Idee di viaggio

Bonus vacanze 2020, tutto quello che devi sapere

Tutto quello che devi sapere sul bonus vacanze 2020: come funziona, chi ne ha diritto e come spenderlo

Bonus Vacanze ESTATE 2020 Shutterstock
4.9/5

Per le nostre Vacanze in Italia, il governo ha approvato nel Decreto Rilancio, il bonus vacanze 2020 fino a 500 euro da spendere entro dicembre 2020 per le spese sostenute per soggiorni in alberghi, campeggi, villaggi, bed & breakfast in Italia. 

Il Bonus Vacanze è disponibile a partire dal 1 luglio 2020 e potrà essere richiesto via App. 

L'Agenzia delle Entrate ha appena pubblicato le linee Guida per il Bonus Vacanze 2020. Avrete bisogno della dichiarazione ISEE, dello SPID (identità digitale) e dell'App IO.

Come si richiede? A chi spetta? Abbiamo realizzato una guida al Bonus Vacanze 2020.

LEGGI ANCHE: BONUS BICICLETTA

Bonus vacanze 2020

Il Bonus Vacanze è un credito di imposta destinato alle famiglie per il pagamento di servizi offerti dalle imprese turistico ricettive, hotel, B&B, agriturismi e strutture in possesso dei titoli prescritti dalla normativa nazionale e regionale per l’esercizio dell’attività turistico ricettiva.

Si tratta di un bonus destinato alle famiglie con reddito medio basso e utilizzabile da un solo componente per nucleo familiare. Il bonus è di 500 euro per le famiglie con figli, scende fino a 300 per le famiglie composte da due persone e a 150 euro per i single. 

Bonus di 500 euro per le vacanze in Italia

Il bonus vacanze 2020 può essere utilizzato dal 1 luglio al 31 dicembre 2020. Ma come si utilizza? Il Bonus Vacanza sarà per l’80% devoluto sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto alla struttura, mentre il restante 20% andrà come detrazione dall’imposta sul reddito. 

Le strutture ricettive potranno cedere il credito ai propri fornitori privati, agli istituti di credito o agli intermediari finanziari. Il corrispettivo deve essere documentato con una fattura elettronica e il pagamento deve essere corrisposto senza l’ausilio o l’intermediazione di soggetti che gestiscono piattaforme o portali telematici diversi da agenzie di viaggio e tour operator.

LEGGI ANCHE: SPIAGGE ITALIA 2020

Chi ha diritto al bonus vacanze

Hanno diritto al bonus vacanze i nuclei familiari con un reditto Isee non superiore a 40 mila euro. Il bonus è di 500 euro per famiglie con figli, scende a 300 per nuclei familiari composti da due persone e a 150 euro per nuclei di una sola persona. 

Come funziona

  • Il bonus può essere utilizzato da un solo componente
  • Può essere speso in un’unica soluzione e nei riguardi di una sola impresa turistica ricettiva, o di un solo agriturismo o bed & breakfast
  • È fruibile nella misura dell’80%, sottoforma di sconto, per il pagamento dei servizi prestati dal fornitore. Il restante 20% è utilizzabile come detrazione dall’avente diritto
  • Il corrispettivo della prestazione deve essere documentato con fattura elettronica o documento commerciale

 

Come si richiede?

Come fare la domanda per ottenere il bonus vacanze? Sarà necessario avere una dichiarazione Isee aggiornata che non deve superare i 40000 euro e sarà necessario avere un'identità digitale SPID. 

Per richiedere l’agevolazione, il cittadino deve aver installato ed effettuato l’accesso all’applicazione IO, l’app dei servizi pubblici, resa disponibile gratuitamente da PagoPA Spa.

La richiesta del bonus vacanze può essere effettuata, tramite la app IO, da uno dei componenti del nucleo familiare, in possesso di identità digitale SPID o di Carta di identità elettronica.

A partire dal 1° luglio 2020, uno dei componenti del nucleo familiare può accedere alla funzione per richiedere il bonus Vacanze disponibile nella sezione “Pagamenti” dell’app IO.

Prima di procedere con la richiesta, l’app IO mostra una pagina di dettaglio sul funzionamento e le regole del bonus Vacanze e attraverso un collegamento con la banca dati dell’Inps, l’app IO verifica che il richiedente sia in possesso di tutti i requisiti necessari e comunica al richiedente l’esito del riscontro, con un messaggio in app. Sono 5 i casi che possono emergere:

  • Richiesta valida

L’app IO invia all’utente una conferma della validità della richiesta, comunicando l’importo massimo dell’agevolazione spettante e l’elenco dei componenti del nucleo familiare che, oltre al richiedente, potranno spendere il bonus. 

  • Richiesta valida ma bonus già attivato sullo stesso nucleo familiar

Se risulta già attivato il bonus per lo stesso nucleo familiare di cui il richiedente fa parte non si potrà procedere con la richiesta. 

  • Richiesta valida ma DSU con omissioni o difformit

L’app IO informa il richiedente circa l’esito positivo della verifica sui requisiti ma avverte che la DSU presenta “omissioni o difformità” e che, una volta speso il bonus, l’utilizzatore sarà chiamato a fornire idonea documentazione per provare la completezza e la veridicità dei dati indicati nella DSU.

  • Soglia ISEE superata

Un messaggio sull’app IO avvisa che l’ISEE del nucleo familiare del richiedente supera la soglia di 40.000 euro e che pertanto non è possibile procedere con la richiesta.

  • DSU assente

Per il richiedente non risulta presentata una DSU in corso di validità: un messaggio sull’app IO avvisa l’utente della necessità di presentare la DSU per l calcolo dell’ISEE. 

Lista delle strutture aderenti

Quali sono gli hotel e strutture aderenti che accettano il bonus 2020? In questo articolo trovate la lista sulle strutture che accettano il Bonus vacanze. 

Possono essere acquistati anche i servizi balneari, a patto che siano calcolati fattura emessa dall’unico fornitore.

Scopri