Idee di viaggio

Cosa mangiare a Napoli

I piatti che dovete assolutamente mangiare se fate un salto a Napoli

Mangiare Napoli MANGIARE Shutterstock
5/5

State organizzando un weekend a Napoli e vi state chiedendo cosa mangiare in città? Mettiamo in chiaro una cosa, napoli non solo ospita le migliori pizzerie del mondo, ma è il posto giusto dove provare dolci, caffè, mozzarelle e pesce appena pescato.

Abbiamo raccolto i consigli di di Lonely Planet su cosa vale la pena assaggiare a Napoli in un giorno. Attenzione, questo articolo vi farà venire fame!

Cosa mangiare a Napoli

  • Ore 08:00: Sfogliatelle ed Espresso

La colazione a Napoli è una cosa seria. È il momento ideale per assaggiare la famosa sfogliatella. Potrete sceglierla in due versioni, quella riccia o quella frolla. Si narra che il famoso dolce partenopeo sia nato, 400 anni fa, in un convento a Santa Rosa a Conca dei Marini, sulla costera amalfitana. 

Nell'800 Pasquale Pintauro entrò in possesso della ricetta. L'uomo convertì la sua osteria in via Toledo nella famosa pasticceria che oggi conosciamo. E' qui che la sfogliatella acquistò la forma di conchiglia in stile rococò che conosciamo oggi.

Dove assaggiarla: 

  • Pasticceria Attanasio - Vico Ferrovia, 2 
  • Pintauro - Via Toledo, 275
  • Scaturchio - Piazza San Domenico Maggiore, 19 
  • La Sfogliatella Mary - Galleria Umberto 

Un altro must a Napoli è il caffè espresso, servito in tazzina bollente e rigorosamente accompagnato da un bicchiere d'acqua per rinfrescare il palato. Dove assaggiare il caffè napoletano:

  • Bar Mexico - Piazza Giuseppe Garibaldi, 72 e Piazza Dante, 86 
  • Caffè del Professore - Piazza Trieste e Trento, 46
  • Caffè Gambrinus - Via Chiaia,1

Qui trovate una selezione delle pasticcerie tradizionali di Napoli da provare assolutamente.

  • Ore 10: Mercato 

Proprio come le antiche sirene napoletane attirate dai pescatori, cuochi e casalinghe rispondono alla chiamata dei venditori del mercato di Napoli. Uno dei mercati più evocativi della città è quello di Porta Nolana. Qui si concentra la meravigliosa anima della città dove potrete trovare pane casareccio, mozzarella di bufala, pomodori San Marzano e pesce appena pescato. 

  • Pranzo

Non potrete dire di essere stati a Napoli se non avrete assaggiato almeno una pizza. Alimentati con quercia, frassino, faggio o legno di acero, i forni a legna di Napoli sfornano le migliori pizze del mondo.

Preparatevi a fare la fila per assaggiare la famosa pizza di Gino Sorbillo nel cuore di storico centro e nell'attesa deliziatevi con la pizza fritta dell'attigua Zia Esterina (sempre made in Sorbillo).

  • Ore 16: Dolce (e caffè)

Il pomeriggio è il momento migliore per fare una pausa dolce. Quale migliori posto se non il Gay Odin, la storica (piccola) cioccolateria di Napoli a Spaccanapoli?

#spaccanapoli #viasantachiara #monasterodisantachiara #gayodin #cioccolato

Una foto pubblicata da raffaele delle cave (@rafilux1968) in data: 14 Feb 2016 alle ore 23:08 PST

Nelle vicinanze troverete un altro paradiso goloso: Scaturchio. Qui provate oltre alla buonissima caprese al limone o il classico babà, il famosoMinisteriale. 

Si racconta che durante i primi anni dell’unità d’Italia, Francesco Scaturchio, fondatore della pasticceria, invaghitosi di una sciantosa, per conquistarla inventò un medaglione di cioccolato dal cuore cremoso. L’elegante cioccolatino prima di arrivare sulle tavole reali dovette superare una lunghissima trafila burocratica di ministero in ministero: per questo il nome di ministeriale.

  • ORE 19: Aperitivo

Il posto più cool per fare aperitivo a Napoli è sicuramente Chiaia, dove troverete i "baretti" tanto in voga negli ultimi anni. Troverete anche l'Enoteca Belledonne, una delle enoteche più amate di Napoli nata negli anni 60 come cantina 'Vini e Olii" e dove oggi potrete scegliere tra circa 30 vini. 

this is becoming a habit #vino #napoli #italy #vacay #enotecabelledonne

Una foto pubblicata da ~ shirin (@_happenstance) in data: 11 Lug 2015 alle ore 10:56 PDT

  • Ore 21: Cena

Per cena fatevi deliziare dalla buona cucina de l'Ebbrezza di Noè, un negozio di vino che di sera si trasforma in un intimo ristorantino. Avrete bisogno di prenotare un giorno o due prima. Ad attendervi Luca Di Leva che ben abbina la sua passione per i vini all'amore per i piatti stagionali. Il risultato è un menù giornaliero creato con gli ingredienti presi al mercato al mattino.

Scopri