Idee di viaggio

10 foto del Castello Lancellotti di Lauro

Tour a colpi di Instagram alla scoperta del Castello di Lauro

/5

CASTELLO LANCELOTTI DI LARIO - Su una roccia che prende il nome di "primo sasso" della Valle di Lauro, venne edificato intorno al 976 il Castello Lancellotti, una delle residenze d'epoca più interessanti del Sud Italia.

LEGGI ANCHE: BORGHI PIU' BELLI DELLA CAMPANIA

Le prime testimonianze del Castello longobardo-normanno si hanno intorno al 1277, quando ne venne concessa la custodia a Margherita de Toucy, cugina di Carlo I d'Angiò.

Da allora il castello è passato in mano a diverse signorie e fu durante quella dei Lancellotti che venne distrutto da un incendio ad opera dei repubblicani francesi.

Venne completamente abbandonato fino al 1870, quando don Filippo Massimo Lancellotti avviò i lavori di ricostruzione.

#castellolancellotti #specialplace #castle

Una foto pubblicata da Igino Folcarelli (@igifolk) in data: 15 Set 2015 alle ore 12:55 PDT

◦ ✩ @PAESAGGIIRPINI ✩ ✩ DATE 17/10/2015 ✩ ◦ ✩ PUBLISHED By @cartaginestra ✩ LOCATION: Lauro - Castello Lancellotti ----------------------------------- Il castello Lancellotti fu edificato su una roccia rivolta a mezzogiorno denominata "primo sasso", dove, probabilmente, vi era già stata una preesistente costruzione in epoca romana. Il primo documento in cui si fa cenno all'esistenza di questo castello risale al 976 dove si parla di "Castel Lauri" che non vuole indicare il castello di Lauro quanto piuttosto il paese, casale di Lauro. Altre testimonianze successive sono state trovate, ma la prima che alluse con chiarezza al castello si legge nei registri della Cancelleria angioina nel repertorio dell'anno 1277, quando a Margherita de Toucy fu concessa la custodia del castello di Lauro "pro habiliora mora". Diverse le signorie che si sono succedute: i Principi del Principato di Salerno nel periodo longobardo; i Sanseverino Conti di Caserta nel periodo normanno; i del Balzo Conti di Avellino nel periodo svevo-angioino; gli Orsini Conti di Nola nel periodo aragonese; infine i Pignatelli e i Lancellotti. Proprio durante la signoria dei Lancellotti il castello venne dato alle fiamme dai repubblicani francesi e lasciato abbandonato fino al 1870 quando il principe don Filippo Massimo Lancellotti avviò i lavori di ricostruzione. Oggi è una delle residenze d'epoca più suggestive e visitate di tutta la Campania. --------- VALID TAG #paesaggiirpini ◦ PARTNERS: @paesaggisalernitani @paesaggisannio @paesaggicasertani @paesagginapoletani @paesaggicampani @ig_avellino @ig_wildplace @terredellupo ◦ ◎ TAG: #lauro #castellolancellotti #borghi #borgo #castello #castle #tower #history #stone #avellino #lauroPI #lancellottiPI #terredellupo #ig_avellino #expoborghi #ig_amalficoast #landscapes #campania #paesaggi #italy #italia ◦

Una foto pubblicata da Paesaggi Irpini (@paesaggiirpini) in data: 17 Ott 2015 alle ore 03:02 PDT

Il castello è ora un insieme di differenti generi, presenta infatti elementi in stile gotico, rinascimentale e barocco.

Imponenti sono le due torri quadrangolari e le mura spesse dalle quali si aprono le porte di accesso alla fortezza. Dopo aver visitato le sale interne e il giardino all'italiana, raggiungete grande terrazzo panoramico dove potrete godere di una spettacolare vista sul Vallo di Lauro.

Il castello è visitabile solo su prenotazione. Per maggiori informazioni visiteguidate@prolauro.it

◦ ✩ @PAESAGGIIRPINI ✩ ✩ DATE 03/07/2015 ✩ ◦ ✩ PUBLISHED By @cironappi96 ✩ LOCATION: Lauro - Castello Lancellotti --------------------------------------- Il castello Lancellotti fu edificato su una roccia rivolta a mezzogiorno denominata "primo sasso", dove, probabilmente, vi era già stata una preesistente costruzione in epoca romana. Il primo documento in cui si fa cenno all'esistenza di questo castello risale al 976 dove si parla di "Castel Lauri" che non vuole indicare il castello di Lauro quanto piuttosto il paese, casale di Lauro. Altre testimonianze successive sono state trovate, ma la prima che alluse con chiarezza al castello si legge nei registri della Cancelleria angioina nel repertorio dell'anno 1277, quando a Margherita de Toucy fu concessa la custodia del castello di Lauro "pro habiliora mora". Diverse le signorie che si sono succedute: i Principi del Principato di Salerno nel periodo longobardo; i Sanseverino Conti di Caserta nel periodo normanno; i del Balzo Conti di Avellino nel periodo svevo-angioino; gli Orsini Conti di Nola nel periodo aragonese; infine i Pignatelli e i Lancellotti. Proprio durante la signoria dei Lancellotti il castello venne dato alle fiamme dai repubblicani francesi e lasciato abbandonato fino al 1870 quando il principe don Filippo Massimo Lancellotti avviò i lavori di ricostruzione. Oggi è una delle residenze d'epoca più suggestive e visitate di tutta la Campania. --------- VALID TAG #paesaggiirpini ◦ PARTNERS: @paesaggisalernitani @paesaggisannio @paesaggicasertani @paesagginapoletani @paesaggicampani @ig_avellino @ig_wildplace @terredellupo ◦ ◎ TAG: #lauro #castellolancellotti #castello #castle #tower #torre #borgo #borghi #avellino #town #lauroPI #terredellupo #ig_avellino #expoborghi #ig_amalficoast #ig_europe #landscapes #campania #paesaggi #italy #italia #piazzairpinia #impresedirpinia #loves_campania #loves_italia #instaitalia #igersitalia ◦

Una foto pubblicata da Paesaggi Irpini (@paesaggiirpini) in data: 3 Lug 2015 alle ore 03:00 PDT

#CastelloLancellotti 😘

Una foto pubblicata da Vincenzo Castaldo (@vincenzocastaldo) in data: 9 Set 2015 alle ore 07:32 PDT

Assalto al castello :P 63km a/r #bicycle #pedali #bicicleta #castellodilauro #castellolancellotti

Una foto pubblicata da Massimiliano Moraca (@maxdragonheart) in data: 15 Ago 2015 alle ore 06:34 PDT

#whereigrewup #emotionalview #dacameramia #panoramafrommywindow #castellolancellotti #weekending

Una foto pubblicata da ■♡◆♧keepondreaming★☆★☆ (@carmine_graziano) in data: 26 Lug 2015 alle ore 13:28 PDT