantico d'Abruzzo

Scanno WEEKEND Shutterstock
5/5

Casette addossate, stradine strette e tutt'intorno silenzio. Visitare Scanno significa fare un viaggio indietro nel tempo, fino al medioevo. Non è certo un caso che la CNN lo abbia eletto uno dei borghi più belli da visitare assolutamente in Italia, se ne accorse già Henri Cartier-Bresson che negli anni '50 visitò scanno con "l’animo teso… ansioso di catturare con una sola immagine l’essenziale di ogni scena che gli si parava davanti".

Adagiato tra valle del Sagittario, fra la Montagna Grande e il Monte Godi, Scanno è una meraviglia ai confini del Parco Nazionale d’Abruzzo. Ve ne accorgerete già percorrendo la strada a tornanti che porta al paese e che offre uno sguardo speciale sulla Riserva del Sagittario e sul Lago di Scanno. Abbiamo realizzato una guida a cosa vedere assolutamente nel paese più bello d'Abruzzo.

Scanno 

Scanno è un piccolo presepe arroccato su uno sperone di roccia immerso nel verde, dove vivono poco più di 2000 abitanti. Merita una visita per fare una pausa dalla modernità e per ritrovare i ritmi lenti. È infatti con lentezza che Scanno va scoperta per ammirare il meglio dell'architettura gotica, romana e barocca. 

Sapevate che Scanno è il luogo perfetto per fare foto? Esiste infatti una via dei fotografi, perché da qui la vista sul centro storico e sul panorama è senza eguali. La visita non può che iniziare dall'intricata rete di viuzze del centro storico, dove troverete i più bei palazzi nobiliari, i portali decorati, gli archi antichi, le scalinate e le chiese. Tipiche del paese sono le scalinate d'accesso alle proprietà conosciute come le cemmause.

Non perdete, in giro per la città, una visita alle numerose botteghe orafe, dove potrete vedere quella che era la famosa presentosa che un tempo i pastori donavano alle fidanzate: un gioiello di fidanzamento che la donna portava al collo per far capire di essere impegnata.

Nel vostro tour alla scoperta di Scanno non potete perdere:

  • Chiesa di Santa Maria della Valle

Si tratta della più importante chiesa del paese in stile romanico abruzzese. Nel corso della storia ha subito numerosi rimaneggiamenti. All'interno è possibile osservare tracce di affreschi medievali, mentre nel presbiterio è conservato un coro ligneo. La cappella a destra dell'entrata è intitolata a San Costanzo e ne conserva una reliquia giunta a Scanno intorno al Settecento.

  • Museo della Lana

Il Museo della Lana custodisce oggetti della vita quotidiana a Scanno nel periodo compreso tra il 1880 e il 1930. Sono stati ricostruiti alcuni ambienti di una tipica casa di pastori formate di solito da una cucina, una camera da letto, da una stanza del telaio e da una cantina. 

  • Madonna del Lago

La piccola chiesetta dedicata alla Vergine Annunziata, sorge sulle rive del lago di Scanno. Anticamente passava di lì un ripido sentiero, scavato nella roccia, che costituiva l’unico collegamento tra il borgo ed i paesi vicini. 

  • Chiesa di Sant'Antonio da Padova

La chiesa venne edificata tra il 1595 e il 1596 e fu impreziosita agli inizi del Seicento da stucchi e suntuosi altari. Interventi di ammodernamento vennero eseguiti nel corso dell’Ottocento e nel secolo scorso, quando si provvide anche al restauro completo degli interni.

  • Chiesa di Sant'Eustachio

È la chiesa patronale di Scanno e al suo interno sono conservate varie statue tra cui Sant'Agata, Sant'Apollonia, la Fede e la Speranza, Santa Lucia, Santa Barbara oltre a quella di Sant'Eustachio.

  • La Ciambella

Via Roma quando si immette in Via De Angelis, per scorrere in Via Silla e arrivare in Via Vincenzo Tanturri e in Via Abrami va a formare un lungo anello circolare conosciuto dai paesani come la Ciambella, seguite questo percorso per scoprire il centro storico lungo un percorso ad anello che parte e torna presso la chiesa parrocchiale.

  • Piazza San Rocco

Una delle più belle piazze di Scanno dove affaccia un edificio residenziale che merita una sosta: Palazzo Mosca. 

  • Palazzo Nardillo 

Il palazzo che sorge nel quartiere di Codacchiola è interessante per il portale d’ingresso in stile barocco. Fu realizzato nel corso del Seicento e Settecento, non soltanto per residenze nobiliari, infatti, sono il segno di come l'attività agricola e la pastoria fosse florida in questo piccolo borgo montano. 

  • Fontana del Pisciarello 

La fontana del Pisciarello la trovate in Porta Sant'Antonio ed è formata da una vasca rettangolare, sormontata da una nicchia a sesto ribassato, affiancato da due tozzi piedritti contenenti piccole vasche aggettanti dal filo della muratura che raccolgono le acque provenienti da due mascheroni.

  • Fontana Sarracco

La fontana Sarracco si trova in largo Chiaffredo Bergia di fronte all’ex chiesa delle Anime Sante. La particolarità di questa antica fontana, che nel medioevo non faceva parte del nucleo abitato di Scanno, è che ogni cannella ha un mascherone su cui è raffigurato un ceto sociale; ognuno beveva dalla cannella che rappresentava il suo ceto sociale. 

  • Palazzo Rienzo 

Non perdete una visita a Palazzo Rienzo, una delle più belle residenze di Scanno, fu realizzato tra i secoli XVII e XVIII ma venne ristrutturato anche nel Novecento. Al centro della costruzione spicca un maestoso portale d’ingresso, a cui si accede tramite due rampe laterali simmetriche. 

Lago di Scanno

Il lago di Scanno è un gioiello incastonato tra i Monti Marsicani. Le sue origini risalgono ad una frana del monte Genzana che ostruì irrimediabilmente il passaggio del fiume Tasso. Il lago si trova nascosto tra monti ad un'altezza di 922 metri tra Scanno e Villalago ed è una meraviglia da visitare assolutamente nella provincia de L'Aquila.

Quello di Scanno è il più grande lago naturale d'Abruzzo che da una particolare prospettiva sembra avere la forma di cuore. Basterà seguire il Sentiero del Cuore di Scanno che porterà ad una terrazza panoramica da cui ammirare questo spettacolo. 

Foto

Dintorni

 

Come arrivare

Per arrivare a Scanno dovrete percorrere la diramazione A25 per Pescara fino a Colucullo, da lì dovrete prendere la strada statale SS 479 per Anversa e Scanno.

Mappa e Cartina

Scopri