Idee di viaggio

10 Posti Poco Conosciuti da Vedere in Calabria

La guida perfetta per conoscere il lato meno famoso della regione

WEEKEND Shutterstock
5/5

La lettura di questo articolo è vivamente sconsigliata a tutti i deboli di cuore. Al suo interno sono contenute immagini, indirizzi e riferimenti alle attrazioni nascoste di una tra le più belle e variegate regioni italiane che potrebbero causare giramenti di testa e bruciori di stomaco.

Per chi volesse approfittare della fase 3 per riscoprire quali e quante destinazioni alternative per vacanze e viaggi in Calabria, abbiamo pensato una lista di 10 mete possibili da visitare in modo lento.

Circondata da due mari e costellata di montagne la Calabria è una regione unica e a tratti incontaminata, le sue bellezze naturali, i suoi villaggi, le sue foreste, i suoi siti storici e le sue tradizioni rappresentano un patrimonio ancora poco conosciuto. 

LEGGI ANCHE: VACANZE IN ITALIA 2020

Nel suo entroterra la Calabria è una regione ricca di vegetazione selvaggia e importanti rilievi montuosi come le cime del Pollino e quelle dell’Aspromonte, con i boschi della Sila nel mezzo, da esplorare sia d’estate che in inverno quando si trasformano in stazioni sciistiche attrezzate.

Lungo le centinaia di km di costa invece si incontrano centri balneari e località di grande fascino come Tropea, Nicotera, Pizzo, Capo Vaticano, Scilla e Briatico con spiagge sabbiose e spettacolari scogliere a picco sul mar Tirreno e i centri marini di Locri, Soverato, Squillace e Bovalino sulla costa ionica, tutte bagnate da acque cristalline.

Se Reggio Calabria con le sue attrazioni architettoniche e Il Museo Nazionale con i celebri Bronzi di Riace catalizza l’attenzione della maggior parte dei turisti, ci sono una lunga serie di borghi antichi e villaggi dell’entroterra che meritano una visita per storia e paesaggi come ad esempio Nocera Terinese e il vicino sito archeologico di Temesa, la città collinare di Caccuri, Castiglione Cosentino e il centro storico di Rende. E poi ancora, i centri storici di Morano Calabro e Castrovillari, Rossano e i resti dell'antica città di Sibari, insieme al borgo medievale di Cariati e il villaggio di Scala Coeli con alcuni dei borghi presenti nella lista dei più belli d’Italia come Altomonte, Chianalea, Fiumefreddo Bruzio e Santa Severina.

Una visita in Calabria offre la possibilità di godere di molti tipi di paesaggi, attività ed esperienze profondamente legate a questi luoghi dal carattere forte e contradittorio ma che sanno regalare grandi emozioni e sorprese ad ogni latitudine.

10 Posti Poco Conosciuti da Vedere in Calabria

  • 1. Riviera dei Cedri

Nella parte settentrionale della Calabria in provincia di Cosenza, la Riviera dei Cedri si estende per circa ottanta chilometri tra spiagge e scogliere, piccoli borghi e santuari incastonati nella roccia. Oltre alle spettacolari vallate coltivate con alberi di cedro, che danno il nome alla riviera, si possono visitare antiche cittadine di montagna come Santa Domenica, Papasidero con la grotta del Romito, Aieta di origine bizantina, Paola con il santuario di San Francesco e bellissime località di mare come il golfo di Policastro, Praia a Mare e Scalea che unisce chiese monumentali a spiagge assolate. E poi ancora Tortora, al confine con la Basilicata fino a Sangineto e Bonifati, per un tratto di costa tra i più belli della Calabria con un mare cristallino, calette e fondali protetti dal parco marino regionale Riviera dei Cedri.

Pentedattilo è un villaggio arroccato sulle rocce del Monte Calvario in provincia di Reggi Calabria. Si tratta di un luogo carico di fascino e leggende, un villaggio abbandonato dall'atmosfera surreale e suggestiva. Raggiungibile anche a piedi con una lunga escursione nel verde che parte dal comune di Melito Porto Salvo, Il villaggio sembra sospeso nel tempo e in bilico sulla rocca su cui è incastonato come fosse sorretto dalla mano di un gigante. Tra le stradine deserte di Pentedattilo sembrano ancora riecheggiare le faide tra antiche famiglie nobiliari e tutte le vite degli abitanti di un tempo, che rendono ancora oggi il paese un luogo dall’atmosfera unica, spettrale e affascinante come nessun altro.

  • 3. Isola di Capo Rizzuto 

Nella Calabria orientale, all’interno della Riserva Marina di Capo Rizzuto in provincia di Crotone, si trova un luogo selvaggio e ricco di fascino, un vero castello in mezzo al mare, Il castello aragonese di Le Castella. La roccaforte, unita alla terraferma solo da una piccola striscia di terra è una delle meraviglie calabresi, un patrimonio naturale e culturale che permette di affrontare tour naturalistici terrestri e marini, immersioni subacquee e di osservare la spettacolare biologa marina del luogo. Qui si possono mettere insieme l’amore per la natura, per la storia, per l’architettura godendo in un colpo solo di una giornata educativa e rilassante in un paesaggio da fiaba.

  • 4. Santa Severina

Chiamata anche col nome di "nave di pietra" il piccolo villaggio di Santa Severina in provincia di Crotone, è un luogo ricco di storia ma ancora poco conosciuto a livello turistico. Questo borgo medioevale nasconde tesori di un prestigioso passato: un bellissimo castello, un battistero e una cattedrale che rappresentano una delle più importanti testimonianze di arte bizantina in Calabria. Eretto su una roccia tra il mar Ionio e i rilievi montuosi della Sila, il villaggio di Santa Severina si erge sopra la valle del fiume Neto e si può considerare uno dei gioielli nascosti in Calabria per storia, bellezza paesaggistica e rilievo artistico. 

  • 5. Gambarie

Nel cuore del Parco Nazionale dell'Aspromonte in provincia di Reggio Calabria, a 1400 metri di altezza, si trova la località montana di Gambarie, una delle più importanti mete di montagna e stazioni sciistiche dell’intero meridione italiano. Durante i mesi invernali qui si può sciare godendo di un panorama unico al mondo che arriva fino alle Isole Eolie e all'Etna. In un paesaggio spettacolare composto da alberi secolari e costoni innevati si possono raggiungere le cime del Monte Scirocco e del Monte Nardello grazie a delle funivie e iniziare una divertente e insolita attività sciistica vista mare.

  • 6. Parco Nazionale della Sila

La bellezza della Calabria non si ferma sulle coste ma si sprigiona anche e soprattutto nelle zone verdi dell’entroterra, caratterizzate da natura selvaggia e incontaminata. Un ottimo esempio ce lo fornisce il Parco Nazionale della Sila con i suoi 150.000 ettari di territorio protetto tra paesaggi mozzafiato, verdi vallate, grande varietà di animali e piante, foreste e rilievi montuosi. Si tratta di un luogo da scoprire, ricco di itinerari suggestivi tra montagne, fiumi e villaggi caratteristici che raccontano la vera identità di questa incredibile regione. La riserva naturale si presta alla perfezione ad escursioni immerse nella natura e alla pratica di attività sportive avventurose, rigorosamente all’aperto.

Questa spiaggia è considerata a buon diritto la più bella di tutta la regione. In prossimità del comune di San Nicola Arcella, in provincia di Cosenza, la spiaggia è dominata da un maestoso arco roccioso naturale detto Arcomagno che sormonta una caletta bagnata da un mare cristallino. I questo angolo di paradiso marino si può godere di una giornata di piacere e relax dentro uno scenario assolutamente unico. Oltre a prendere il sole e nuotare, si può esplorare tutta la scogliera del piccolo golfo pagaiando su un kayak per rendere ancora più indimenticabile l’esperienza e scovare scorci naturali visitabili solo via mare.

  • 8. L'isola di Dino

La più grande isola calabrese conta in realtà solamente 3 km di perimetro tra calette e insenature rocciose bagnate dal Tirreno Cosentino, di fronte al comune di Praia a Mare. Il miglior modo per esplorare questa piccola isola selvaggia è circumnavigarla a bordo di una canoa o di una barca in una breve spedizione che permetterà di scoprirne angoli nascosti e suggestivi in un itinerario tra grotte marine e costoni rocciosi a picco sul mare. Su terra ferma invece si possono fare delle ricche passeggiate lungo i percorsi dell'isola tra natura incontaminata, flora e fauna mediterranea.

Tra i più belli e meglio mantenuti di tutto il sud Italia, questo castello ducale sorge su una collina, nel cuore del centro storico di Corigliano Calabro. Per la sua struttura è un esemplare testimonianza di architettura medievale, con il ponte levatoio, circondato dal fossato, segrete sotterranee, saloni lussuosi per ricevimenti nobiliari e la cappella privata di San Agostino. Situato nella Piana di Sibari, il paese di Corigliano Calabro, sullo Jonio Cosentino rappresenta la bilanciata unione tra mare, montagna e cultura, per una tappa da non mancare.

  • 10. Parco Archeologico di Scolacium

Nel comune di Borgia, in provincia di Catanzaro, si trova una meta per gli appassionati di storia e cultura che mette in mostra le vestigia dell’antica Roma e Magna Grecia presenti in Calabria. Il Parco archeologico di Scolacium diventa ancora più attraente nei mesi estivi quando ospita anche importanti rassegne teatrali e musicali nel suo suggestivo contesto storico.

Autore: Giorgio Calabresi

Scopri