Idee di viaggio

Camminare d'inverno: consigli e guida

La scienza dice che rende felici e che fa dimagrire di più

Trekking neve NEVE Shutterstock
2.3/5

Noi adoriamo camminare, ma quando pensiamo ai cammini e ai trekking pensiamo sempre alla bella stagione e l'inverno ci sembra un ostacolo ai nostri propositi di camminare all'aria aperta. 

La buona notizia è che è un'illusione e chi vive in montagna lo sa bene: camminare in inverno giova alla salute e all'umore e c'è più di qualche motivo per farlo, per la precisione 8!

Camminare d'inverno

Per camminare in inverno, sia a bassa quota che sui sentieri battuti di montagna, bisogna essere ben attrezzati. Con un giubbotto impermeabile e traspirante, abbigliamento a cipolla, scarpe calde e asciutte e un termos con qualcosa di caldo dentro, camminare in inverno sarà piacevole e sicuro.

Certo se si sceglie di fare trekking in montagna bisogna stare attenti. Ricordare che la neve può nascondere dislivelli nel terreno e che i percorsi in discesa possono essere scivolosi. L'abbigliamento, poi, deve essere ben studiato con particolare attenzione da dedicare alle scarpe e, anche se, per percorrere i sentieri battuti sulla neve non servono particolari competenze, è sempre meglio portare con sé dei ramponcini.

Nel Tirolo Austriaco ci sono numerosi sentieri per il trekking invernale, ben battuti e segnalati, pensati per camminare in sicurezza nella neve, senza dover essere degli alpinisti provetti. Qui trovate alcuni sentieri ed itinerari che possono durare anche qualche giorno e che collegano i paesi di montagna (disponibili servizi di trasporto bagagli e trekking guidato). 

Qui di seguito trovate gli 8 motivi per camminare in inverno che convinceranno anche i più scettici a provare questa fantastica esperienza. 

  • Camminare d'inverno rende più felici

La scienza lo conferma: camminare all'aria aperta nella stagione fredda rende più felici. Quando le giornate si accorciano e tendiamo a passare molto tempo al chiuso, il nostro umore è più facilmente soggetto a sbalzi e alla negatività. Camminando all'aperto si contrasta questa abitudine e anche l'umore migliora!

  • Camminare d'inverno fa bene alla salute

In inverno la nostra esposizione al sole diminuisce drasticamente. Camminare all'aria aperta in questa stagione, specie se si fa trekking in montagna, permette di riportarci a contatto con i raggi del sole, migliorando la produzione di vitamina D che attiva il rilascio di serotonina, rafforza l’assorbimento del calcio, combatte le infiammazioni e potenzia il sistema immunitario. 

  • Camminare d'inverno fa bene allo stress

Il mondo silenzioso e ovattato della montagna in inverno è un ottimo avversario dello stress. Ritrovare la pace e la comunione con se stessi in un ambiente del genere è molto più facile che altrove!

  • L'inverno è magico

Camminare in un bosco reso immobile dalla neve, in un silenzio così raro e profondo, rotto solo dallo scricchiolio degli alberi sotto il peso della neve, è un'esperienza magica da ricordare per sempre.

  • Si possono fare incontri inattesi

Nella natura invernale, soprattutto in montagna, si possono fare incontri sorprendenti e inattesi. In inverno molti animali vanno in letargo, così come le piante che entrano nella loro fase vegetativa. Proprio per questo motivo i segni lasciati nella neve da un capriolo saranno fonte di estrema meraviglia, ancora di più se avrete la fortuna di incontrarlo sul vostro cammino!

  • Il freddo migliora le difese immunitarie

Camminando al freddo (con l'abbigliamento giusto e mantenendosi asciutti e protetti dal vento) il corpo viene sottoposto ad uno stress controllato che stimola il sistema immunitario e ci rende più resistenti ai malanni di stagione. 

  • Camminare d'inverno fa dimagrire

Quando si cammina al freddo il nostro corpo è costretto ad utilizzare molta più energia per mantenere costante la sua temperatura. Il consumo di calorie, già attivato dall'attività escursionistica, diviene ancora più incisivo in inverno!

  • Meditare in cammino

Uno studio dell’University of Michigan ha osservato un potenziamento della memoria del 20% nelle persone che camminano dedicandosi alla meditazione camminata. Non bisogna essere dei piccoli Buddha per farlo, basta lasciare spaziare il pensiero dove vuole senza volerlo imbrigliare o giudicare, tenendo sempre massima la concentrazione sul cammino, sui rumori intorno a noi e su dove si mettono i piedi.

Cosa portare

I bastoni telescopici, che nella bella stagione possono essere considerati non necessari, diventano un accessorio indimenticabile in inverno. Servono a scaricare una parte del peso corporeo e possono essere molto utili per camminare sulla neve, in salita e in discesa.

Se affrontate dei sentieri in pendenza sono necessari un paio di ramponi, che devono essere particolarmente buoni se si affronta un itinerario molto ripido.

Prima di partire mettete nello zaino un cambio completo, o almeno l'intimo di ricambio e una maglia per assicurarvi di rimanere asciutti durante l'intera durata del cammino. 

Portate con voi una borraccia con una bevanda calda (più di un litro), snack, integratori e un pasto completo e sostanzioso se camminate per molte ore. 

Portate anche un coltello, accendino, fischietto, torcia elettrica, occhiali da sole, creme solari e kit di pronto soccorso. Qui trovate la guida al trekking per principianti e qui una selezione di itinerari di trekking

Come vestirsi per un'escursione in inverno

Il modo in cui vestirsi cambia a seconda del percorso che si sceglie di affrontare, delle temperature e del meteo. In ogni caso bisognerà pensare a difendersi da freddo, acqua e vento, garantendo traspirazione e preservando il calore corporeo. Importante che i materiali usati siano materiali tecnici. Del tutto bandito il cotone che si inzuppa e tende a rimanere bagnato. 

La testa e le estremità devono essere tenute bene al caldo con buoni guanti, cappello che protegge anche guance e bocca a basse temperature, calze calde e traspiranti e ghette impermeabili che proteggono le caviglie sulla neve. 

A qualunque temperatura invernale è bene vestirsi a strati con intimo tecnico in polipropilene, maglietta termica e calzamaglia. La giacca deve essere traspirante quindi il piumino, sebbene molto caldo, non è l'ideale perché tende a caricarsi di umidità rilasciata dal corpo. Qui trovate la guida all'abbigliamento per andare sulla neve e qui tutte le info per organizzare una settimana bianca

Scopri