Idee di viaggio

Sentiero della libertà, a piedi sulla Majella

Un cammino che ripercorre la via di fuga di migliaia di prigionieri della Seconda Guerra Mondiale

Majella A PIEDI iStock
5/5

In Abruzzo c'è un sentiero della memoria, un cammino che ripercorre un capitolo difficile della storia dell'umanità e che oggi è un percorso di speranza e libertà. È il Sentiero della libertà, un trekking di 60 chilometri che attraversa la Majella. 

Il Sentiero della Libertà era la via di fuga di migliaia di prigionieri alleati e di giovani italiani che lottavano per la liberazione d’Italia, divisa dalla Linea Gustav dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, quando l’Abruzzo divenne terra di confine e angolo di speranza per i fuggiaschi che si schieravano con l’Esercito Alleato. Oggi un trekking ripercorre quel tracciato e ogni anno, dal 2001 si svolge la Marcia Internazionale della Libertà. 

LEGGI ANCHE: I CAMMINI DA FARE IN ABRUZZO

Sentiero della Libertà

Il Sentiero della Libertà è un trekking di circa 60 chilometri suddiviso in 3 tappe da percorrere in 3 giorni, sui sentieri che attraversano la Majella. Il percorso parte da Sulmona e arriva a Casoli.  Ogni anno una marcia escursionistica ripercorre questo tracciato affrontato dai prigionieri angloamericani del Campo 78 insieme ad amici abruzzesi che facevano da guide. Il sentiero della libertà è suddiviso il tre tappe che vi elenchiamo di seguito.

  • Prima Tappa

La prima tappa va da Sulmona a Campo di Giove  

  • Seconda tappa 

La seconda tappa parte da Campo di Giove e arriva a Palena 

  • Terza tappa 

La terza tappa parte da Palena e arriva a Casoli. 

Sul sito ufficiale del Sentiero della Libertà trovate le informazioni sul percorso e le date di svolgomento della Marcia della Libertà

Scopri