Idee di viaggio

Come visitare Ercolano: la storia, cosa vedere e le immagini

Meno famosa della vicina Pompei, Ercolano continua a rivelare i suoi segreti

Scavi Ercolano WEEKEND Shutterstock
2.8/5

La città perduta di Ercolano, sepolta per secoli dalla lava del Vesuvio, continua a rivelare i suoi tesori. Gli scavi di Ercolano, meno noti di quelli di Pompei, sono una meraviglia assoluta del patrimonio storico. Lo stato di conservazione della città di Herculanum è infatti incredibile e l'istantanea che la lava ci ha restituito riporta ancora più dettagli di quella di Pompei.

Qui di seguito trovate una guida con la storia di Ercolano e dei suoi scavi, cosa vedere nel sito archeologico e quali sono i punti di interesse imprescindibili di una visita agli scavi di Ercolano.  

Ercolano

Nel 79 d.C., la violenta eruzione del Vesuvio distrusse irrimediabilmente tutto quello che si trovava nei paraggi del vulcano, ricoprendo di fango, lava e lapilli le città romane alle pendici del Vesuvio.

La storia di Ercolano, però, è diversa da quella della vicina Pompei. Herculanum fu devastata quasi dodici ore dopo rispetto a Pompei e ricoperta da uno strato di lava alto oltre 18 metri.

Ercolano venne ricostruita in breve tempo intorno alle rovine e la città romana fu dimenticata per secoli. Solo nel XVIII secolo, durante i lavori per la creazione di un pozzo, furono rinvenuti oggetti d'epoca romana. Iniziarono così i lavori di scavo che riportarono alla luce le meraviglie dell'antica Herculanum e che ancora oggi continuano, svelando pian piano i segreti dell'incredibile città perduta.

pavel dudek / Shutterstock.com

 

Cristian Puscasu / Shutterstock.com

Cosa vedere a Ercolano

Il fatto che la città fosse stata ricoperta da un manto di lava incandescente potrebbe spiegare il perfetto stato di conservazione dei resti ed avrebbe permesso la conservazione anche di materiale organico: legno del mobilio, tessuti e i preziosi papiri intatti ritrovati in una villa.

La Villa dei Papiri, antica sede di una biblioteca è chiamata così proprio per il tesoro di manoscritti romani salvati dalle rovine tra il 1752 e il 1754. I papiri sono ora conservati presso la Biblioteca Nazionale di Napoli, l'Accademia delle Scienze francese a Parigi, la Bodleian Library di Oxford e la British Library di Londra.

Tra le meraviglie ritrovate ad Ercolano non mancano affreschi e mosaici, statue, centri commerciali e ville. In particolare diversi edifici hanno, in un ottimo stato di conservazione, anche il secondo piano, cosa che non accade a Pompei.

Oltre all'area archeologica, è possibile visitare il padiglione della barca di Ercolano, l'unica ritrovata sotto la lava nell'antico porto della città. Secondo la ricostruzione storica questa nave fu l'unica del litorale a non salpare in quel giorno di panico, probabilmente a causa di una falla. Tutte le altre, con a bordo i sopravvissuti di Ercolano, navigarono verso la salvezza.

Gli abitanti della città, che era un ricco centro residenziale dell'aristocrazia romana, si misero per la maggior parte in salvo. Secondo le recenti ricostruzioni storiche solo i più poveri, per lo più schiavi, non riuscirono a mettersi in salvo. Le loro ossa carbonizzate sono stipate tutte insieme in una delle rimesse del Porto di Ercolano.

Qui sotto trovate una lista dei luoghi imprescindibili da vedere ad Ercolano. Il numero tra parentesi è quello riportato nelle mappe e nella guida ufficiale: 

  • Le Fornaci (1)
  • Terme Suburbane (3)
  • Casa dei bassorilievi di Télefo (7)
  • Grande Taverna (10)
  • casa del Grande Portale (14)
  • Panetteria di de Sex. Patulcus Felix (15)
  • Casa del colonnato Toscano (21)
  • Casa dei due Atri (25)
  • Terme degli Uomini (26)
  • Terme delle Donne (27)
  • Casa di Nettuno e Anfitrite (29)
  • Casa dell'Atrio del Mosaico (33)


Come visitare Ercolano

È raccomandabile noleggiate una audioguida, anche se non è imprescindibile. All'entrata del sito sono disponibili le mappe e le guide con la numerazione dei siti da visitare. 

Quanto dura la visita agli scavi di Ercolano? Quattro ore sono abbastanza per visitare tutto il sito archeologico con calma, ammirando i dettagli e ascoltando l'audioguida, anche se nulla vieta di dedicarvi più tempo. 

MUSEO ARCHEOLOGICO VIRTUALE 

Non perdete una visita al Museo Archeologico Virtuale a pochi passi dagli scavi (nel centro della città): racconta la vita delle città romane ai piedi del Vesuvio prima dell'eruzione. Oltre settanta installazioni multimediali restituiscono vita e splendore alle principali aree archeologiche di Pompei, Ercolano, Baia, Stabia e Capri. QUI troverete tutte le info e i costi per la visita.

Pompei o Ercolano?

Quale scegliere, Pompei o Ercolano? Scegliere tra i due siti archeologici è difficile e forse sarebbe meglio non farlo. Pompei ed Ercolano erano due città molto diverse. Ercolano, marittima e vacanziera, era un posto di villeggiatura per l'elite romana. Pompei più pianeggiante e nell'interno era una città prospera, grande ed abitata da gente che ci viveva tutto l'anno e l'animava. E proprio in una normale giornata animata dal frenetico tram tram quotidiano si è fermata Pompei in quel giorno del 79 d.C.

Ercolano ha edifici incredibilmente ben conservati, molto meglio conservati rispetto a Pompei. Per questo motivo l'ideale sarebbe visitarle entrambe ma se non avete abbastanza tempo a disposizione lasciate decidere proprio al tempo: per visitare Ercolano ci vogliono circa 4 ore, per visitare Pompei almeno 6. 

GUARDA ANCHE: ARTE EROTICA DI POMPEI AL MUSEO ARCHEOLOGICO DI NAPOLI

Come arrivare

La Circumvesuviana raggiunge Ercolano e Pompei. Ad Ercolano ci sono due fermate: la fermata Ercolano-Scavi permette di visitare gli Scavi archeologici mentre la fermata Ercolano-Miglio d'Oro è vicina alle ville romane del tratto di costa.

Orari e biglietti

  • Orari 

Dal 1 aprile al 31 ottobre: 8.30/9.00 – 19.30 (ultimo ingresso 18.00). 

Dal 1 novembre al 31 marzo: 8.30 – 17.00 (ultimo ingresso 15.30)

Giorni di chiusura: 1 Gennaio, 1 Maggio, 25 Dicembre.

  • Biglietti 

Ercolano singolo (validità 1 giorno):

intero € 11,00; ridotto € 5,50.

Biglietto per i 3 siti: Oplonti, Stabia, Boscoreale (validità 1 giorno):

intero € 5,50; ridotto: € 2,75.

Biglietto per i 5 siti: Pompei, Ercolano, Oplonti, Stabia*, Boscoreale (validità 3 giorni consecutivi):

intero € 22,00; ridotto: € 12,00.

Mappa e cartina

Scopri